Scarlattina, cause, incubazioni, contagio e durata

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Scarlattina, cause, incubazioni, contagio e durata

08-07-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

Scarlattina, unica malattia esantematica dell'infanzia provocata da un batterio

Focus sulla scarlattina, diversa dalle altre malattie dell'infanzia

Questo inverno sono gironzolati dalle mie parti un bel po si casi di scarlattina. Per fortuna l’epidemia sembra essersi fermata e quindi mi soffermo ad approfondire l’argomento, cosa che non ho fatto prima per scaramanzia.

La scarlattina è una malattia esantematica che colpisce essenzialmentei bambini in età scolare, tra i 4 e gli 8 anni (è rara sotto i due anni ed oltre i 10, quindi anche negli adulti). E’ così definita a causa dell’esantema che provoca, ovvero un’eruzione cutanea, anche piuttosto violenta.

A differenza delle altre malattie esantematiche in età pediatrica come il morbillo o la varicella non è provocata da unvirus ma da un batterio, in particolare da uno streptococco beta-emolitico del gruppo A (lo Streptococco pyogenes)in grado di sviluppare tossine altamente irritanti per l’organismo umano. Da qui i sintomi caratterizzanti la malattia: febbre alta (anche 39-40°) e le macchie sulla pelle rosse scarlatte.

Il contagio avviene come per molte altre malattie infettive per contatto diretto di fluidi corporei, per cui basta una gocciolina di saliva emessa con un colpo di tosse o uno starnuto a trasmettere il batterio. Si è contagiosi 1-2 giorni prima dell’inizio dei sintomi e per tutta la durata dell’esantema a meno che non si inizi la terapia antibiotica. In tal caso in 48 ore circa il batterio viene eliminato dall’organismo e quindi cessa la contagiosità.

Questo termine è anche quello necessario per riammettere il bambino a scuola (ovvero aver iniziato la terapia antibiotica da almeno due giorni) anche se sarebbe preferibile aspettare che il bimbo guarisca del tutto: non è bello mandarlo in classe con la cosiddetta “maschera scarlattinosa” sul viso! L’esantema compare nell’arco di 2 giorni dai primi sintomi (mal di gola, febbre, lingua arrossata color lampone, e gola irritata anche con placche) e tende a sparire in 6/10 giorni, anche se questo comporterà una spiacevole desquamazione della pelle!

L’incubazione asintomatica è invece di 3 -5 giorni. Rarissime le complicanze.

Foto: Flickr

A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X