ForumSalute

La ginnastica per la cellulite

La ginnastica per la cellulite

12-04-2014 - scritto da Umberto Motta

Un ottimo strumento sia per prevenire sia per migliorare la cellulite? La ginnastica! Ecco gli esercizi per tonificare e migliorare la circolazione a livello periferico

Attività fisica e cellulite, quali esercizi?

La ginnastica per la cellulite

L’arrivo della primavera, risveglia in noi il desiderio di spazi aperti, i pensieri corrono sempre più vicini alle vacanze estive, ed ecco che al piacere di vedere alleggerirsi il nostro abbigliamento si accompagna la consapevolezza di “dover esibire” il nostro corpo e di provarne a volte un certo disagio.

Riappare la nemica numero uno delle donne: la cellulite. E’ lei la protagonista dei numerosi articoli e spot televisivi che offrono rimedi miracolosi a questa “malattia”.

 

COS'E' LA CELLULITE

La cellulite è infatti una malattia vera e propria e viene definita in termini medici “dermo-ipodermo panniculopatia edemato-fibro-sclerotica”. La complessità della definizione è pari alla complessità del fenomeno patologico rappresentato. In sintesi la cellulite rappresenta un’alterazione che avviene nel derma e nell’ipoderma (cioè gli strati sottostanti la pelle) e che interessa anche il pannicolo adiposo (cioè lo strato più profondo della cute) attraverso un accumulo di liquidi al di fuori dei vasi e una modificazione del tessuto che diviene fibrotico e sclerotico.

In conclusione alla base ci sarebbe un difetto dei vasi sanguinei, che non sarebbero in grado di portare sangue ossigenato ai tessuti e di ripulirli dalle sostanze tossiche prodotte. Questa situazione, produce una stato di sofferenza delle cellule ed una progressiva modificazione dei tessuti che, degenerando, perdono le proprie caratteristiche di tonicità ed elasticità.

La cellulite è un’alterazione generalizzata che si manifesta nelle sedi più difficilmente raggiunte dal sistema sanguigno: il gluteo, i fianchi, gli addominali e le gambe. Non si può ammorbidire, spezzare o sciogliere perché il danno è del tessuto connettivo. Dobbiamo renderci conto che non è solo un eccesso di grasso o un accumulo di liquidi e per questo motivo il trattamento è più complesso.


QUALI SONO LE CAUSE PREDISPONENTI?

La causa predisponente più importante è legata a due ormoni caratteristici del sesso femminile (estrogeni e progesterone) fondamentali per la funzionalità delle fibre muscolari ed elastiche. Tali ormoni se in eccesso o in difetto possono essere la causa principale dei primitivi squilibri delle pareti dei vasi.

Riconosciamo 3 tipi di cellulite:

- Cellulite dura o compatta: la pelle è ispessita e aderente si nota la buccia d’arancia se comprimiamo con le dita la zona
- Cellulite molle o flaccida: la pelle è spostabile e l’ipoderma è fluttuante
- Cellulite edematosa: si evidenzia l’aumento di volume delle zone colpite con la presenza di liquido. Compare la buccia d’arancia

Le zone più frequentemente colpite sono i glutei, i fianchi, le cosce, le gambe e la pancia.

 

LA GINNASTICA PER PREVENIRE E MIGLIORARE LA CELLULITE

La ginnastica ha un’azione tonificante e di miglioramento della circolazione a livello periferico e per questo motivo rappresenta un ottimo strumento sia di prevenzione che di miglioramento della cellulite. La ginnastica deve essere fatta con pesi leggeri e molte ripetizioni coinvolgendo i glutei, i muscoli della gamba, i muscoli dell’addome.

