Insonnia estiva: 5 insospettabili rimedi… da bere!

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Insonnia estiva: 5 insospettabili rimedi… da bere!

09-07-2020 - scritto da Paola Perria

5 bevande che aiutano (davvero) a regolare il sonno anche quando fa molto caldo.

La camomilla non è l’unica tisana che possiamo assumere per rilassarci prima di andare a dormire.

 

L’insonnia estiva è un incubo per tantissimi di noi, e la parola non è scelta a caso. Altroché sogni d’oro tra due guanciali… Gli “ingredienti” che entrano in gioco sono diversi, oltre al caldo: le zanzare, l’aria condizionata con il suo fastidioso ronzio e i tanti (troppi) rumori molesti che nelle calde notti estive sembrano moltiplicarsi, le cene consumate troppo tardi (e troppo ricche di calorie), e infine mettiamoci anche gi orari sballati rispetto alla norma, frulliamo il tutto e otteniamo notti trascorse a rigirarsi tra le lenzuola, sudati e perfettamente vigili.

 

Al mattino, naturalmente, l’aspetto assonnato e gli occhi pesti rivelano la “battaglia” appena persa. Con il sonno, naturalmente. E’ frequente aspettare con ansia la bella stagione, le lunghe giornate estive e le ferie per godersi un meritato riposo, magari in una bella località di vacanza, salvo poi non riuscire a godere di tanta libertà perché la notte non si riesce a dormire, o quando finalmente si prende sonno questo risulta del tutto insufficiente e sovente di cattiva qualità.

 

Ci sono molti fattori che influiscono sull’alterazione del ritmo sonno-veglia, non solo quelli che abbiamo citato. Ad esempio lo stress accumulato nel periodo precedente, in associazione al netto cambio di orari e al “rivoluzionamento” dello stile vita (con lo spostamento in avanti di molte attività), può ritardare o impedire un adeguamento del nostro corpo alle “novità”, così come troppi stimoli notturni (uscite, musica, chiacchierate fino a tardi, spuntini di mezzanotte ecc.) eccitano la mente e il sistema nervoso. Insomma, davvero un bel mix che ci porta a temere l’estate e le sue notti anziché viverle con piacere  e appagamento.

 

Eppure,le soluzioni esistono. Non ci riferiamo ai sonniferi, farmaci potenti  che devono essere prescritti dal medico e che possono dare dipendenza, quanto ai più blandi e troppo facilmente sottovalutati rimedi naturali. Se state pensando alla solita camomilla, state sbagliando strada. Il dorato infuso non è l’unica tisana che possiamo assumere per rilassarci prima di andare a dormire e declinare dolcemente verso l’agognato riposo. Ecco altre 5 bevande da provare, tutte insospettabilmente soporifere!

 

Tè all’erba gatta

Ebbene sì questa piantina non è utile solo ai nostri cari felini, ma è perfetta anche per noi! Il suo infuso produce un ottimo effetto sedativo e calmante, ma non solo! In questa pianta sono presenti proprietà antiossidanti e persino analgesiche, in grado di calmare dolori comuni come il mal di testa o i crampi mestruali, e di indurre una dolce sonnolenza. Si può trovare in erboristeria (o si può coltivare nel terrazzo di casa), e si assume per infusione addolcita con poco miele e una spruzzata di succo di limone per gradire.

 

Infuso di semi di chia

Nei negozi di alimentazione biologica e in molti supermercati è possibile trovare i semi di chia, ottimo integratore che possiede proprietà sorprendenti. Se, infatti, questi semi vengono lasciati in infusione, sprigionano alti livelli di triptofano, sostanza che favorisce il sonno. Provate questa bevanda prima di andare a letto, meglio se tiepida.

 

Luppolo

Usato per fare la birra, il luppolo in realtà si può tranquillamente adoperare anche per preparare ottimi infusi sedativi. L’humuls lupulus, questo il nome scientifico della nota pianta a fiore, è molto usata in erboristeria perché possiede molteplici principi attivi benefici tra cui una buona quantità di fitoestrogeni consigliati nelle donne in menopausa e agli uomini per prevenire il tumore alla prostata. Ma la qualità più spiccata è proprio quella sedativa e rilassante. Il luppolo è molto amaro, perciò  per rendere il suo infuso bevibile si consiglia di mescolarlo con la camomilla e addolcirlo con del buon miele.

 

Polvere di magnesio

Integratore salino di solito usato per rinforzare l’organismo nei cambi di stagione o quando si soffre di pressione bassa e di crampi, il magnesio è perfetto anche per combattere l’insonnia. Si può sciogliere il contenuto di una bustina in una bevanda gradita (fredda o calda), ad esempio un bicchiere di latte (anche vegetale come quello alla mandorla, delizioso in estate) o un succo di frutta e berla prima di andare a dormire.

 

Radice di valeriana

Qui andiamo sul classico! E’ però davvero efficace questa pianta nota da sempre, per indurre un buon sonno. Si può assumere sotto forma di infuso o anche come compressa un’ora prima di andare a letto

.

Fonte: Healthline.com 



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X