Biglietto da visita: capelli splendenti

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Biglietto da visita: capelli splendenti

02-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

E’ la luminosita’ a fare la differenza. Per ritrovarla bisogna usare la massima delicatezza.

Anche al momento della tinta. Ecco i prodotti che, mentre colorano, fanno bene ai capelli

Biglietto da visita: capelli splendenti E’ un dato ormai certo: è la luminosità a fare la differenza. Succede per il viso e anche per i capelli: la loro bellezza è determinata dalla capacità di brillare sotto i raggi del sole o della luce artificiale. E il loro aspetto può influire anche sull’umore. Purtroppo, spesso si tratta di un’influenza negativa, perché non sono splendenti e corposi come li vorremmo; piuttosto, appaiono avviliti, opachi, privi di tono. E noi di conseguenza.
Il perché è presto spiegato. I capelli sono rivestiti da squame che, perfettamente aderenti tra loro, riflettono la luce rendendo la capigliatura radiosa. L’esposizione al sole e al phon, le colorazioni aggressive e le spazzolature troppo decise possono sollevare le squame: a quel punto i capelli perdono la loro capacità di riflettere la luce e “si spengono”. In più, dalla superficie non compatta fuoriesce facilmente acqua, causando un progressivo inaridimento della chioma. Il problema riguarda in particolare i capelli lunghi, e a soffrire sono soprattutto le punte, che possono spezzarsi.
Come restituire loro la luce che desideriamo? E soprattutto, visto che secondo una ricerca del Codacons ben il 75% delle italiane ama cambiare colore, come fare a non sciuparli pur tingendoli?
Cominciamo dalla “manutenzione ordinaria”: i lavaggi possono anche essere frequenti, a patto di usare shampoo e balsamo delicati, che asportino sebo, sudore e inquinanti senza aggredire la cute e le strutture cheratiniche del capello. Sono indicati i prodotti a base di tensioattivi dolci e di origine naturale. Almeno 2-3 volte la settimana è bene effettuare un micro-massaggio con i polpastrelli, che aumenta la circolazione favorendo il nutrimento del bulbo pilifero. E’ infine opportuno evitare asciugature troppo decise con phon caldi, piastre e spazzole elettriche.
Quanto alle colorazioni, meglio scegliere prodotti naturali, che agiscano nel pieno rispetto della fibra capillare; che siano cioè privi di quei componenti chimici che rovinano le chiome, come l’ammoniaca, e che possono provocare reazioni allergiche. Esistono prodotti che, mentre colorano, apportano sostanze idratanti, energizzanti e nutrienti e che aiutano a contrastare l’aridità. Se invece si desidera semplicemente restituire “smalto” al colore e renderlo più vivace, si possono scegliere dei balsami ravviva-riflessi, a patto che siano delicati e contengano elementi di origine naturale ad azione nutriente e rinforzante.
Infine, per mantenere dei cromatismi che animano il taglio e valorizzano la chioma, affidiamoci a prodotti detergenti con estratti vegetali specifici per capelli colorati.
Categorie correlate:

Capelli, caduta dei capelli




A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X