Tornare in forma dopo le feste: cosa fare e... non fare!

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Tornare in forma dopo le feste: cosa fare e... non fare!

02-01-2014 - scritto da Miky

Come comportarsi per smaltire i chili di troppo e il gonfiore accumulati durante le feste? Ecco i consigli utili

La dieta e lo stile di vita per tornare in forma dopo le feste

Tornare in forma dopo le feste: cosa fare e... non fare! Eccoci qua....per molti, se non per tutti, le feste natalizie portano con sè panettoni, dolci e grandi abbuffate.
Ci si ritrova di conseguenza nei giorni successivi a fare i conti (davvero in senso matematico) con i chili acquistati e con quella sensazione di ''gonfiore'' generale che sembra non sparire.
Bene, come comportarsi? Cosa fare e cosa non fare.......di seguito, alcuni semplici ma fondamentali consigli:

Cosa non fare....

1. NON DIGIUNARE: Partiamo dall'errore più comune... non mangiare per tentare di perdere i chili presi in breve tempo. Saltare i pasti, non solo comporta un rallentamento del nostro metabolismo, ma ci porterà ad arrivare affamati ai pasti successivi a quello saltato dove, di conseguenza, si mangerà di più. Cosi' facendo, inoltre, si correrà il serio rischio di perdere massa magra (muscolare) piuttosto che grassa realizzando cosi' l'obiettivo di un peso minore (la bilancia segnerà chili in meno con buona pace dei sensi) ma in questo caso perdere peso NON è sinonimo di dimagrimento..... anzi, perdere massa magra rallenta ulteriormente il nostro metabolismo, essendo quest'ultimo direttamente proporzionale alla stessa. (per info: http://www.forumsalute.it/community/forum_17_dieta_alimentazione_sport_e_forma_fisica/thrd_154732_la_differenza_perdere_peso_o_dimagrire_1.html )


2. EVITARE I CARBOIDRATI: Altro errore comune legato all'alimentazione. Certamente controllare l'apporto di carboidrati all'interno di una dieta mirata al dimagrimento è fondamentale, ma occhio a non confondere i due verbi: eliminare e controllare!
Bisognerebbe invece assumere per lo più carboidrati a digestione lenta e ricchi di fibre (integrali), che danno un senso di sazietà prolungato e transitano più facilmente a livello intestinale.

3. BERE E...BASTA! Impostare una dieta esclusivamente liquida con frullati ''fai da te'' di acqua, carote e cetrioli rappresenta un'alternativa altamente squilibrata per l'apporto inidoneo di calorie e nutrienti.

4. FARE SPORT IN MANIERA OSSESSIVA: Praticare attività fisica per tempi prolungati tutti i giorni e magari anche 2 volte al giorno non porterà alcun risultato se non quello di aumentare il senso di stanchezza, spossatezza e stress per un sovrallenamento. Se poi, a questa attività intensa e frequente si abbina anche il digiuno ossessivo di cui sopra, la ''minestra'' è davvero pronta.... (almeno questa potete mangiarla :81: ).


Cosa fare...

Alimentazione: Impostare semplicemente un'alimentazione si ipocalorica (limitando i carboidrati e preferendone gli integrali di cui si è detto sopra, tralasciando i dolciumi, e preferendo cibi magri) ma sempre equilibrata cercando di fornire al nostro organismo tutti i nutrienti.

Attività fisica: a prevalenza aerobica. Via libera a bicicletta, jogging ( http://www.forumsalute.it/community/forum_17_dieta_alimentazione_sport_e_forma_fisica/thrd_155674_correre_per_la_prima_volta_come_1.html ) cyclette, tapis roulant, ballo, nuoto e cosi via.... ricordando di protrarla per almeno 40 min. ad intensità media. Se possibile sarebbe ideale associare in sedute allenanti differenti, all'attività cardio, attività anaerobica in palestra con piccoli pesetti e sovraccarichi per mantenere sempre ''sveglia'' la muscolatura e non perdere tonicità.

Profilo del medico - Miky

Nome:
Michele
Occupazione:
Istruttore fitness
Specializzazione:
Scienze e tecniche delle attività motorie preventive ed adattate
Contatti/Profili social:
facebook


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X