La dieta della primavera per combattere la stanchezza

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

La dieta della primavera per combattere la stanchezza

04-04-2013 - scritto da Paola Perria

"Aprile, dolce dormire", recita l'adagio. Ma goderci la primavera in piena forma è possibile attraverso un'alimentazione ricca di vitamine e minerali

Alla scoperta della dieta anti-stanchezza

La dieta della primavera per combattere la stanchezza Ah la primavera! La aspettiamo con trepidazione nei gelidi mesi invernali, non vediamo l'ora di godere del piacere del sole sulla nostra pelle, che porta luce e calore. Insomma, rinasciamo, proprio come le gemme sugli alberi. Ma è proprio così? In realtà tanti di noi, seppur salutando senza rimpianti la stagione fredda, non se la sentono di gioire per l'arrivo della primavera. Troppi "fastidi" sono collegati con questo cambio stagionale: in agguato abbiamo allergie (soprattutto da pollini) e astenia, sonnolenza e senso di spossatezza durante il giorno che, però, sovente si associano ad insonnia notturna. Ci sentiamo più deboli, più affaticati, appesantiti e spesso e volentieri fuori forma.

E quanto, invece, vorremmo poter godere delle giornate finalmente lunghe e miti e usarle per fare le cose che più ci piacciono, invece che ritrovarci a sonnecchiare sul divano! Qual è la soluzione? Come sempre in questi casi, la risposta può arrivare dal cibo, da ciò che portiamo in tavola in questo periodo dell'anno. Perché ci sono ragioni biologiche a sintomi quali astenia e debolezza, ragioni legate al nostro metabolismo che aumenta il ritmo dopo il rallentamento dei mesi invernali. Stimolato dalle giuste scelte alimentari, il nostro organismo può, però, approfittare della primavera per depurarsi da un po' di tossine accumulate e per recuperare velocemente energia e vitalità. Ecco i cibi su cui puntare.

Per alleggerirci e stimolare le funzioni metaboliche dobbiamo "fare il pieno" di vitamine e minerali, soprattutto quelli contenuti in frutta e verdure freschi. Ad esempio, in questo periodo abbiamo particolarmente bisogno di vitamine del gruppo B e di folati, contenuti in legumi, cereali (soprattutto integrali), frutta secca e semi oleosi come quelli di girasole, uova e cioccolato fondente. Anche la vitamina C e gli alimenti che la contengono sono nostri preziosi alleati, perché rinforzano il sistema immunitario e svolgono azione antiossidante. Tra questi ricordiamo ortaggi come cavoli, crucifere, peperoni, pomodori, asparagi e spinaci, e frutta tra cui fragole, kiwi, agrumi, mirtilli lamponi e ribes.

Per rinforzare la flora batterica intestinale, aumentare le difese del corpo e depurarci, poi, via libera a yogurt e probiotici, da consumare soprattutto la mattina, durante la prima colazione. Proprio il primo pasto della giornata è fondamentale per dare una bella "scossa" al metabolismo, quindi dovrà essere ricca ma leggera. Importante il ruolo dei cereali integrali, che apportano carboidrati e fibre, del caffè e del , ricchi di antiossidanti, dei grassi, come quelli di yogurt e latte, e dei minerali e delle vitamine di frutta e verdura.

Per mantenere buono il livello energetico abbiamo bisogno anche di proteine, sia di origine vegetale che animale (se non seguiamo una dieta vegetariana) ma l'importante è che siano fonti "magre" e di prima qualità. Ad esempio, il pesce azzurro e il salmone, ricchi di acidi grassi Omega 3, benefici per cuore e cervello, che ci aiutano a combattere la stanchezza mentale, dovrebbero essere consumati almeno due volte alla settimana, meglio tre. Da limitare, invece, i fritti, i condimenti troppo grassi soprattutto saturi - meglio il nostro buon olio extravergine d'oliva - i cibi conservati, gli insaccati e tutto ciò che sia troppo elaborato o calorico perché oltre a farci ingrassare rallentano il processo digestivo accentuando il senso di sonnolenza.


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X