Dieta Dukan: le ricette per le quattro fasi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dieta Dukan: le ricette per le quattro fasi

23-09-2015 - scritto da Paola Perria

Quattro esempi di ricette adatte a ciascuna delle 4 fasi della dieta Dukan.

Golose e fantasiose: dimagrire con le ricette Dukan.

Dieta Dukan: le ricette per le quattro fasi

La Dieta Dukan è uno dei regimi dimagranti più in voga e più efficaci (in termini di kg persi) seguito anche dalle star dello showbiz perché permette di perdere fino a 6 kg in un mese. Tutti possono aspirare a ritrovare il proprio peso forma seguendo le 4 fasi in cui si articola questo regime ipocalorico e iperproteico? La risposta è sì, con delle eccezioni.

Per seguire la Dukan è necessario:

  • essere in perfette condizioni di salute
  • non avere problemi ai reni
  • non essere diabetici
  • non essere in stato di gravidanza
  • non avere disfunzioni epatiche o cardiache
  • non soffrire di ipercolesterolemia

Precisiamo anche un altro, importante, presupposto, che deve essere chiaro a tutti: le diete iperproteiche (come la Dukan, ma un'altra famosa è l'italiana Tisanoreica), se permettono di dimagrire facilmente e in breve tempo innescando un meccanismo noto come chetosi (che compensa la mancanza di fonti energetiche da carboidrati trasformando una parte delle proteine dei grassi alimentari in molecole simili a quelle del glucosio), alla lunga possono scompensare gravemente l’organismo.

 

Pertanto, le prime due fasi della Dukan, che sono quelle più restrittive, non devono essere seguite oltre i tempi indicati dallo stesso ideatore del programma dietetico. Detto questo, perché non provare? I risultati non tarderanno a venire.

Ecco quattro semplici e gustose ricette perfette per ciascuna delle quattro fasi.

 

1. Fase 1 o d’attacco (da seguire per 2-5 giorni a seconda che si debbano smaltire più o meno di 5 kg)

Omelette al tonno

Ingredienti: 3 uova, tonno al naturale in scatola sgocciolato, formaggio magro spalmabile. Preparazione: con le uova preparare una frittata sottile cuocendola in una padella antiaderente (o al forno), e poi farcirla con una mousse di tonno e formaggio passati al mixer (devono diventare una crema). Arrotolare l'omelette, avvolgerla in una pellicola e lasciarla in frigo ad insaporire. Questa semplice frittata è buona anche mangiata il giorno dopo, quindi perfetta anche per chi deve pranzare fuori casa

 

2. Fase 2 o di crociera (da seguire fino al raggiungimento del peso forma)

Sformato di formaggio e funghi

Ingredienti: 150 g di funghi champignon o prataioli a testa, 2 albumi e 1 tuorlo a testa, 3 cucchiai di formaggio magro, sale e pepe. Preparazione: tagliare i funghi a pezzi dopo averli puliti, quindi lessarli al vapore per 3-5 minuti, poi frullarli. Aggiungere ai funghi il tuorlo e il formaggio sbattuti e i due tuorli montati a neve. Versare il composto in uno stampo da soufflé e infornare a 180° per 10 minuti. Questi sformatini sono perfetti anche come antipasti

 

3. Fase 3 o di consolidamento (durata variabile, ovvero 10 giorni per ogni chilo perso, in cui “ritornano” i carboidrati in tavola)

Pasta alla carbonara Dukan

Ingredienti: 200 g di prosciutto cotto magro, 40 g di parmigiano, 90 g di pasta integrale (spaghetti, penne, fusilli… a preferenza), cipolla, 1 uovo. Preparazione: tagliare a cubetti il prosciutto cotto, in una padella antiaderente fare rosolare insieme la cipolla tritata e il prosciutto in un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva e poca acqua. Nel frattempo fare lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una ciotola sbattere l’uovo con il formaggio grattugiato, un po’ di sale e di pepe. Scolare la pasta al dente e farla mantecare nella padella con gli ingredienti. A fuoco spento aggiungere l’uovo e amalgamare il tutto

 

4. Fase 4 o di stabilizzazione (da seguire per tutta la vita)

Budino al latte e vaniglia

Si tratta di una ricetta dolce fatta senza nessun tipo di carboidrati ed è adatta anche alla fase 1, perché per un giorno alla settimana sarà comunque necessario costruire i menù come se ancora si seguisse la fase d’attacco.

Ingredienti: 300 ml di latte scremato, 20 gocce di dolcificante liquido, 1 uovo, 2 fogli di gelatina, 1 fiala di aroma alla vaniglia, al caramello o alla frutta (a preferenza). Preparazione: ammollare i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda, poi, in un pentolino, versare il latte e mescolarlo con il tuorlo dell'uovo, il dolcificante e l'aroma alimentare. Farlo scaldare a fuoco medio ma senza arrivare all'ebollizione, mescolando. Spegnere, unire al composto i fogli di gelatina strizzati e versare il liquido nello stampo, quindi lasciare che si raffreddi. Mettere in frigo e fare rassodare il budino per almeno 2-3 ore

 

Foto | via Pinterest



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X