Le dieci regole d’oro per un’abbronzatura sicura

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Le dieci regole d’oro per un’abbronzatura sicura

16-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Dal Ministero della Salute i consigli per evitare l’invecchiamento precoce o, peggio, il tumore della pelle

Consigli utili per abbronzarsi in modo sicuro e salutare

11/06/2007 - Con l’estate cresce la voglia di sole, e con essa il rischio di abbronzarsi in maniera sbagliata. Le conseguenze sono molto pericolose: ogni anno si registrano in Italia circa 8 mila casi di tumore alla pelle e, di questi, l’80% è imputabile a una cattiva esposizione ai raggi UV. Le raccomandazioni per una tintarella senza rischi arrivano direttamente dal Ministero della Salute che, accogliendo l’invito della Commissione Europea, ha aderito alla campagna 2007 per la corretta esposizione al sole. Le regole da seguire sono queste:
1. Proteggersi sempre con una crema adatta (almeno +15 nei primi giorni), consapevoli però che nessun prodotto è in grado di filtrare tutti i raggi UV
2. Scegliere i solari in base al tipo di pelle (fototipo) e di luogo (montagna, mare, piscina ecc.). Attenzione alle radiazioni quando si è vicini ad acqua, neve o sabbia
3. Non esporsi troppo a lungo anche se si utilizza un prodotto UVA+UVB. Evitare le ore tra le 11.00 e le 15.00, ricordando che alberi, ombrelloni e tettoie non proteggono completamente dalle radiazioni
4. Nuvole leggere lasciano passare fino all’80% dei raggi UV. La foschia può addirittura aumentare l’esposizione ai raggi
5. Controllare l’indice di UV* quotidianamente, anche attraverso i giornali: più alto è l’indice, più importante è proteggersi
6. Quando il sole è al suo picco indossare una t-shirt, un cappello a falda larga e gli occhiali da sole
7. Tenere i neonati e i bambini lontani dalla luce diretta del sole. Proteggerli sempre utilizzando maglietta e cappello
8. Applicare i solari prima di ogni esposizione. Il fatto di essere già abbronzati non costituisce una protezione sufficiente (sulla pelle bianca una buona abbronzatura offre una protezione equivalente a un fattore 4)
9. Rinnovare l’applicazione dopo ogni bagno o se si è sudato molto. La quantità adeguata corrisponde a 35 grammi di solare per tutto il corpo, ossia circa sei cucchiaini di prodotto, per ogni applicazione
10. Proteggere la pelle anche durante il bagno in mare o in piscina: i raggi ultravioletti agiscono anche in acqua
* L’indice internazionale UV correla il livello di radiazione ultraviolette con il grado di rischio: quando è superiore a 3, occorre mettere in atto le misure preventive con fattori di protezione indicati


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cura della pelle durante le terapie oncologiche

Cura della pelle durante le terapie oncologiche

18/05/2021.   Uno dei principali effetti collaterali delle terapie oncologiche è la ricaduta negativa sulla pelle, l’organo più esteso e sensibile del corpo, in questo caso “bersaglio” dell’azione...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X