Alimentazione "free": le alternative allo zucchero

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Alimentazione "free": le alternative allo zucchero

20-09-2016 - scritto da Paola Perria

Non solo zucchero: dalla stevia in giù, tutte le possibili alternative.

Le linee guida dell’OMS sono chiare: oltre alle quantità consentite (25 grammi al giorno per l’adulto, 20 gr per il bambino), lo zucchero è un nemico della salute – nonché della linea – degli esseri umani di ogni età. Se ci riflettiamo, infatti, l’incremento delle quantità di cibo dolce, inteso proprio come dolcificato e zuccherato, è aumentata in modo sproporzionato a partire dalla seconda metà del secolo scorso, quando l’industria alimentare ha reso disponibili a tutti prodotti confezionati di simil-pasticceria golosi ed economici. Dalle merendine alle caramelle fino alle bevande e agli sciroppi, l’offerta è diventata sterminata. 

 

Del resto, nulla gratifica di più di un buon dessert. La dolcezza appaga e conforta; quando si è giù di morale, quando si è allegri e si vuole festeggiare, quando si è scontenti e annoiati, quando si ha un senso di debolezza o viene il classico attacco di fame nervosa da stress, è sempre al dolce che ci si rivolge! Lo zucchero a livello cerebrale innesca un effetto di pericolosa dipendenza, ed è questa la ragione per cui una volta che si comincia a mangiare dolci, non si riesce quasi più a smettere.

 

Insomma, altro che “basta un poco di zucchero”: da parecchi anni un fiume bianco si è riversato direttamente sulle tavole degli italiani! Purtroppo, però, è aumentato parallelamente il numero di coloro che, da questa improvvisa abbondanza, hanno tratto conseguenze alquanto negative per la salute. I dati parlano da soli: 

  • Impennata di casi di diabete, in particolar modo quello degli adulti
  • Denti rovinati fin dalla più tenera età
  • Obesità dilagante 

 

Ora, però, le cose stanno cambiando. Ci si sta accorgendo dei danni che un’alimentazione troppo ricca di alimenti dolci, intesi come carboidrati semplici derivati da zuccheri raffinati (glucosio e saccarosio in particolare), può apportare, tanto che appunto l’OMS raccomanda di non superare la quota del 10% (anche se sarebbe meglio scendere al 5%) di calorie derivanti da zuccheri nel fabbisogno energetico quotidiano.

 

Ma come si fa a rinunciare a qualcosa di dolce, ogni tanto? Non si fa, e infatti non si deve. Si possono alternare gli alimenti zuccherati e zuccherini alla buona frutta (il fruttosio in essa contenuto è decisamente meno pericoloso di quello bianco che si usa in cucina), ma forse la gratificazione non è la stessa. Oppure si possono utilizzare i dolcificanti, i quali, però, non sono esattamente salutari. E allora?

 

Allora ci si può rivolgere a prodotti il cui gusto sia derivato dolcificanti naturali, sani, gradevoli al palato e non dannosi per la salute. Vediamo cosa propone il mercato, soprattutto quello dell’alimentazione biologica, naturale e dedicata a specifiche esigenze di salute o dieta.

 

Se ne parlerà durante il convegno Mangiaregiusto, di cui ForumSalute è media partner, dedicato proprio alle prospettive di mercato dell'alimentazione "free from".

 

 

L'appuntamento è a Milano il 6 ottobre 2016 presso l'Hotel Enterprise di Corso Sempione 91, dalle ore 14.00 alle ore 18.30.

Per tutte le info sul programma dell'evento: http://www.mangiaregiusto.it/appuntamenti

 

STEVIA

Ormai sono davvero poche le persone che non hanno almeno sentito parlare della stevia. Ma cos’è? In origine è una pianta sudamericana, le cui piccole foglie sono utilizzate come dolcificante naturale, del tutto privo di calorie. Questo significa che non solo la stevia non fa ingrassare, rappresentando quindi l’edulcorante perfetto per chi è a dieta, ma anche non ha alcun effetto sull’indice glicemico. Per tale ragione la stevia è indicata per i diabetici e chi ha in generale problemi di glicemia alta. Se ne può usare a piacere, perché non presenta effetti collaterali, ma attenzione, soprattutto inizialmente, a non esagerare perché al gusto (un po’ diverso da quello di saccarosio o dei comuni edulcoranti) bisogna abituarsi. In molti negozi specializzati in alimentazione green e naturale, ma ormai anche nei reparti biologici dei supermercati, si trovano molti ottimi prodotti addolciti con la sola stevia, tra cui biscotti, creme spalmabili alla nocciola, budini, preparati per torte ecc. Decisamente un bel modo per coccolarsi senza sensi di colpa…

 

SCIROPPO D'AGAVE

E' un succo abbastanza viscoso estratto dalla pianta grassa simile all’aloe, dotato di un naturale gusto dolce e delicato, ideale da usare per bevande e impasti. Il succo di agave ha un impatto calorico decisamente basso e può essere assunto anche dai diabetici.

 

MALTO DI CEREALI

E’ simile al miele come consistenza e colore, si trova infatti in vasetto e lo si può utilizzare esattamente come il più noto prodotto delle api. Il gusto varia a seconda del cereale da cui viene ricavato (orzo, frumento, riso, miglio) e si può tranquillamente gustare come alternativa salutare alle marmellate  e alle creme spalmabili sulle fette biscottate o sul pane tostato, ad esempio a colazione. Molti prodotti dolciari industriali di nicchia lo utilizzano, e in effetti si tratta di un prodotto di alto valore nutrizionale, poiché contiene minerali e proteine. Vero è che bisogna dosarlo con attenzione perché possiede anche molte più calorie dei primi due dolcificanti che abbiamo considerato. E’ perfetto anche per i bambini in crescita e per i vegani perché, a differenza del miele, il malto è del tutto veg!

 

SCIROPPO D'ACERO

Ok, da noi magari è visto con un po’ di sospetto… Lo conosciamo soprattutto per via indiretta, attraverso film e serie tv americane dove questo fluido simile al miele viene fatto colare abbondantemente sui pancakes delle super caloriche breakfast, e quindi ci sembra un po’ strano annoverare lo sciroppo d’acero tra i dolcificanti sani. Ma è un pregiudizio che dobbiamo accantonare. Si tratta, in effetti, di un dolcificante naturale dal gusto squisito, calorico ma non più del malto, ed è un alimento vero e proprio che apporta minerali e vitamine.

 

SCIROPPO DI MELE

E’ un succo concentrato delle mele, lo si trova in versione bio in molti negozi di alimentazione naturale, e rappresenta una scelta ideale per i diabetici e chi vuole mantenere la linea. Infatti il potere dolcificante di questo derivato delle mele è molto superiore a quello dello zucchero bianco, ne basta davvero pochissimo per ottenere un gusto dolce e delizioso. Da provare!



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X