Forum | ForumSalute.it

Forum | ForumSalute.it (https://www.forumsalute.it/community/)
-   Ortopedia e traumatologia (https://www.forumsalute.it/community/forum_60_ortopedia_e_traumatologia_1.html)
-   -   Cura edema intraspongioso anca- opinioni diverse (https://www.forumsalute.it/community/forum_60_ortopedia_e_traumatologia/thrd_236948_cura_edema_intraspongioso_anca_opinioni_diverse_0.html)

martina74 15-07-2018 18:09 PM

Cura edema intraspongioso anca- opinioni diverse
 
Salve a tutti.
A seguito di una caduta in motorino avvenuta il 15 giugno, mi sono recata in PS. La TAC (penso del femore) era negativa. In data 22 giugno, dopo una settimana di relativo riposo, alla visita di controllo, in situazione ancora di dolore, mi viene fatta una nuova TAC, questa volta del bacino, che rileva:
"sottile rima radiotrasparente sul profilo ventrale dell'acetabolo a decorso parallelo alla branca ileo pubica destra "come per frattura". Prognosi: 30 gg di carico leggero con canadesi.

Consulto un altro ortopedico dopo qualche giorno che prende esame della seconda TAC, e, nel dubbio, mi prescrive una RM bacino. Referto RM del 30 giugno: "focolai multipli di edema intraspongioso del pilastro anteriore della cavità acetabolare, della tuberosi ischiatica e della sinfisi pubica in assenza di interruzioni del profilo corticale". L'ortopedico mi consigliata telefonicamente tecar, magneto e carico leggero con canadesi fino a circa un mese dall'incidente, "poiché non c'è vera frattura".

Consulto un altro specialista che ha la possibilità di prendere visione della medesima RM. Lui ritiene che invece si tratti di frattura acetabolare e che vada trattata come frattura a tutti gli effetti, "poiché l'edema diffuso è sintomo di frattura". Mi prescrive riposo (spostamenti limitati al minimo necessario con canadesi) fino alla metà di agosto (quindi 2 mesi in scarico dalla data dell'incidente).

Ora io sono molto perplessa perché mi pare di capire che ci siano due visioni diverse sulla gravità e trattamento dell'edema intraspongioso.

Al momento sto facendo magneto domiciliare, tecar e laser e sono alla sesta seduta. Per andare a fare fisioterapia mi sposto con le canadesi.

Vorrei capire se è sufficiente un mese di scarico o ne servono effettivamente due.

Il mio fisioterapista ritiene che io debba iniziare a caricare l'arto anche se gradualmente poiché l'edema impiega mesi per riassorbire e lui ritiene che si possa iniziare a lavorare con un po' di carico in una situazione ancora di fastidio pur senza arrivare al dolore.

Sono molto preoccupata che un errore di valutazione comprometta la mia ripresa. Per lavoro cammino 6 ore al giorno. Inoltre la RM del 30 giugno ha evidenziato un inizio di artrosi dell'anca di cui non ero consapevole.

Io ho ancora dolore (sopportabile ma dolore) se carico l'arto (parlo di carico parziale) per più di pochi minuti.

Grazie a chiunque mi potrà aiutare :smile:

Laurentius 31-07-2018 16:37 PM

Riferimento: Cura edema intraspongioso anca- opinioni diverse
 
Ciao, come sta andando?
C'è un ortopedico che ti segue?

Dr. Riccardo Antonio Ricciuti 01-08-2018 01:34 AM

Riferimento: Cura edema intraspongioso anca- opinioni diverse
 
L' edema intraspongioso, rilevabile solo con la risonanza magnetica, è segno di sofferenza dell' osso spugnoso. Non è una vera e propria frattura ma una risposta infiammatoria in quel tessuto osseo che alla risonanza appare con le caratteristiche di presenza di liquido. Nel suo caso è di natura traumatica e ha interessato parte della cavità acetabolare (quindi l'articolazione dell'anca), la tuberosira' ischiatica e la sinfisi pubica. Il trauma è avvenuto oltre un mese e mezzo fa, ha effettuato fisioterapia ed è giusto riprendere a caricare l'arto in maniera progressiva. Tenga presente che la cavità acetabolare è interessara solo parzialmente e il dolore che avverte al carico potrebbe provenire dalla sinfisi pubica. Per quanto riguarda la tuberosita' ischiatica invece, potrebbe avere dolore contraendo i muscoli posteriori della coscia che vi si inseriscono, o stando seduta su una superficie dura. Le consiglio quindi di effettuare con la guida del suo fisioterapista esercizi di kinesi attiva in scarico e sotto carico, e di deambulare aumentando progressivamente i tempi di percorrenza usando prima 2 e poi un solo bastone canadese (ben regolato in altezza: i canadesi sono usati malissimo da molte persone). Se il dolore dovesse aumentare riduca l'attività ed assuma per qualche giorno farmaci antiinfiammatori. Se può recarsi al mare si eserciti a camminare in acqua, iniziando in acque relativamente profonde in modo da ridurre la forza di gravità e quindi il carico.

Laurentius 01-08-2018 07:31 AM

Riferimento: Cura edema intraspongioso anca- opinioni diverse
 
Grazie, fondamentale e molto esaustivo il suo intervento!


Adesso sono le 09:14 AM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2