Calcoli renali, cosa mangiare per prevenirli

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Calcoli renali, cosa mangiare per prevenirli

22-04-2015 - scritto da Paola Perria

I “sassolini” che si formano nei reni, con il loro corollario di dolorosi attacchi, sono favoriti da alcuni cibi e bevande. Vediamo quali.

Cibi da consumare e cibi da evitare per prevenire la calcolosi renale.

Calcoli renali, cosa mangiare per prevenirli

Disturbo comunissimo e molto democratico, nel senso che può colpire ad ogni età sia uomini che donne, i calcoli renali sono un “incubo” che si traduce in coliche dolorosissime. Ma cosa sono, e perché si formano dei “sassolini” nei reni? Per capirlo dobbiamo partire considerando la funzione di questi filtri del nostro corpo.

Situati nella parte posteriore dell’addome, perfettamente paralleli, i reni depurano il sangue dalle sostanze di scarto del metabolismo, dai sali minerali in eccesso e dalle tossine, convogliandole nell’urina, che confluisce nella vescica e che poi viene eliminata attraverso l’uretra. I reni hanno quindi una funzione molto importante, e altrettanto importante è preservarne la salute. Quando tutto va bene, dei reni non ci accorgiamo neppure, essi svolgono silenziosamente e indefessamente il compito per cui sono biologicamente programmati.

Tuttavia, anche in condizioni di perfetta salute generale, alcune delle sostanze che arrivano ai reni dal sangue tendono ad aggregarsi, formando delle pietroline dure più o meno grandi, i calcoli, appunto.

Esistono due tipologie principali  di calcoli distinti a seconda delle sostanze di scarto che le compongono: gli urati e gli ossalati. Tali composti vengono liberamente disciolti nelle urine ed eliminati, ma quando ciò non accade e si aggregano con altre sostanze come colesterolo o carbonati, allora ecco la calcolosi renale con il suo corollario di dolorosi attacchi.

 Ci sono molti fattori che possono predisporre alla produzione di calcoli tra cui familiarità, o infezioni ricorrenti alle vie urinare, ma non c’è dubbio che la “responsabilità” maggiore sia da imputarsi all’alimentazione. Chi tenda alla calcolosi renale dovrebbe seguire delle regole dietetiche precise che aiutino i reni a smaltire facilmente le sostanze di scarto del metabolismo soprattutto assumendo meno cibi che contengano acido urico o acido ossalico.

Vediamo in primis i CIBI DA EVITARE O CONSUMARE CON MODERAZIONE.

Cibi proteici ricchi di urati:

  • Formaggi stagionati e grassi
  • Acciughe e sardine sotto sale o in scatola, aringhe affumicate, crostacei

 

Cibi ricchi di ossalati (le verdure e gli ortaggi si possono consumare previa bollitura in acqua e limone):

  • Pomodori verdi
  • Peperoni
  • Spinaci
  • Melanzane
  • Bietole
  • Cioccolato

 

Da limitare o eliminare del tutto il sale aggiunto nelle pietanze, che favorisce la formazione degli aggregati litiasici, lo scatolame e tutti i cibi conservarti e precotti. Attenzione che a pane non “sciapo” e pizza per l’alto contenuto in sodio.

 

Veniamo, ora, ai CIBI CONSIGLIATI che aiutano a ridurre e prevenire la formazione dei fastidiosi calcoli.

  • Acqua (due litri al giorno)
  • Verdure amare depurative tra cui cicoria, asparagi carciofi
  • Cipolla
  • Yogurt e ricotta
  • Carne bianca come il pollame e il vitello
  • Pasta e riso non troppo “saporiti”
  • Patate
  • Piselli
  • Mele
  • Meloni
  • Ciliegie
  • Pompelmo


A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X