Menopausa, tra sintomi e vampate, cuore a rischio

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Menopausa, tra sintomi e vampate, cuore a rischio

16-10-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

Menopausa, 18 Ottobre Giornata Mondiale

Siamo tutte pronte ed informate sulla menopausa?

Menopausa, tra sintomi e vampate, cuore a rischio Il 18 ottobre è la Giornata Mondiale della Menopausa. Si tratta di un evento internazionale, rivolto a sollecitare attenzione nei confronti di questo importante cambiamento fisico ed emotivo nella vita della donna. Ognuna di noi ha, ha avuto o avrà, una reazione diversa a tale epoca di passaggio, ma le informazioni su cosa potrebbe capitare, come poter risolvere i sintomi quando si manifestano, come gestirla e soprattutto come e perché prevenire le malattie legate alla menopausa dovremmo averle tutte e per tempo. Purtroppo così non è, anche per una certa cultura che ci fa sentire “vecchie” quando il ciclo non arriva più.

Purtroppo questa è una reazione molto comune: l’organismo ti dice quello che lo specchio già da tempo ti evidenzia ogni mattina, le rughe si accentuano, i capelli si fanno meno corposi, la pelle flaccida e i chili aumentano con il girovita. Ma tutto avviene con gradualità nella stragrande maggioranza dei casi, in quel periodo noto come premenopausa o perimenopausa.

Si fa in tempo ad abituarsi e ad agire. Cosa occorre sapere? Mi sto documentando da un po di tempo perché a 47 anni qualche segnale lo comincio ad avere (ciclo irregolare ed aumento di peso ad esempio) ed ormai so con certezza che le vampate di calore non sono l’unico sintomo fastidioso ed invalidante. Particolarmente comune è ad esempio anche la secchezza vaginale, proprio legata al calo degli estrogeni, che non sempre corrisponde però anche ad un calo della libido.

Su questi, come su altri disturbi si può intervenire, all’occorrenza, con l’ausilio di un ginecologo attraverso una terapia ormonale sostitutiva, necessaria se la menopausa è particolarmente precoce o i sintomi troppo invalidanti. Per lungo tempo la TOS è stata demonizzata e molte donne l’hanno rifiutata per timore di eventi avversi. In realtà oggi gli studi scientifici ci evidenziano come i rischi di terapie ormonali siano, specie in rapporto alla menopausa, in generale, più bassi rispetto a quelli di non farla, sempre che se ne rispettino le tempistiche ed i dosaggi: la TOS cioè va fatta solo per il periodo di “accompagnamento” alla menopausa e non come è capitato ad un’amica di mia madre, per più di 10 anni!

Quando la menopausa arriva è opportuno fare un check generale della propria salute per conoscere lo stato da cui si parte verso la nuova fase di vita dell’organismo che privato del potere protettivo degli estrogeni si espone al rischio maggiore di osteoporosi, malattie cardiache, tumore al colon ed altre patologie. Lo sapete ad esempio che l’infarto è una delle principali cause di morte delle donne dopo la menopausa, mentre prima è pressoché raro?

Esistono terapie per trattare e prevenire tutto ciò, basta controllarsi con regolarità, non avere timore o imbarazzo di esporre i propri disagi ad uno specialista e attivarsi in uno stile di vita più sano. Attività sportiva e una dieta adatta alla menopausa. Semplice no?
Foto: Flickr
Categorie correlate:

Salute donna




A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X