Diavolillo: gusto e salute

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Diavolillo: gusto e salute

16-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Il diavolillo, cioè il peperoncino, come fattore di rischio per la prostata? No, secondo gli studi più recenti. Tutte le virtù di una pianta “infuocata”

I benefici del diavolillo o peperoncino

24/09/2007 - Non è tossico, anzi, fa bene alla salute e ai palati resistenti. Chi lo ama per insaporire sughi, minestre, spezzatini e zuppe di pesce può mangiarlo senza pericoli. Stiamo parlando del peperoncino, recentemente additato come fattore di rischio di malattie prostatiche, tra cui il tumore, in un congresso di Urologia a Roma. Pronta la risposta dell’Associazione Nazionale Medici Fitoterapeuti (Anmfit): "Il peperoncino è stato condannato senza prove – hanno affermato i medici – ma è assolutamente innocente".
Secondo l’Anmfit, a favore di questa pianta così apprezzata e utilizzata soprattutto dalle popolazioni dei climi caldi (messicani, spagnoli e italiani), ci sarebbero due importanti considerazioni:

1. che le popolazioni che ne fanno più uso non presentano una maggiore incidenza di cancro alla prostata

2. che non esiste alcun lavoro scientifico che ne dimostri la pericolosità, anzi, tutti gli studi pubblicati dimostrano l’esatto contrario. E cioè che il peperoncino è la pianta con più spiccata attività antiossidante, maggiore anche dei broccoli e delle carote. Inoltre contiene sostanze come la Capsaicina e i Carotenoidi che combattono le cellule tumorali e che aiutano la digestione

Il fatto che la Capsaicina possa diminuire fortemente (circa dell’80%) la proliferazione delle cellule del tumore alla prostata è emerso da una ricerca del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, tuttavia bisogna ammettere che non sono stati ancora effettuati studi approfonditi sugli esseri umani. Non c’è alcun dato, invece, riguardo alla possibilità di prevenire il tumore. Dunque mangiamolo pure senza timori, ma non gridiamo al miracolo e – regola valida per qualunque tipo di alimento - evitiamo le abbuffate.

Ma quali sono le virtù certificate di questo “diavolillo”, “diavolicchio”, “zenzero” o “pipazzu” talmente amato in Italia da avergli dedicato un’Accademia nazionale? Moltissime!

Grazie alla Capsaicina che racchiude in gran quantità (la stessa sostanza che ci pizzica la lingua quando la mangiamo), questa spezia provoca vasodilatazione e aumenta la temperatura cutanea superficiale, insomma, stimola la circolazione, è un aiuto per le malattie cardiovascolari e dona tonicità all’organismo. Elimina il colesterolo in eccesso e i trigliceridi. Inoltre, agisce come potente disinfettante intestinale. Ecco perché era il condimento principe delle popolazioni povere latine: perché il clima caldo tende a provocare più facilmente le infezioni batteriche nell’organismo rispetto alle temperature fredde! Il peperoncino agisce anche come antidolorifico naturale, ordinando al cervello di rilasciare le endorfine, gli ormoni che migliorano la resistenza e donano il buonumore.

Una curiosità per finire: esiste una scala di piccantezza che ne indica, da uno a dieci, l’intensità. E’ stata creata nel 1912 dal farmacista Scoville ed è basata sulle misure di acqua necessarie per far cessare il bruciore causato da un peperoncino. Tra le varietà più dolci New Mexico e Poblano, mentre il diavolillo veramente infuocato si chiama Habanero ed è la varietà più pregiata in assoluto.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X