Allergia al nichel: diagnosi e terapia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Allergia al nichel: diagnosi e terapia

01-02-2016 - scritto da Viviana Vischi

La dermatite allergica da contatto è il primo campanello d'allarme dell'allergia al nichel. Il patch test è il sistema più efficace per diagnosticarla.

Come si diagnostica un’allergia al nichel?

Allergia al nichel: diagnosi e terapia

Alcuni sintomi importanti come dermatiti da contatto, eritemi e vescicole, che compaiono dove abitualmente portiamo accessori in metallo, unite a problemi gastro intestinali, possono essere un campanello di allarme per sospettare un'allergia al nichel. Per diagnosticarla con certezza è necessario effettuare un test cutaneo, eseguito dal medico in ambulatorio, chiamato patch test.

Questo esame diagnostico viene utilizzato più in generale per identificare la sostanza responsabile di una reazione infiammatoria locale. Il test consiste nell'applicare sulla pelle alcuni dischetti contenenti diverse sostanze alle quali il paziente potrebbe essere allergico, tra cui appunto il nichel. La concentrazione di nichel contenuta nel dischetto è sufficiente per stimolare una reazione in soggetti allergici, ma non eccessiva da scatenare shock anafilattico. Dopo 48/72 ore il medico potrà leggere il risultato verificando che sulla pelle non vi siano eritemi, edema e vescicole rosse peculiari di una dermatite allergica da contatto dovuta alla sola esposizione della pelle al nichel. L'interpretazione del patch test è abbastanza complessa poiché vanno esclusi semplici irritazioni; è bene quindi che a farla sia il dermatologo.

 

In caso di reazione allergica, che fare?

A seguito del contatto con l’allergene, il nichel, e a seconda dei sintomi, è opportuno chiamare il medico. Nel frattempo, è opportuno far sdraiare il soggetto colpito, facendogli sollevare le gambe rispetto al resto del corpo, per favorire l’afflusso di sangue al cervello.

Quando i sintomi aumentano per intensità e gravità, è possibile che sia in corso uno shock anafilattico, ossia una reazione allergica “esplosiva” che può portare anche alla morte in pochi minuti. In questo caso,  bisogna chiamare un’ambulanza.  Nel frattempo, è altamente consigliabile utilizzare dell’adrenalina auto-iniettabile, una sostanza salva-vita che consente di guadagnare tempo in vista dell’arrivo al Pronto Soccorso, dove il personale medico si prenderà cura del paziente.

Il modo più efficace per prevenire una reazione allergica è, per quanto possibile, evitare il contatto con l’allergene. Nel caso del nichel, è di fondamentale importanza conoscere gli oggetti costituiti da questo metallo e, per chi soffre di allergia sistemica al nichel, anche gli alimenti che lo contengono

Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X