Fame nervosa? Combattila con l'avocado

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Fame nervosa? Combattila con l'avocado

14-01-2014 - scritto da Paola Perria

Mezzo avocado toglie la fame (nervosa) di torno, e fa bene alla salute!

Basta metà di questo squisito frutto tropicale per togliere la fame e ridurre il rischio di abbuffate

Fame nervosa? Combattila con l'avocado Per chi soffra di fame nervosa, o comunque debba combattere con il costante desiderio di indulgere nei peccati di gola, forse la soluzione potrebbe essere più facile e piacevole di quanto si possa pensare. Un avocado. O meglio, metà di questo squisito frutto tropicale molto saziante. Certo, non stiamo parlando di una facile via per risolvere disturbi gravi del comportamento alimentare, che prevedono una terapia comportamentale ben più impegnativa per giungere a comprendere le cause prime del continuo desiderio di cibo e della tendenza alle abbuffate compulsive, ma solo di un modo per tamponare efficacemente il solito "languorino".

Che sia la noia a spingerci, o solo la gola, tutti siamo costantemente tentati, soprattutto quando siamo a casa, di riempirci lo stomaco con qualcosa di molto sfizioso, e spesso ad alto tasso di zuccheri, sale e grassi. Un dolcetto, uno snack tira l'altro, e così, tra interi pacchi di biscotti fatti fuori guardando la tv, ci ritroviamo ingrassati e senza essercene neppure resi conto. Ecco perché è importante selezionare anche le nostre merende in modo intelligente, scegliendo cibi sani e freschi con alto potere saziante, che quindi ci aiutino a calmare quel piccolo languore facendoci arrivare all'ora del pasto successivo senza aver desiderio di mangiare altro. Ecco che il nostro avocado sarebbe proprio lo spuntino o il dessert perfetto.

Infatti stando ai dati di uno studio sperimentale condotta dai ricercatori del Dipartimento di Nutrizione della Loma Linda University (California, Stati Uniti) e pubblicato sulla rivista Nutrition Journal, la parte di campione - costituito da 26 soggetti in sovrappeso ma in buona salute - che ha aggiunto al proprio pasto mezzo avocado fresco, ha avvertito un calo dell'appetito superiore (rispetto al proprio standard) del 40% nelle tre ore successive al pranzo. Questa riduzione della voglia di mangiare è proseguita (scendendo in percentuale fino al 28%) fino alle 5 ore dopo il pasto.

In pratica mangiare frutta fresca con un alto potere saziante - potrebbe andare bene anche una banana - sia alla fine del pasto che per uno spuntino, non solo non aumenta il rischio di picchi glicemici nei soggetti sani, non solo consente di fare il pieno di ottime sostanze antiossidanti come minerali e vitamine, ma aiuta anche a contenere il senso di fame, e, quindi, a non ingrassare. Insomma, non ci resta che correre a comprarci un bel sacchetto di avocados...

Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X