Prevenire l'influenza nei bambini con la giusta alimentazione

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Prevenire l'influenza nei bambini con la giusta alimentazione

31-01-2014 - scritto da Paola Perria

I bambini sono più soggetti degli adulti alle epidemie influenzali, rinforziamoli con la dieta giusta

Coldiretti spiega ai genitori quali cibi anti-influenzali offrire ai propri figli nella dieta invernale

Prevenire l'influenza nei bambini con la giusta alimentazione

Ci siamo, il picco dell'influenza è arrivato, e come sempre in questo periodo dell'anno - che cade a cavallo tra la fine di gennaio e il mese di febbraio - sono soprattutto i bambini sotto ai 5 anni di età i più fragili. Secondo le stime sono circa 16mila (ogni mille contagiati) i piccoli tra gli 0 e i 4 anni messi ko dal virus influenzale. Tra i sintomi febbre alta, dolori muscolari e articolari, tosse e gola infiammata. Sebbene l'influenza stagionale non sia certo una malattia grave e, anzi, non necessiti neppure di terapie antibiotiche a meno di complicanze, sarebbe meglio riuscire ad evitare ai nostri bimbi di trascorrere a letto metà dell'inverno passando da un malanno all'altro.

Per fare questo, oltre a rispettare le minime misure igieniche ( per quanto possibile in età pediatrica), è bene rinforzare le difese immunitarie del bambino, che sono naturalmente immature e pertanto vanno potenziate, attraverso l'alimentazione. Assumere sostanze che svolgono azione antiossidante e rinforzino l'intestino (la cui flora batterica costituisce una difesa contro i microrganismi "cattivi") è quindi importantissimo sia come misura preventiva che in fase di convalescenza per evitare le (facili) recidive. Ecco i consigli di Coldiretti a tal proposito.

Come sempre, frutta e verdura sono i cibi su cui puntare, in particolare tutti quelli ricchi di vitamina C, l'antinfiammatorio e antiossidante più potente che esista in natura. La prima colazione è fondamentale, perché oltre a fornire energia al bimbo che deve iniziare la sua movimentata giornata, gli offre uno scudo difensivo importante. Ad esempio, una bella tazza di latte o di yogurt con miele (quest'ultimo è un antibiotico naturale), marmellata e cereali non zuccherati sono un bel modo di svegliarsi.

Anche una banana o una spremuta fresca di agrumi sono ideali, fornendo magnesio e potassio la prima e vitamina C la seconda. A pranzo e a cena, poi, bisogna inserire sempre delle verdure e dei legumi, anche sotto forma di zuppe, di minestre, di insalate. Mandarini, kiwi e mirtilli, che di solito piacciono ai bambini, sono frutti da mangiare in quantità. Infine, Coldiretti consiglia di scegliere sempre, quando possibile, frutta e verdura fresche, di stagione e a km zero, in modo da assumere le sostanze nutritive che contengono al massimo della loro potenza benefica.

Foto| via Pinterest



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X