Tumore ovarico, i sintomi da non trascurare

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Tumore ovarico, i sintomi da non trascurare

28-08-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

Diagnosi e sintomi del tumore alle ovaie

Tumore alle ovaie e marcatore tumorale CA125

Tumore ovarico, i sintomi da non trascurare

Ho letto un dato stamane che mi ha molto colpito: ogni 2 ore una donna nel mondo muore a causa di un tumore alle ovaie. Effettivamente siamo abituate a pensare che con il pap test possiamo effettuare la diagnosi precoce di tutti i tumori ginecologici, ma è profondamente sbagliato. Quello serve solo per il cancro della cervice uterina. Per il tumore ovarico non esistono ancora programmi di screening scientificamente riconosciuti, anche se la visita annuale con palpazione delle ovaie e l'ecografia possono essere utili. Come spesso accade in campo oncologico, prima si fa la diagnosi e maggiore è la possibilità di combattere proficuamente la malattia.

Per questo è particolarmente importante comprendere e saper riconoscere i sintomi, anche se purtroppo nelle fasi iniziali, tale neoplasia è spesso silente. I segnali più comuni a cui prestare attenzione sono:
 

  • Mal di stomaco persistente
  • Gonfiore addominale ed aerofagia
  • Minzione frequente
  • Difficoltà a mangiare o raggiungimento rapido della sensazione di pienezza
  • Mal di schiena
  • Cambiamenti nelle vostre abitudini intestinali (diarrea o stipsi)
  • Sensazione di stanchezza per tutto il tempo


Chiaramente si tratta di sintomi molto comuni e spesso lievi, quindi trascurati. E' però importante rivolgersi ad un medico se si presentano all'improvviso o in rapida e costante sequenza (tutti i giorni): un'ecografia pelvica potrà già dare importanti indicazioni.

Altre condizioni di salute possono produrre sintomi simili al cancro ovarico o possono indurre a preoccupazione di svilupparlo. Tra le più comuni troviamo:

 

 

  • Sindrome dell'intestino irritabile (IBS)
  • Cisti ovariche
  • Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)


Anche queste patologie possono avere delle conseguenze seppur non gravi come quelle di un tumore per cui è sempre molto importante non trascurare i sintomi.

Una curiosità: alcuni studi scientifici hanno utilizzato il CA 125 (un marcatore tumorale) per effettuare la diagnosi precoce in donne asintomatiche ed apparentemente sane, ma i risultati non sono stati affidabili. Lo sono invece nel monitorare l'eventuale ripresa della malattia dopo un trattamento.

Foto: Flickr

 

 

Categorie correlate:

Salute donna




A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cistite ricorrente: un problema femminile

Cistite ricorrente: un problema femminile

10/06/2019.   La cistite è la più comune tra le cosiddette IVU (infezioni alle vie urinarie), e sembra che abbia una particolare predilezione per il sesso femminile. Sono le donne, infatti, sia giovani che...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X