Olio extravergine di oliva: gusto e benessere

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Olio extravergine di oliva: gusto e benessere

17-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

L'olio extra vergine di oliva è il simbolo della Settimana Nazionale per la Prevenzione dei Tumori dal 16 al 25 marzo

Olio extra vergine di oliva protagonista della dieta mediterranea e nutraceutico senza pari

13/09/2007 - Dal 16 al 25 marzo le piazze italiane tornano ad ospitare la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, rinnovando uno dei principali appuntamenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT).
Lo slogan dell’edizione 2007 è “Prevenzione… mi vOLIO bene”: ancora una volta, dunque, il protagonista delle nostre tavole, condimento principe della dieta mediterranea e ormai noto per le sue qualità benefiche proprio in termini di prevenzione delle malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di tumore, sarà il simbolo di questo importante appuntamento.
La settimana sarà caratterizzata da un ricco carnet di appuntamenti per informare e sensibilizzare la popolazione sull’importanza della cultura della diagnosi precoce e della prevenzione, concetti fondamentali capaci di fare la differenza nella lotta contro i tumori. I volontari della LILT saranno a disposizione nelle piazze per rispondere a domande, dare informazioni e consegnare, in cambio di un contributo, una bottiglia di olio extravergine di oliva rigorosamente certificato.
Se è ormai certo che circa il 40% dei tumori sia causato dalla errata alimentazione, è altrettanto assodato che esistono davvero alimenti anti-cancro, come le carote, il pomodoro, il cavolo e, appunto, l’olio extravergine di oliva. Adottando uno stile di vita più salutare, a cominciare dalla tavola, e al contempo sottoponendosi a controlli preventivi periodici, è così possibile evitare lo sviluppo di tumori e migliorare lo stato di salute.
L’olio extravergine di oliva ha un elevato contenuto di polifenoli, composti organici con accentuate proprietà antiossidanti. A questi si aggiungono i grassi non saturi, che costituiscono un’alternativa salutare ai grassi di origine animale. L’accoppiata polifenoli-grassi aiuta a ridurre il colesterolo “cattivo” e allevia lo stress cardiaco derivante dai processi di ossidazione. Consumato regolarmente crudo, l’extravergine tiene dunque alla larga le malattie cardiocircolatorie quali ictus e infarto. Non solo: combatte la stitichezza e protegge da alcuni tipi di tumori come quelli al seno, alla prostata, al colon e alla laringe. Il merito va alla sua componente fenolica e in particolare all’idrossitirosolo, uno dei fenoli biologicamente più attivi contenuti nell’extra vergine: lo ha dimostrato una recente ricerca condotta dall’Università di Perugia. Attraverso un’analisi in vitro si è evidenziato che l’idrossitirosolo agisce come detossificante nei confronti di quei composti, agenti DNA mutanti, che possono indurre il cancro, aumentando la capacità della cellula di riparare il proprio patrimonio genetico. Nel caso il processo tumorale progredisca l’idrossitirosolo è in grado di esplicare un’azione positiva, evitando la proliferazione e la mitosi della cellula oppure favorendo l’apopstosi della cellula, una sorta di dolce morte, prima dell’insorgenza della neoplasia vera e propria.
Elemento essenziale della cara, vecchia dieta mediterranea, l’olio extravergine è dunque un alleato prezioso della nostra salute. Ma, come sempre, sappiamo bene che un alimento benefico, se assunto in quantità eccessive, rischia di diventare dannoso, anche per la linea. Per non ingrassare il consumo ideale non dovrebbe superare i due-tre cucchiai al giorno, rigorosamente crudo. L’extravergine va preferito a quello di semi anche per friggere perché, deteriorandosi meno alle alte temperature, si riduce la formazione di sostanze tossiche. Ma è sempre meglio non abusare di questa tecnica di cottura.
Settimana Nazionale per la Prevenzione dei Tumori. Vuoi saperne di più? Clicca su
www.legatumori.it


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X