Dieta anti-caldo: cosa mangiare per combattere l'ondata di calore

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dieta anti-caldo: cosa mangiare per combattere l'ondata di calore

17-06-2013 - scritto da Paola Perria

L'alimentazione ci può aiutare non poco a sopportare al meglio il caldo. Vediamo i cibi su cui puntare

Alla scoperta dell'alimentazione ideale quando fa molto caldo

Dieta anti-caldo: cosa mangiare per combattere l'ondata di calore Con l'arrivo dell'estate e delle prime ondate di calore, è importante cominciare a modificare l'alimentazione in modo che diventi strumento efficace per mantenerci in buona salute e allo contempo difenderci dall'aumento delle temperature esterne. Una dieta anti-caldo, dunque, esiste? Certo, esiste un modo di mangiare intelligente e flessibile, che si moduli in base alle esigenze del momento. Questo non deve indurci a pensare che in estate ci si debba nutrire a forza di insalate e poco altro. Infatti anche se fa caldo, e magari ci sentiamo più inappetenti, il nostro fabbisogno basale, quello che ci serve per mantenerci in condizioni ottimali di benessere, non si modica granché. Questo significa che noi continuiamo ad avere bisogno di alimentarci in modo completo, inserendo nella nostra dieta quotidiana tutti i principi nutritivi: proteine e carboidrati, vitamine e minerali, grassi e fibre.

Ciò che deve cambiare, quindi, piuttosto che la qualità dei cibi, saranno la quantità, la distribuzione nella giornata e le modalità di cottura. I carboidrati, ad esempio, andranno consumati soprattutto nella prima parte della giornata, scegliendo, però, cereali e frutta piuttosto che paste iper condite e dolci. A colazione, invece della fetta di torta, preferiamo le fette biscottate con la marmellata o, ancora meglio, un fresco yogurt con della frutta fresca o secca, o aggiunto ai fiocchi di cereali, meglio se integrali. Se durante la giornata perdiamo molti liquidi, per via del sudore, oltre all'acqua, portiamoci dietro un buon frutto rimineralizzante, come una banana, e facciamo un break spezza-fame e rinfrescante con un sorbetto alla frutta o una buona fetta di anguria.

A pranzo via libera alle insalate di pasta e di riso (ma anche orzo, miglio o quinoa) con tante verdure colorate e un filo di olio evo a crudo, che ci mantengono idratati, sono digeribili e ci apportano tanti antiossidanti che ci difendono dalle infezioni estive. La verdura meglio consumarla di stagione e cruda, o cotta velocemente in modo light, ma ricordiamoci di lavarla sempre alla perfezione e, magari, disinfettiamola con del bicarbonato, per evitare le intossicazioni alimentari. Quanto alle proteine, in estate preferiamo il pesce alla carne, va bene anche quello surgelato che cucineremo in modo leggero insaporendolo con tante erbe aromatiche, capperi e olive, ad esempio del merluzzo, del pesce azzurro, dei calamari o delle seppie, o quello che troviamo di buono in pescheria.

Per evitare cali glicemici o per combattere la tendenza alla pressione bassa, tipica dell'estate, facciamo pasti piccoli ma frequenti, e portiamoci sempre dietro dell'acqua, una barretta di cerali, una galletta di riso o una mela. La cena sarà molto leggera, ad esempio potremmo gustarci una buona zuppa di legumi tiepida senza minestra (ottima quella di lenticchie), un passato di verdure con dei crostini e del grana grattugiato, un uovo in camicia con salsa al pomodoro fresco e basilico. Quando fa caldo lasciamo da parte i dolci al cucchiaio o troppo calorici, a base di creme e di panna, e invece privilegiamo un buon gelato di frutta, le macedonie e lo yogurt se vogliamo qualcosa di zuccherino. Tirando le somme, l'essenziale anche in estate è mangiare bene, gratificando il palato ma senza appesantire lo stomaco. A tal fine meglio evitare gli alimenti troppo elaborati o con lunghe cotture, e scegliere tutto ciò che sia di stagione e che ci mantenga idratati e freschi. In questo modo ci difenderemo dal caldo e dai chili in più.

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X