Degenerazione maculare senile umida, approvato in Europa Eylea

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Degenerazione maculare senile umida, approvato in Europa Eylea

01-12-2012 - scritto da siravoduilio

Eylea nella degenerazione maculare senile umida, approvato in Europa

La Commissione europea ha approvato Eylea ( Aflibercept, anche noto come VEGF Trap-Eye ) nei pazienti con degenerazione maculare senile, forma umida.

 

 

 


Il dosaggio raccomandato di Eylea è di 2 mg somministrato mediante iniezione intravitreale ogni 4 settimane per le prime 12 settimane ( 3 mesi ), e in seguito al dosaggio di 2 mg una volta ogni 8 settimane ( 2 mesi ).

Aflibercept è una proteina di fusione, costituita dal dominio extracellulare dei recettori di VEGF, VEGFR1 e VEGFR2, fuso con la regione Fc di IgG1 umana.
Aflibercept agisce legandosi al fattore di crescita dell'endotelio vascolare ( VEGF ) e al fattore di crescita placentare ( PlGF ).

Nei pazienti con degenerazione maculare senile Aflibercept è stato comparato con Ranibizumab ( Lucentis ).
Negli studi clinici, VIEW1 e VIEW2, Aflibercept somministrato mediante una iniezione intravitreale ogni 2 mesi, ha dimostrato di essere efficace quanto Ranibizumab, somministrato a cadenza mensile, nel mantenere o migliorare l’acuità visiva nell’arco di 52 settimane.

Nello studio VIEW1, il 96% dei pazienti trattati con Aflibercept 0.5 mg al mese, il 95% dei pazienti trattati con Aflibercept 2.0 mg al mese, e il 95% dei pazienti trattati con Aflibercept 2.0 mg ogni 2 mesi ha raggiunto il mantenimento della visione, rispetto al 94% dei pazienti trattati con Ranibizumab 0.5 mg ogni mese.
Nello studio VIEW2, il 96% dei pazienti trattati con Aflibercept 0.5 mg al mese, il 96% dei pazienti trattati con Aflibercept 2.0 mg al mese, e il 96% dei pazienti trattati con Aflibercept 2.0 mg ogni 2 mesi ha raggiunto il mantenimento della visione, rispetto al 94% dei pazienti trattati con Ranibizumab 0.5 mg ogni mese.

Le più comuni reazioni avverse ( maggiori o uguali a 5% ) riportate nei pazienti trattati con Aflibercept sono state: emorragia congiuntivale, dolore oculare, cataratta, distacco del vitreo, corpi mobili vitreali, e aumento della pressione intraoculare. ( Xagena )

Fonte: Bayer HealthCare, 2012

XagenaHeadlines2012

 

 

 



Un caro saluto
Prof.Duilio Siravo
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
Cell.:3385710585
PROF.DOTT. DUILIO SIRAVO
http://drsiravoduilio.beepworld.it



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X