Mamme anoressiche: è la pregorexia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Mamme anoressiche: è la pregorexia

22-07-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

Se una ragazza anoressica rimane incinta, quali sono le conseguenze della malnutrizione nel bambino?

Pregorexia, definizione e rischi per il nascituro

Mamme anoressiche: è la pregorexia Uno dei timori delle donne in corso di gravidanza è quello di aumentare troppo di peso e poi di non riuscire a perdere adeguatamente le forme morbide. Spesso l'importanza di questo aspetto è evidenziata anche dai medici ginecologi che ricordano come, "mangiare per due" non sia salutare, anzi, comporta dei seri rischi per la gestazione stessa ed il bambino (pensiamo solo alla correlazione con la gestosi). Esiste però, seppur fortunatamente raro, anche il rovescio della medaglia, a cui prestare attenzione, ovvero la "Pregorexia".

Con questo termine derivato dall'inglese Pregnancy (gravidanza) ed Anorexia (anoressia) si indica quella condizione in cui una donna per controllare l'aumento di peso in gravidanza si sottopone a dieta estrema e ad un eccessivo esercizio fisico: corrisponde all'ossessione di rimanere magra ad ogni costo, anche se il corpo per forza di cose si modifica.

Non tutti gli addetti ai lavori riconoscono questa definizione in modo uniforme, ma al contempo concordano a priori sui rischi e pericoli. Di certo non si rischia una gestosi gravidica, ma la malnutrizione in una donna incinta è qualcosa di assolutamente grave: può portare ad un ritardo della crescita del feto e quindi anche sottopeso alla nascita, con i problemi del caso oltre che un aumentato rischio di sviluppo in età adulta di obesità, diabete, malattie cardiovascolari e metaboliche, ma anche malattie ai reni, ai polmoni e addirittura una maggiore predisposizione al tumore al seno.

Chiaramente la pregorexia si inserisce a pieno titolo nell'ambito dei disturbi del comportamento alimentare, proprio come la bulimia e l'anoressia di cui è una particolare emanazione. Il rischio di incappare in questa condizione è più alto nelle donne che hanno una storia di disturbi alimentari alle spalle ma, a volte, la gravidanza può essere il momento scatenante di una patologia latente e ancora non diagnosticata.

I sintomi da riconoscere? La donna incinta in questione potrebbe parlare della gravidanza con distacco, come se non la riguardasse direttamente, ossessività nel conteggio delle calorie dei cibi, desiderio di mangiare da sola o saltare i pasti, eccessivo esercizio fisico.

E' sempre importante parlare con il proprio ginecologo della gestione del proprio peso durante la gravidanza ma se si hanno questi disturbi è opportuno anche consultare uno psicoterapeuta.

Foto: Flickr

A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X