Distacco di placenta, tutte le cause

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Distacco di placenta, tutte le cause

22-07-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

Distacco di placenta, conseguenze pericolose per mamma e bimbo

Come evitare, quando possibile, il distacco di placenta

Distacco di placenta, tutte le cause La placenta è il prezioso e fisiologico mezzo che permette al feto nella pancia di ricevere ossigeno e nutrimento dalla mamma. Per tale motivo un distacco di placenta è particolarmente pericoloso. Ma di cosa si tratta di preciso?
 
Si parla di distacco di placenta quando questa si stacca prematuramente dall'utero, provocando un'emorragia: è una condizione estremamente pericolosa anche per la vita, sia per la gestante che per il bimbo che porta in grembo. Maggiore è la superficie distaccata e più grande è il pericolo per entrambe. Il rischio va però calcolato anche in base alla settimana di gravidanza: il distacco placentare è sicuramente più frequente nell'ultimo trimestre, ma può verificarsi anche precocemente, ad esempio ad 8 settimane!

Purtroppo non si conoscono bene le cause, ma sono noti alcuni fattori che ne favoriscono lo sviluppo, specie se in concomitanza tra loro, molti facilmente evitabili. Quali?

  • Trauma addominale
    Gravidanze precedenti
  • Pregressi distacchi placentari
  • Età materna superiore ai 40 anni
  • Problemi della coagulazione del sangue
  • Ipertensione
  • Rottura precoce del sacco amniotico
  • Infezioni vaginali in gravidanza
  • Cordone ombelicale corto
    Fumo
  • Uso ed abuso di droghe ed eccitanti

In caso sospetto con dolori addominali e sanguinamento vaginale importante è opportuno rivolgersi subito al pronto soccorso: le terapie dipendono dall'epoca gestazionale e dall'entità del problema. In caso di un distacco di placenta lieve, piccolo, può bastare un'osservazione costante e tanto riposo. Possono essere necessarie trasfusioni e in alcuni casi anche un parto pretermine.
 
Foto: Flickr

A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X