I sintomi delle intolleranze alimentari

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

I sintomi delle intolleranze alimentari

06-07-2011 - scritto da GIUSEPPE DI FEDE

Un’allergia ritardata legata all’assunzione di alimenti

Le intolleranze alimentari

I sintomi delle intolleranze alimentari

Le intolleranze alimentari possono essere definite come un’allergia ritardata legata all’assunzione di alimenti; dato che in genere mancano fenomeni eclatanti e ben visibili come quelli delle allergie classiche, e dato che i disturbi possono insorgere anche dopo ore e giorni, non sempre il quadro clinico si presta ad una facile interpretazione, per cui è bene conoscere i sintomi che possono essere collegati o collegabili ad una intolleranza alimentare.

 

QUALI SONO I SINTOMI:

 

  • I disturbi gastrointestinali sono sicuramente i sintomi più frequenti e sono rappresentati da irregolarità del’alvo, difficoltà digestive, gonfiore e dolore addominale variamente combinati tra loro; in genere hanno un carattere persistente anche se subdolo; tendono ad accentuarsi in caso di ingestione di un alimento o gruppo di alimenti per cui il paziente, spesso, in maniera autonoma, cerca di limitare la sua alimentazione nel tentativo di ridurre il disagio che, in alcune situazioni, è tale da determinare una netta riduzione della attività lavorativa e sociale.

 

  • Vi sono poi i disturbi cutanei: le affezioni della pelle, come dermatosi e dermatiti, rappresentano spesso un fenomeno collegato a un disordine della funzione del fegato e dell’intestino tanto che sovente una correzione della alimentazione provoca una risoluzione o quantomeno una netta riduzione dei problemi cutanei.

 

  • Ci sono anche poi altri sintomi come cefalea, stanchezza, ansia, irritabilità, per cui un regime alimentare adeguato può essere un ottimo coadiuvante nell’iter terapeutico.


Un correzione delle intolleranze può essere molto utile anche nelle cistiti e vaginiti recidivanti ed anche nei problemi articolari cronici; spesso il riaggiustamento della dieta soprattutto per alcuni gruppi alimentari aiuta notevolmente i pazienti ad affrontare queste patologie insidiose e peraltro molto diffuse.


In ultima analisi i sintomi che possono trarre giovamento dalla correzione di una intolleranza alimentare sono numerosi e ciò spiega il crescente interesse dei pazienti e della comunità scientifica verso questo problema.

 

 



Dottor Giuseppe Di Fede
Direttore Sanitario Imbio – Istituto di Medicina Biologica
Email: info@imbio.it
Sito: http://www.imbio.it



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X