Per i GLUTEI:

1) ci mettiamo a carponi su un appoggio e distendiamo verso dietro la gamba. Ripetiamo l’esercizio trenta volte per lato
2) posizione a carponi alziamo lateralmente la gamba mantenendola a 90°. Ripetiamo l’esercizio 30 volte per lato
3) dalla posizione sdraiata cerchiamo di sollevare il bacino. Ripetiamo 20 volte

Per i FIANCHI e l'ADDOME:

1) dalla posizione sdraiata mano destra dietro la nuca e gambe destra piegate, avviciniamo il gomito destro al ginocchio destro. Ripetere l’esercizio per 25 volte per poi cambiare lato
2) Posizione sdraiata, gambe piegate, portare le spalle verso le ginocchia lentamente per 30 volte.
3) Eseguiamo delle torsioni del busto con un bastone. Ripetiamo per 50 volte

Per le COSCE:

1) In piedi appoggiati contro un muro, piegare le gambe e rimanere nella posizione per 20 secondi. Ripetiamo 5 volte.
2) Affondi: in piedi pieghiamo una gamba fino a toccare il ginocchio per terra, poi torniamo alla posizione di partenza.Ripetiamo l’esercizio 15 volte per gamba
3) Sdraiati sul fianco destro alzare la gamba sinistra per 25 volte.Eseguire la stessa cosa sull’altro fianco.

Questi semplici esercizi, uniti ad un programma alimentare che elimini gli abusi, possono aiutare a prevenire l’insorgenza della cellulite e nel caso sia già presente ridurne i danni, agendo come abbiamo visto, sul tono muscolare e sul miglioramento della circolazione locale.

La ginnastica, soprattutto con il sopraggiungere della bella stagione, può essere integrata da un mirato allenamento in acqua. L’acqua infatti agisce sulla superficie del corpo avvolgendolo con un massaggio naturale aiuta il movimento della muscolatura favorendo la circolazione, l’ossigenazione dei tessuti nonché l’eliminazione dei residui tossici. Ne consegue un miglioramento della tonicità muscolare con il progressivo rassodamento delle parti colpite dalla cellulite.




Dr. Umberto Motta
Dottore in fisioterapia, posturologo e docente nel corso di laurea in Fisioterapia Università degli Studi di Milano
Studio via Gaffurio 4 Milano MM CAIAZZO
tel 348 22 63 444
www.umbertomotta.com

Profilo del medico - Umberto Motta

Nome:
UMBERTO MOTTA
Comune:
Milano
Telefono:
3482263444
Professione:
Universitario
Occupazione:
Dottore in Fisioterapia
Specializzazione:
Fisioterapia, Ergonomia
Contatti/Profili social:
sito web


Articoli che potrebbero interessarti

VISTA E SPORT: TUTTI I BENEFICI SENZA CORRERE RISCHI

VISTA E SPORT: TUTTI I BENEFICI SENZA CORRERE RISCHI

Sono tanti i dubbi che assalgono uno sportivo appassionato nel momento in cui scopre di avere qualche difetto visivo da correggere con l’uso di lenti. Durante l’età della crescita, poi, quando in genere si comincia a...

07/09/2017 - scritto da Paola P.

HAI GLI OCCHI GONFI? ECCO COME CURARLI

HAI GLI OCCHI GONFI? ECCO COME CURARLI

Svegliarsi con gli occhi gonfi dopo una notte movimentata è normale, soprattutto se abbiamo ecceduto con l’alcool o con cibi molto unti e salati e magari ci siamo strapazzati un po’ immergendoci nella movida notturna. Il...

07/09/2017 - scritto da Paola P.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
CISTITE: LE REGOLE PER UN SESSO SICURO

Bruciore intimo, irritazione e stimolo frequente a fare pipì possono mettere in pericolo l'intimità e la sessualità di coppia. Ritrova il piacere e la passione... così!
Ecco i rimedi.
DIMAGRIRE CON I PROBIOTICI

Lo dice la scienza: una flora batterica intestinale sana sarebbe alla base dell'equilibrio del peso corporeo. Se vuoi tornare in forma, punta sulla dieta probiotica!
Leggi tutto.

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X