Merendine a tutta salute

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Merendine a tutta salute

17-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Entro due anni i distributori automatici potrebbero essere pieni di merendine che non solo non fanno male alla salute, ma che preservano dalle malattie

In arrivo i distributori di merendine salutari

08/05/2007 - Somiglieranno alle classiche merendine, al gusto di cacao, fragola e limone, ma senza essere ipercaloriche o nocive alla salute. Al contrario, conterranno quantità controllate di nutraceutici, utili per il nostro benessere. Si chiamano “Nutra-snacks” e fanno parte di un progetto che coinvolge otto istituzioni europee (di cui ben quattro italiane: le università di Milano, Pisa, Rimini e il Cnr) coordinato dall’Istituto di Cristallografia di Montelibretti (Roma).
Le merendine Nutra-Snacks faranno parte della categoria “functional food”, cioè prodotti alimentari consumati abitualmente, di supporto non solo alla nutrizione, ma anche alla salute umana. Infatti, come spiega Maria Teresa Giardi del Cnr e coordinatrice del progetto, <>.
Entro due anni verranno dunque immessi sul mercato prodotti alimentari gustosi e simili nell’aspetto alle tradizionali merendine, ma allo stesso tempo caloricamente bilanciati e rispettosi dei migliori principi nutritivi: l’obiettivo è tenere sotto controllo il peso, soprattutto dei più piccoli, e prevenire alcune patologie come diabete, arteriosclerosi e alcune malattie del cuore e cerebrovascolari, che vengono associate a una scorretta alimentazione.
La produzione partirà inizialmente dai classici snack o “spezzafame” amati soprattutto dai giovani e da chi pratica sport, e successivamente si orienterà verso l’area della prima colazione, occasione di consumo critico e troppo spesso trascurata.
<>. In questo senso è chiaro l’ennesimo appello della Coldiretti (che collabora al Piano per il Benessere dello Studente elaborato dal Ministero della Pubblica Istruzione): a scuola più frutta e meno schifezze! Per sconfiggere i problemi di peso che interessano il 36% dei ragazzi italiani attorno ai dieci anni (il valore più alto tra i Paesi europei), bisogna assicurare nelle scuole la disponibilità di alimenti freschi e sani come frutta e verdura, anche da sgranocchiare, in grado di assicurare senso di sazietà e garantire un adeguato apporto idrico. Altrimenti, secondo quanto emerso dall’ultimo Congresso Internazionale sull’Obesità, si corre un grosso rischio: i ragazzi delle nuove generazioni per la prima volta nella storia potrebbero essere i primi ad avere una vita più breve dei propri genitori per colpa delle malattie causate dall’obesità e dal sovrappeso.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X