I piedi piatti

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

I piedi piatti

30-06-2011 - scritto da Internullo

I piedi piatti, un disturbo molto diffuso nei bambini

Questo difetto è molto diffuso nei bambini dei due sessi; è bene pertanto delinearne i limiti patologici nelle varie tappe dell’accrescimento.



Il Piede Normale. Il piede piatto fisiologico del neonato si modella progressivamente al momento del carico e della deambulazione. La pianta forma l’arco nel corso dei due anni seguenti, conferendo ai piedi la loro fisionomia caratteristica. Durante questa fase, fin dall’inizio della deambulazione, il bambino ha bisogno semplicemente di calzature munite di un rinforzo al calcagno ma non rigide; un lieve sostegno plantare può essere incorporato nella parte interna e posteriore della suola. Calzature di questo tipo sono largamente commercializzate; esse sono leggere e non rappresentano per il bambino un impedimento alla deambulazione.

Talvolta però, la pianta del piede non si modella sotto sollecitazioni della marcia. E’ bene distinguere i due tipi principali di piede piatto a seconda che sia diretto o in valgo.

Il primo tipo è caratterizzato da semplice ipotonia. Si caratterizza per un cedimento globale della volta plantare le cui parti molli muscolari, insufficienti, non arrivano più sostenere gli elementi ossei, che sporgono dal bordo interno del piede. A riposo la palpazione fa apprezzare la flaccidità e l’assenza di un tono muscolare valido.

Il piede piatto valgo comporta invece una deviazione esterna del calcagno, tale da determinare la sporgenza interna dell’astragalo e dello scafoide. Ciò è evidente in piedi, per effetto del carico. A riposo la deviazione scompare completamente e l’astragalo si riduce senza che vi sia un’alterazione dell’articolarità. Questa è una caratteristica molto importante di tale varietà di piede piatto, che la distingue dal piede convesso minore.

Nel piede piatto diretto l’evoluzione è favorevole, con recupero progressivo durante l’accrescimento, e può essere aiutata dall’attività sportiva. Quanto all’usura delle calzature che, secondo alcuni genitori, sarebbe dovuta alla deviazione dei piedi, essa deve essere attribuita solamente alla qualità delle scarpe; infatti il rinforzo calcaneale è spesso inefficace o cede rapidamente. Per il piede piatto valgo, l’uso dei plantari con cuneo supinatore posteriore e pronatore anteriore può essere indicato per aiutare la rieducazione adatta che deve essere prescritta sempre altrimenti si dovrebbe consigliare l’uso continuo di plantari. La correzione completa si avrà dopo diversi anni, quando si arriverà cioè alla regressione della lassità articolare caratteristica dei primi anni di vita. Inoltre, non si deve ignorare l’habitus sfavorevole rappresentato dal bambino longilineo, spesso caratterizzato dall’atteggiamento scoliotico e dalle scapole alate. Questi bambini ipotonici non partecipano all’attività sportiva della scuola. In questo caso si dovranno fare presenti ai genitori le nostre riserve sull’evoluzione favorevole dell’accrescimento e della terapia adottata. Se i piedi piatti determinano un deficit funzionale reale o se la deviazione sotto carico è molto marcata, allora conviene prendere in considerazione il trattamento chirurgico (1%). Questo ha lo scopo di ridurre l’astragalo sul calcagno e di stabilizzare tale riduzione al fine di evitare ogni ulteriore spostamento. La fissazione con vite metallica astragalo-calcaneare nel seno del tarso o l’innesto osseo in questa sede permettono di raggiungere lo scopo. Il risultato a distanza è favorevole anche dopo l’asportazione della vite.


Dott. Giuseppe Internullo
Specialista in Ortopedia
Via Romano, 24 CALTAGIRONE (CT)
Per informazioni 0933-23843
www.chirurgiadellamanocatania.it

Profilo del medico - Internullo

Nome:
Giuseppe Internullo
Comune:
CATANIA
Telefono:
095497305
Professione:
Medico specialista attività privata
Posizione:
www.chirurgiadellamanocatania.it
Occupazione:
Chirurgia della mano
Specializzazione:
Ortopedia e traumatologia, Chirurgia della mano
Contatti/Profili social:
sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X