Per dimagrire mai fare la spesa a stomaco vuoto

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Per dimagrire mai fare la spesa a stomaco vuoto

09-05-2013 - scritto da Paola Perria

Ci si arriva intuitivamente, ma ora giunge il riscontro scientifico: la spesa è meglio farla dopo mangiato...

Un consiglio per dimagrire: andare al supermercato senza avvertire il senso di fame

Per dimagrire mai fare la spesa a stomaco vuoto Siete a dieta, volete perdere qualche chilo o per ragioni mediche è meglio che stiate attenti a ciò che mangiate? Allora fate la spesa al supermercato sempre a stomaco pieno, eviterete parecchie tentazioni e il rischio di riempirvi frigo e dispensa di cibi tanto appetitosi quanto pericolosi per la linea e le salute. In effetti, non è difficile intuire il motivo di questo consiglio: è abbastanza ovvio che in preda alla fame e con un carrello in mano, qualunque alimento che stimoli l'acquolina, qualunque cibo che alla sola vista ci faccia "borbottare" lo stomaco, rischia di venire acquistato (e mangiato), anche se nella nostra lista della spesa proprio non era stato inserito. Come si fa a resistere a quella invitante confezione di gelato, a quel pacco di biscotti al cioccolato, alle patatine fritte in busta, all'allegra salsiccia che pende dallo scaffale del salumiere?

Come possiamo scegliere lo yogurt bianco e magro (così triste), se affianco troviamo il barattolo che ci ispira fantasie d'amorosi sensi? Naturalmente bisogna tirare fuori tutta la nostra forza d'animo, e soprattutto andare al supermercato, o nei negozi dove solitamente compriamo da mangiare, rigorosamente a stomaco pieno. In questo modo sarà molto più facile attenerci alla scarna lista di ciò che effettivamente dobbiamo acquistare perché ci fa bene (leggi: frutta, verdura, prodotti biologici eccetera) e non cedere alle lusinghe del cibo spazzatura che è tanto accattivante quanto nocivo.

Stavolta, a confermare questa semplice deduzione, arriva uno studio USA condotto dai ricercatori della Cornell University di Ithaca (NY) coinvolgendo un campione di 68 individui adulti divisi in due gruppi. Il primo gruppo, composto da 34 persone, è stato invitato a fare la spesa durante la sera, prima di cena e dopo un digiuno di 5 ore circa, il secondo ha potuto fare i propri acquisti a stomaco pieno, subito dopo uno spuntino a base di crakers. Risultato? Il campione che ha fatto la spesa affamato ha acquistato più prodotti ad alto potere calorico rispetto agli altri. Lo studio, pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine, dimostra che la diffusione del cibo spazzatura, oltre che dalla economicità, è originata anche dall'abitudine di fare la spesa dopo il lavoro o comunque in orari in cui le persone non hanno ancora mangiato. Un piccolo consiglio per non acquistare male i nostri cibi, pentendoci subito dopo, è perciò anche quello di scegliere orari in cui non siamo vittime delle nostre tentazioni "di gola".


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X