Broncocostrizione nelle crisi asmatiche

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Broncocostrizione nelle crisi asmatiche

02-03-2015 - scritto da Laura C.

Dispnea, respiro sibilante, tosse e sensazione di costrizione toracica: cosa avviene a livello dei bronchi quando si innesca una crisi asmatica?

Le cause dell'alterazione del respiro tipica dell’asma.

Broncocostrizione nelle crisi asmatiche

Una delle malattie respiratorie croniche più diffusa, l’asma, colpisce circa 300 milioni di persone nel mondo. E’ una malattia complessa che si manifesta attraverso un’infiammazione delle vie aeree, all’origine della quale giocano un ruolo chiave sia fattori genetici che ambientali. I fattori scatenanti dell'asma sono diversi: fumo di tabacco (attivo e passivo), inquinamento atmosferico, allergeni provenienti dall’ambiente esterno e/o allergeni tipici degli ambienti chiusi, ma i sintomi sono chiari e facilmente riconducibili ad una crisi asmatica: respiro sibilante o fischi, tosse, difficoltà respiratorie, senso di costrizione toracica.

Ma a cosa sono dovuti questi sintomi? Cosa accade a livello dei bronchi in un soggetto asmatico, una volta che questo entra in contatto con uno dei fattori scatenanti le crisi asmatiche?

Per comprendere i meccanismi alla base della patologia è opportuno acquisire qualche nozione di anatomia: i bronchi sono due ramificazioni della trachea che, in continuità con essa permettono all’aria inspirata di giungere ai polmoni. A livello polmonare si diramano in strutture via via più piccole a formare quello che viene chiamato “albero bronchiale”. I bronchi sono costituiti da una guaina di tessuto fibroso ricco di cellule muscolari lisce, rafforzato da anelli di cartilagine. All’interno sono rivestiti da una mucosa ricoperta da cellule ciliate e da un sottile strato di muco secreto da apposite ghiandole.  

L’alterazione della funzionalità respiratoria, caratteristica dell’asma, deriva da un’infiammazione delle vie aeree responsabile della diminuzione del flusso di aria che le attraversa. L’inalazione di un allergene determina il rilascio, da parte delle cellule infiammatorie, di una serie di sostanze chiamate pro-infiammatorie tra cui istamina, prostaglandine e leucotrieni. Queste sostanze agiscono sulle cellule della muscolatura liscia che avvolge i bronchi. Il risultato è la contrazione della muscolatura bronchiale con conseguente restringimento del lume dei bronchi. Le conseguenze della contrazione della muscolatura liscia sono amplificate dall’ispessimento della parete delle vie aeree dovuto all’edema, cioè il gonfiore della mucosa causato dal liquido fuoriuscito dai vasi sanguigni, e al catarro, prodotto dalle ghiandole bronchiali, che si accumula nello spazio interno ai bronchi. Anche la tosse probabilmente deriva dai mediatori dell’infiammazione in seguito a stimolazione delle terminazioni nervose sensitive delle vie aeree.

 

Potrebbero interessarti anche:

L'asma e l'importanza di seguire la terapia

Se l'asma colpisce i più piccoli? Ecco un utile decalogo per i genitori di bimbi asmatici



A cura di Laura C., Dottoressa in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, redattrice medico-scientifica dal 2013.
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X