Dieta vegetariana: i pro e i contro

Dieta vegetariana: i pro e i contro

20-04-2018 - scritto da Viviana Vischi

Gli svantaggi di una dieta vegetariana bel calibrata sono effettivamente pochissimi, mentre diversi possono essere i vantaggi per la salute e l'organismo.

I possibili vantaggi e svantaggi nell'alimentazione vegetariana? Ce li spiega l'esperta.

 

La dieta vegetariana è sempre più una scelta molto comune, nel senso che sono sempre di più coloro i quali scelgono di compiere una scelta di vita e alimentare che, soltanto qualche anno fa, veniva considerata come decisamente radicale. I motivi non sono più di carattere squisitamente morale. Ci sono anche, e sono diverse le fonti scientifiche a confermarlo, motivi che riguardano la nostra salute.

 

Per questo motivo affronteremo, in un’ottica esclusivamente scientifica, i pro e i contro della dieta vegetariana e lo faremo con l’aiuto della dottoressa Maria Carrano, farmacista esperta in nutrizione e fondatrice del blog Salutarmente.it. I pro e i contro che troveremo nella guida presente saranno di origine esclusivamente scientifica, potendo attingere a piene mani dai grandi progressi che si sono fatti negli ultimi tempi in tema di alimentazione e conseguenze che questa ha sul nostro organismo.

 

Una preziosa premessa: quale “vegetarianesimo”?

Ci sono in realtà diversi modi di essere vegetariani, a seconda degli alimenti che si decide poi di eliminare dal piano alimentare:

  • Latto-Vegetarianesimo: sono esclusi carne, pesce, derivati e anche le uova, che vengono considerate dunque come appartenenti all’insieme delle carni;
  • Latto-Ovo Vegetarianesimo: in questo caso, oltre al latte vengono consumate anche le uova, e vengono esclusi soltanto gli alimenti come le carni.

 

Esistono poi altre versioni più estreme, come il veganesimo, che esclude qualunque tipo di alimento di origine animale, latte, uova, gelatine comprese. Questo regime alimentare è stato più volte accusato da medici e scienziati di essere sbilanciato e carente di importanti nutrienti essenziali per nostro organismo.

 

Ci sono vantaggi nell’alimentazione vegetariana?

Sì, e sono in realtà diversi, a patto comunque di seguire piani specifici e studiati, per acquisire comunque tutti i macro e micronutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno.

 

I vegetali sono ricchi di antiossidanti

Gli antiossidanti sono delle particolari sostanze che hanno il potere di combattere l’azione ossidante dei radicali liberi sulle cellule, eventi che causano invecchiamento e decadimento funzionale delle cellule stesse. Gli alimenti che sono tipicamente ricchi di queste sostanze sono tutti di origine vegetale. Una dieta vegetariana, che non può fare a meno di includerli, è sotto questo profilo dunque superiore.

 

Regolarità intestinale

Gli alimenti di origine vegetale sono ricchi di fibre solubili e insolubili. Senza entrare eccessivamente nel dettaglio delle differenze tra le due versioni, possiamo dire che entrambe aiutano nella regolarizzazione dell’intestino, permettendoci inoltre di avere feci più regolari e di buona consistenza. I benefici delle fibre non finiscono qui, e dobbiamo necessariamente continuare a leggere per saperne di più.

 

Controllo del colesterolo

Le fibre svolgono anche un’azione di regolazione del colesterolo buono, del colesterolo cattivo e dei trigliceridi. Il risultato è un miglioramento di questi parametri a 360° quando scegliamo di optare per una dieta che includa in via esclusiva alimenti di origine vegetale.

 

Utile contro il cancro?

Una dieta vegetariana può svolgere un’azione moderatamente preventiva rispetto a talune forme tumorali, anche piuttosto aggressive:

  • Il cancro della mammella, che sembrerebbe essere correlato a diversi livelli ormonali, può giovarsi di una dieta a base di alimenti di origine vegetale, che svolgono un’azione regolatrice su questo tipo di livelli;
  • Il cancro del colon ha una correlazione positiva con la quantità di carne rossa consumata; con la dieta vegetariana questo problema è risolto alla radice in quanto di carne rossa non se ne consuma.

 

Detto questo, è necessario anche ridimensionare alcuni dei proclami che circolano su riviste non specializzate o comunque che non fanno esclusivamente affidamento a quanto la ricerca scientifica afferma e conferma: la dieta vegetariana non è un elisir di lunga vita che permette di eliminare completamente le possibilità di sviluppare una forma tumorale. Può aiutare, anche se per le nostre conoscenze momentanee, tipicamente nei casi che abbiamo riportato poco sopra.

 

Ci sono svantaggi nella dieta vegetariana?

Ce ne sono, nel senso che nell’eliminare completamente carne e pesce si finiscono per eliminare o ridurre nutrienti importanti per il nostro benessere.

 

Il pesce e gli Omega 3

Gli acidi grassi Omega 3 sono contenuti in grandi quantità nel pesce, ma quello che spesso si ignora è che esistono anche ottime fonti vegetali di questo importantissimo nutriente. Inserendo nella nostra alimentazione olio di lino, frutta secca, soia, possiamo riuscire ad assumere le quantità necessarie di questi importantissimi acidi grassi. Nel caso contrario, è possibile integrarli anche con integratori alimentari di origine vegetale.

 

No, non è vero che la dieta vegetariana fa dimagrire

Chi si avvicina a questo specifico percorso alimentare con l’obiettivo di dimagrire, è costretto a rimanere deluso. Sì, perché non ci sono correlazioni tra una dieta vegetariana e il dimagrimento, nel senso che possiamo benissimo consumare troppe calorie al giorno anche consumando esclusivamente alimenti di origine vegetale.

 

La dieta vegetariana va bilanciata

E questo è un “problema”, se vogliamo, comune con ogni tipo di dieta. Dobbiamo dosare gli alimenti, mangiare il necessario per ottenere tutti i macro e micronutrienti dei quali il nostro organismo ha bisogno per sopravvivere prima e per prosperare poi.

 

Svantaggi pochi: meglio considerare questa opzione

Gli svantaggi di una dieta vegetariana bel calibrata sono effettivamente pochissimi, mentre diversi possono essere i vantaggi per la nostra salute e per il nostro organismo. Questo vuol dire che potremo considerare sicuramente un regime del genere per migliorare il nostro stato di salute generale, senza aspettarci però ovviamente dei miracoli. La scelta vegetariana non è soltanto una scelta di carattere morale, ma comincia ad essere, tenendo conto di quelli che sono i rilievi della scienza, una scelta adeguata anche sotto il profilo nutrizionale. Tenerne conto si deve, abbracciarla si può, almeno stando a quello che ci dice la scienza.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X