Stress da rientro dalle vacanze? Ecco come superarlo

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Stress da rientro dalle vacanze? Ecco come superarlo

10-09-2015 - scritto da Paola Perria

Il rientro al lavoro e alla “solita” vita dopo la pausa estiva può essere traumatico, ecco i consigli per attutire il colpo.

Consigli utili per chi, di rientro dalle ferie, si sente più stanco di prima.

Stress da rientro dalle vacanze? Ecco come superarlo

Diciamoci la verità: a quanti di noi accade di sentirci completamente a terra dopo la fine delle vacanze? Altro che effetto rigenerante ed euforizzante delle ferie! Al contrario di quanto atteso, una volta che si rientra a casa, alle proprie abitudini quotidiane, agli impegni e al lavoro, ci si ritrova totalmente fuori fase, stanchi nel corpo e mentalmente esauriti, tanto che il tornare alla consueta routine diventa quasi un trauma.

Per riprendersi dalle vacanze estive, superando quello che viene definito stress da rientro, cosa ci vuole? E’ solo un effetto psicologico? In realtà guai a sottovalutare lo stress, che alla lunga può curare danni alla salute.

Sono tanti i fattori che entrano in gioco: ad esempio sappiamo che esiste un naturale “down” legato al cambio di stagione (il sistema immunitario, infatti, tende ad indebolirsi nel passaggio dall’estate all’autunno e ci rende più vulnerabili alle infezioni e ai malanni stagionali).

Sappiamo anche che le ore di luce che si riducono sempre più sortiscono un effetto deprimente sull’umore, e anche questo meccanismo naturale ha un suo peso.

Il ritorno al lavoro, poi, può rivelarsi pesante, perché ci si deve riabituare ai vecchi orari e riprendere a “preoccuparsi” di questioni spesso spinose e ansiogene, problemi che per qualche tempo avevamo accantonato. Stesso discorso per chi deve riprendere gli studi, ad esempio per la preparazione di esami universitari.

Considerando, quindi, che la biologia ci rema un po’ contro e che la mente non ci aiuta, come possiamo attutire l’impatto del rientro post feriale? Attuando una strategia mirata che agisca su diversi fronti: alimentazione, sport, relax e sonno. Vediamoli tutti.

  • Alimentazione. Non sempre durante le vacanze estive abbiamo modo e voglia di alimentarci bene. Talvolta, complici le uscite con gli amici e il desiderio di trasgressione gastronomica, finiamo per eccedere, mangiando più del dovuto (soprattutto cibi pesanti, ricchi di grassi e  di zuccheri, per non parlare dei fritti), e bevendo più del solito. Così, rientrati a casa, oltre ad una bella abbronzatura, ci portiamo appresso come “regalino” anche qualche chiletto in più che sicuramente non contribuisce a farci sentire bene. E’ importante, però, non aumentare il livello di stress e di frustrazione buttandoci su una dieta rigida e mortificante per recuperare in fretta il peso forma. Meglio andarci “morbidi”, puntando su una dieta mediterranea light in cui i carboidrati non siano eliminati, ma scegliendo quelli integrali (ad esempio pane, pasta e riso “scuri”), e sostituendo i dolci e i gelati con la frutta (sia fresca che secca). La frutta, infatti, soprattutto quella che troviamo a fine estate come l’uva, le susine, le prime mele, i mirtilli, ha un buon effetto detox, stimola il sistema immunitario e al contempo appaga il gusto. Ottime anche le tisane relax, anche per creare una pausa rilassante durante le ore di lavoro. Procuriamoci le erbe per l’infuso in erboristeria (ad esempio a base di tiglio, biancospino, melissa, malva ecc.)

 

  • Sonno. Fa il paio con l’alimentazione. Infatti non sempre in vacanza si riesce a dormire come si vorrebbe a causa del caldo e, talvolta, del cambio di orario, così invece di riposarci, ci ritroviamo più stanchi di prima al rientro. A quel punto il nervosismo può raggiungere livelli allarmanti. Come per il punto precedente, quindi, via libera alle tisane rilassanti, che sono tanto più efficaci se assunte con regolarità ogni giorno alla stessa ora, meglio ancora se addolcite con poco miele. Ad esempio mezzora prima di andare a dormire, ma per molte persone può essere più utile assumere l’infuso durante la sera, ad esempio al posto del tè delle cinque. Per dormire bene assicuriamoci di staccare tutti gli apparecchi elettromagnetici che si trovano nella stanza da letto, e di tenere smartphone e telefoni in un’altra stanza. Cerchiamo anche di creare una condizione climatica ottimale all’addormentamento, facendo in modo che la camera da letto non sia troppo calda o troppo fredda, rimuovendo le fonti di luce, e se abbiamo problemi con i rumori esterni, procuriamoci dei tappi per le orecchie di cera. Curiamo l’igiene del sonno, evitando di consumare la cena troppo tardi, lasciando perdere i cibi che possono alterare i ritmi sonno-veglia (pizza, cioccolato e bistecca, ma non solo...) e scegliendo invece pietanze leggere con un blando effetto sedativo (ad esempio ottima l’insalata di lattuga). Non navighiamo su Internet o non rispondiamo alle e-mail fino a tardi, al limite guardiamoci un po’ di tv o leggiamoci un buon libro, e quando sentiamo il sonno che arriva, assecondiamolo

 

  • Sport. Se abbiamo evitato accuratamente di praticare qualunque tipo di attività fisica durante le ferie estive probabilmente non è una buona idea correre ad iscriverci subito in palestra e programmare un allenamento super intensivo per recuperare. Ci stresseremmo terribilmente e basta. Meglio riprendere per gradi, cominciando con delle belle passeggiate all’aperto, per approfittare ancora delle belle giornate di settembre e ottobre, e con semplici esercizi di stretching da fare ogni giorno per sciogliere i muscoli e le articolazioni. L’attività fisica stimola la produzione delle endorfine che a loro volta, inducono una condizione di benessere  psicologico, di buon umore e di euforia, ecco perché fare sport è una benedizione soprattutto in quei momenti dell’anno in cui tendiamo alla malinconia e alla depressione

 

  • Ricarichiamoci con mini vacanze. E’ importante, in una fase dell’anno un po’ opaca e faticosa, gratificarsi con piccole coccole. Ad esempio programmiamo un weekend alle terme – a fine stagione di solito offrono ottimi ed economici pacchetti relax – una gita fuori porta o in qualche località vicina in cui ci siano eventi o sagre. Ci servirà per attenuare il senso di “perdita” dopo la fine delle ferie e per ritrovare il nostro buon umore

 

Foto | via Pinterest



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X