ForumSalute

Melanoma, sintomi, cause da evitare e cura possibile

Melanoma, sintomi, cause da evitare e cura possibile

23-06-2015 - scritto da Cinzia I.

Melanoma: protezione solare e diagnosi precoce le migliori armi per combatterlo.

Come riconoscere un melanoma e cosa fare.

Melanoma, sintomi, cause da evitare e cura possibile

Il melanoma è un tipo di cancro della pelle, il più pericoloso, anche se non l'unico e per questo decisamente il più "famoso": è un tumore maligno che può fare metastasi e quindi diffondersi dalla cute ad altri organi, anche molto rapidamente, a tal punto da diventare mortale.

 

Sintomi del melanoma

Riconoscere il melanoma in fase precoce, ovvero all'inizio, fortunatamente offre una possibilità di cura (l'asportazione chirurgica in primis) con tassi di guarigione vicini al 100%. Cosa impossibile se lo si individua quando ormai è diffuso nell'organismo. Per tale motivo i dermatologi insistono sull'importanza dell'autoanalisi della pelle e/o su visite specialistiche annuali per il controllo dei nei e di tutta la cute.

Il melanoma, infatti, soprattutto all'inizio non arreca sintomi particolari (solo raramente dolore, prurito, sanguinamento), ma si manifesta con modifiche della pelle.

Se si nota l'insorgenza di un nuovo neo o di una macchia cutanea o cambiamenti di quelli preesistenti occorre tener presente la regola dell'ABCDE. Ovvero? Una lesione cutanea che presenti le seguenti caratteristiche va fatta visionare subito da uno specialista:

  • A = Asimmetria​
  • B= Bordo irregolare
  • C= Colore che cambia
  • D= Diametro che cresce
  • E= Evoluzione (un qualunque altro cambiamento)

 

Attenzione però: la maggior parte dei melanomi presenta una di queste modifiche, ma non tutti: ne esistono diverse tipologie, come quello che colpisce l'unghia, l'occhio, o anche che assume la parvenza di un livido che non guarisce. Esistono poi altre forme di tumore della pelle che possono avere caratteristiche ulteriormente differenti.

 

Cause e fattori di rischio

Il melanoma può colpire chiunque, ma è sicuramente più presente nelle persone:

  • con pelle chiara
  • che si sono esposte lungamente a raggi UV senza protezione
  • che hanno nevi di grandi dimensioni
  • che hanno familiarità o storia personale con questo ed altri tumori cutanei (o con tumore al seno o tiroide)
  • che hanno sistema immunitario compromesso
  • che hanno un'età superiore ai 50 anni (al riguardo va però sottolineato che il melanoma può svilupparsi a qualunque età: è il tumore più frequente tra i 25 e i 30 anni!)

 

Un ruolo determinante è giocato dall'esposizione ai raggi ultravioletti. E' per questo motivo che in estate, in vista dei "bagni di sole", le campagne di sensibilizzazione si fanno più frequenti: una protezione solare con filtri UV tiene lontano il rischio!

 

Diagnosi di melanoma

Diagnosticare un melanoma è compito di un dermatologo: lo fa con l'osservazione diretta della pelle e con l'ausilio della dermatoscopia, un dispositivo non invasivo che illumina e ingrandisce l'immagine della pelle. In caso di sospetto melanoma si asporta chirurgicamente e si esegue la biopsia che confermerà o meno la diagnosi. La biopsia illustra anche il grado di espansione del melanoma (in situ ad esempio è nella sua fase iniziale, mentre un IV grado indica una compromissione di altri organi con metastasi).

 

La cura del melanoma

La terapia dipende da vari fattori come lo stato di salute generale del paziente e il grado di avanzamento del tumore. Tendenzialmente il primo passo è l'asportazione chirurgica che può essere seguita da linfadenectomia (asportazione dei linfonodi), chemioterapia, radioterapia, immunoterapia, farmaci mirati. Oggi esistono medicinali che aumentano la sopravvivenza anche in caso di melanoma metastasico, come il Nivolumab, appena approvato dalla Commissione Europea per i Farmaci e già in uso anche in Italia come cura compassionevole.

 

Fonte: LaMiaPelle.salute.gov 

Foto: Flickr




A cura di Cinzia I.
ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Psoriasi: cibi che aiutano, cibi che fanno male

Psoriasi: cibi che aiutano, cibi che fanno male

Chi soffre di psoriasi, una delle malattie autoimmuni più diffuse, sa che non esistono cure risolutive per il suo problema. È una delle prime cose che vengono spiegate dai dermatologi, perché purtroppo la comparsa di...

21/03/2017 - scritto da Paola P.

Pelle secca o dermatite atopica?

Pelle secca o dermatite atopica?

Una pelle secca, molto secca, che si desquama facilmente, è probabilmente una pelle atopica. Cosa significa questo? Che è una cute, bisognosa di cure e di nutrimento particolari. Reagisce infatti eccessivamente a stimoli...

28/02/2017 - scritto da Paola P.

Emangiomi infantili: quelle lesioni rosse della pelle

Emangiomi infantili: quelle lesioni rosse della pelle

Gli emangiomi sono quelle lesioni della pelle che popolarmente vengono definite “voglie” e che compaiono in zone caratteristiche, come il viso o la schiena. Si tratta di veri e propri tumori cutanei di natura vascolare,...

28/02/2017 - scritto da Paola P.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
IPF: QUELLO CHE DEVI SAPERE

I suoi sintomi, dalla tosse alla mancanza di fiato, sono comuni ad altre patologie. Ma la fibrosi polmonare idiopatica colpisce in modo irreversibile. Scopri come identificarla e trattarla.

--> SCARICA LA GUIDA
LA DIETA CONTRO IL COLESTEROLO

Troppo colesterolo può intasare le arterie, ma basta seguire 3 semplici regole per evitare che salga oltre i livelli di allerta.

--> SCOPRILE QUI

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X