Gambe: un aiuto dalla natura

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Gambe: un aiuto dalla natura

15-03-2010 - scritto da Viviana Vischi

Per la salute e il benessere delle gambe l'efficacia di numerose sostanze presenti in natura

Gli estratti vegetali che fanno bene alle gambe

11/09/2004 - Per la salute delle vene è indubbia l'efficacia di numerose sostanze presenti in natura; del resto, gli stessi flebotonici (i farmaci utilizzati dalla medicina cosiddetta "ufficiale") sono derivati da alcuni vegetali.
Vediamo allora quali sono le piante cui si può far ricorso a titolo preventivo o per lievi disturbi di circolazione alle gambe. Anche in questo caso, comunque, è assolutamente vietata l'autoprescrizione: chi volesse usare questi estratti, deve rivolgersi a un medico naturale di provata serietà, magari dopo aver consultato anche l'angiologo di fiducia.
Meliloto, riduce il gonfiore (edema) grazie alla sua azione sul circolo linfatico
Alga rossa, ricca di vitamina P, svolge una discreta azione sui disturbi di origine venosa, come ad esempio gambe pesanti e gonfiori.
Centella asiatica, migliora la funzionalità microcircolatoria
Ginkgo biloba è una pianta dalle straordinarie capacità per aiutare la circolazione. Si usa per le gambe pesanti e come "cura di appoggio" per le varici. La sua benefica azione sulle vene è attribuita alla ricchezza di vitamina P (flavonoidi).
Ippocastano ha un'azione tonica sulle pareti delle vene e diminuisce dunque il rischio di dilatazione dei vasi. Inoltre, è senz'altro efficace contro i gonfiori alle gambe.
Mirtillo famoso per la sua capacità di rafforzare la vista, questa pianta è anche consigliata per la salute delle vene. A dare il tipico colore rosso-violaceo alle bacche del mirtillo, infatti, sono gli antocianosidi, sostanze naturali che hanno anche la proprietà di rafforzare le pareti delle vene.
Rusco o pungitopo già usata dagli antichi Romani contiene nelle radici dei principi attivi ("le ruscogenine") che hanno una valida azione vasocostrittrice, diminuiscono cioè la dilatazione dei vasi.
Vite rossa le sue foglie sono ricche di antocianosidi e flavonoidi, sostanze naturali che svolgono un'azione tonica sulle pareti delle vene.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X