Dieta per la stipsi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dieta per la stipsi

08-09-2011 - scritto da Dott. Maurizio Marchionne

I consigli dietetici per chi soffre di intestino pigro

Dieta per la stipsi

Alimenti indicati nella stipsi spastica
- Molti farinacei (riso, pasta) conditi con olio extravergine di oliva
- Carni di vitello e manzo
- Tutti i tipi di pesceFormaggi e latticini freschi
- Legumi e verdure conditi con olio extravergine di oliva
- Latte se ben tollerato, eventualmente usare latte delattosato
- E' raccomandata l'assunzione a fine pasto di 1-2 cucchiai di estratto di malto sciolto in acqua

Alimenti esclusi
- I cibi ricchi in spezie che possono irritare l'intestino

Alimenti indicati nella stipsi da intestino pigro
- Riso e pasta integrali
- Carne in quantita' moderata arrostita o alla griglia
- Pesci e molluschi(vongole, ostriche, gamberi, ecc) lessati
- Verdure e legumi (circa 300 gr. al di)
- Frutta cruda e cotta (circa 300 gr. al di)
- Per favorire l'azione delle fibre vegetali e' importante l'assunzione di 1 litro/1 litro e mezzo di liquidi al di acqua minerale poco gassata, acqua, succhi di agrumi o di frutta eventualmente diluiti
- Utile l'aggiunta nella dieta di crusca alla dose di 15-20 gr. al di

Alimenti da evitare
- Molto zucchero
- Pane bianco
- Dolci di pasticceria ed al cioccolato
- Vino ad alta gradazione alcoolica, birra e liquori

Molto spesso la stipsi favorisce l'insorgenza delle cosidette emorroidi. La dieta in questo caso sara' a base di: riso o pasta in bianco,carne ai ferri o pesce lessato, verdure cotte, patate, mele o pere.
Bisognerà assolutamente evitare: fritti, salumi, formaggi o altri cibi piccanti, frutta secca, cioccolato, dolci molto elaborati e gli alcoolici di ogni tipo.
La presenza accanto alla stipsi di dolori intestinali consiglia di frazionare l'assunzione di cibi in numerosi piccoli pasti durante la giornata, invece dei 2-3 pasti tradizionali.
E' sempre utile cominciare la giornata con una prima colazione non povera: pane integrale o fette biscottate, miele, marmellata, crusca,caffè, latte o yogurt secondo i gusti.
Mangiare regolarmente e non saltare i pasti.
Non dimenticare di masticare bene e lentamente.
Bere abbondantemente. almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.
Mangiare molta frutta con la buccia e molta verdura, meglio se cruda.
Ogni mattino andare al gabinetto con buon anticipo sugli impegni della giornata, prendere un giornale ed aspettare. Se non succede nulla, non e' un problema: andrà meglio domani, infatti non e' indispensabile defecare una volta al giorno.
Appena si sente lo stimolo, andare al gabinetto. Se possibile, andare ogni giorno alla stessa ora, anche se non se ne sente la necessità.
Non prendere mai lassativi di propria iniziativa, perchè i disturbi potrebbero peggiorare.
Muoversi, camminare, fare ginnastica.


Dott. Maurizio Marchionne
Medicina generale
Studio associato
Via di Torrenova, 167 Roma
Tel.: 062005747
Fax: 1786061181



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X