Bambini d’Italia: che brutte abitudini

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Bambini d’Italia: che brutte abitudini

17-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Poco movimento, troppo cibo spazzatura e l’obesità infantile diventa un fenomeno preoccupante

E' allarme obesità tra i bambini italiani

10/04/2007 - Ma quanto sono pigri i bambini italiani! Sono gli stessi genitori a fare la sconcertante confessione sul cattivo stile di vita dei propri figli. Uno stile di vita negativo non solo dal punto di vista della sedentarietà ma anche dell’alimentazione. Lo dice la ricerca svolta dalla Swg per il Moige (Movimento Italiano Genitori) “Le abitudini alimentari e motorie dei bambini” svolta su 5 mila genitori con figli tra i 6 e i 12 anni. Il rapporto è stato presentato in occasione della partenza del progetto “Giochi di sempre”: un’iniziativa che coinvolgerà una ventina di scuole e che mira a diffondere consigli di buona salute e alimentazione utilizzando la chiave dello spettacolo teatrale.
I bambini italiani assomigliano sempre più ai loro genitori, ovvero sono troppo sedentari. Non è solo colpa loro: sono sempre più figli unici in un Paese che invecchia, ed è sempre più difficile socializzare al di fuori della scuola. Ma resta il fatto che il 15% non pratica alcuno sport o lo fa per appena un’ora a settimana, un altro 50% lo fa tra le 2 e le 4 ore a settimana; escluso lo sport, i minuti dedicati al movimento sono solo 45 al giorno. La metà degli under 12 non esce mai a giocare con i coetanei e finisce per passare il pomeriggio in casa tra compiti (poco meno di 2 ore al giorno), tv (un’ora e 36 minuti), computer (un’ora e 5 minuti) e videogiochi (55 minuti). Quella che una volta era la regina dei pomeriggi, la tv, sta dunque perdendo terreno a favore di Internet, tanto che ormai il pc è il pane quotidiano di 8 bambini su 10.
Quanto al cibo, mediamente il 23% mangia al di fuori dei 5 pasti consigliati e il 15% lo fa in maniera disordinata, combinando dolci e salati come se niente fosse. Come i loro genitori non pranzano a casa; molti lo fanno a scuola (28%), alcuni dai nonni (9%). Ed ecco che i genitori non possono controllare cosa e quanto mangiano i figli. 8 bimbi su 100, poi, o non fanno colazione o la fanno in maniera sbagliata.
Tutto questo genera un serio problema sociale: i casi di obesità o sovrappeso tra i giovanissimi sono in preoccupante aumento. Secondo gli ultimi dati Istat, 4 bambini e altrettanti adolescenti su 100 sono obesi. Nell’ambito del sovrappeso si colloca invece il 26,9% dei maschi e il 21,2% delle femmine. La fascia d’età più colpita è quella tra i 6 e i 9 anni, dove le percentuali salgono al 33,6% per quanto riguarda i maschi e al 34,6% per le femmine.
Quali soluzioni? Più sport e giochi all’aria aperta, e poi occorre intervenire a casa e a scuola, con una maggiore attenzione ai menu delle mense, dove deve essere garantita la presenza di cibi sani come frutta e verdura, troppo trascurati dalle giovani generazioni. E bisogna incentivare la diffusione di distributori automatici dove acquistare frutta fresca, disidratata o spremute senza aggiunte di zuccheri o grassi come alimenti rompi-digiuno per una merenda sana alternativa al cibo spazzatura. Per diffondere una cultura della buona alimentazione in età giovane, l’Associazione Industrie Dolciarie Italiane ha annunciato l’impegno delle aziende produttrici a non rendere disponibili i prodotti dolciari nei distributori automatici delle scuole elementari e medie inferiori. Non basterà, ma è già qualcosa.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X