ForumSalute

Allattamento: cosa mangiare

Allattamento: cosa mangiare

01-11-2014 - scritto da Roberta Madonna

La dieta della donna che allatta? A base di frutta, verdura, ortaggi, legumi, cereali ed oli vegetali come l’extra vergine d’oliva

Consigli alimentari durante l'allattamento

Allattamento: cosa mangiare

Durante l’allattamento, la dieta dovrebbe essere incentrata principalmente su alimenti digeribili, di alto valore nutritivo, fonti di acidi grassi pregiati e proteine nobili, ricchi di vitamine e sali minerali - come calcio, fosforo e ferro - dato l’aumentato fabbisogno che caratterizza questo particolare periodo.

Frutta, verdura, ortaggi, legumi, cereali ed oli vegetali come l’extra vergine d’oliva, sono i principali protagonisti della dieta della donna che allatta.

Un aspetto da non sottovalutare riguarda la corretta idratazione quotidiana della nutrice; basti pensare che l'acqua è presente nel latte materno in una percentuale che si aggira intorno all'80%. Per questa ragione, durante l'allattamento si consiglia di assumere almeno due litri di acqua oligominerale al giorno, a basso residuo fisso, da alternare, ove possibile, con un’acqua calcica.

È raccomandato limitare l'uso di spezie ed aromi vari e di moderare, anche, il consumo di zuccheri raffinati.

Durante il periodo dell'allattamento è bene prediligere metodi di cottura semplici, quali il vapore, il cartoccio, la lessatura o gli stufati, evitando fritture e grigliature.

Alcuni alimenti come i dadi da brodo e le carni insaccate o conservate, quali presumibili fonti di nitrati e nitriti o i crostacei, i molluschi, le uova, i pomodori, le fragole ed i frutti di bosco, le pesche, i kiwi, la frutta secca ed i dolcificanti di sintesi, potrebbero essere dannosi per il neonato o mal tollerati, alcuni, in particolare, per il loro potenziale effetto allergizzante.

Se il piccolo soffrisse di coliche gassose, è buona regola limitare il consumo di cibi potenzialmente flatogeni, quali patate, peperoni, crauti, cavolo, rapa, verza, cavolfiore, broccoli, legumi, frutta secca e semi oleaginosi ed evitare gli eccessi di frutta essiccata e zuccherina.

Durante l'allattamento è fondamentale moderare il consumo di caffeina ed evitare l’alcol. Non è ammesso neanche il fumo di sigaretta; la nicotina, passando direttamente nel latte, oltre a ridurne la produzione, è nociva per il neonato. Il consiglio resta, in ogni caso, di rivolgere all’occorrenza ogni dubbio o perplessità al proprio medico.




A cura di Roberta Madonna, Biologo Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica
ForumSalute: Salute, Benessere, Medicina, Gravidanza, Test
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+
www.benesserepsicofisico.net

Profilo del medico - Roberta Madonna

Nome:
Roberta Madonna
Comune:
Santa Maria Capua Vetere
Telefono:
3409514668
Occupazione:
Biologo Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica
Contatti/Profili social:
email sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Talassemia: una "antica" malattia del sangue

Talassemia: una "antica" malattia del sangue

Anche definita “anemia mediterranea” perché diffusa nel bacino del Mare nostrum, la talassemia è una grave malattia del sangue che provoca la parziale o totale distruzione dei globuli rossi. Chi ne soffre, in...

24/02/2017 - scritto da Paola P.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
CISTITE: LE REGOLE PER UN SESSO SICURO

Bruciore intimo, irritazione e stimolo frequente a fare pipì possono mettere in pericolo l'intimità e la sessualità di coppia. Ritrova il piacere e la passione... così!
Ecco i rimedi.
DIMAGRIRE CON I PROBIOTICI

Lo dice la scienza: una flora batterica intestinale sana sarebbe alla base dell'equilibrio del peso corporeo. Se vuoi tornare in forma, punta sulla dieta probiotica!
Leggi tutto.

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X