Vantaggi e caratteristiche dell’agopuntura in gravidanza

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Vantaggi e caratteristiche dell’agopuntura in gravidanza

17-07-2014 - scritto da Ok Corso Preparto

Vantaggi e caratteristiche dell’agopuntura in gravidanza
L’agopuntura è una antichissima tecnica nata in Cina allo scopo di ristabilire il corretto equilibrio dell’energia vitale attraverso la stimolazione di specifici punti del corpo; la stimolazione – che avviene per mezzo di aghi sterili e sottili – è in grado di garantire molti vantaggi e benefici dal punto di vista psico-fisico. L’agopuntura in gravidanza è una tecnica molto interessante per le donne che soffrono di normali disturbi in gravidanza, come mal di testa, mal di schiena, nausee e sensazioni di malessere generale: per questo motivo, questa tecnica è stata inserita nei corsi preparto e postparto, allo scopo di contrastare queste sensazioni e di ristabilire il corretto flusso di energia vitale.



Alla base dell’agopuntura, vi è la teoria secondo la quale gli organi principali del corpo, come il cuore, i polmoni, il cervello, siano collegati a dodici canali energetici o meridiani, nei quali scorre l’energia vitale, detta “qi”: quando qualcuno di questi punti si blocca, l’energia non scorre più in maniera naturale, e si perde l’equilibrio tra Yin e Yang. Per consentire all’energia di fluire perfettamente all’interno di questi dodici canali, l’agopuntura utilizza le tecniche della pressione per mezzo di aghi sterili e sottili che vanno inseriti nei punti in cui si è verificato il blocco.


Le stimolazioni eseguite per mezzo dell’agopuntura, sono molto utili non solo in condizioni normali, ma anche alle donne in stato interessante: con queste stimolazioni, che devono sempre avvenire per mezzo di mani esperte e qualificate, ed utilizzando aghi sterili e sottili, è possibile contrastare alcuni normali disturbi in gravidanza, come la lombosciatalgia, il senso di nausea e malessere, il mal di schiena, la cefalea, disturbi che non potrebbero essere altrimenti curati se non con l’uso di farmaci, cosa alquanto ingestibile nel periodo della gravidanza. Inoltre, l’agopuntura è utile anche nel caso in cui il bimbo si trovi in posizione podalica in prossimità del parto: le stimolazioni in un preciso punto del piede, possono essere utili per aiutarlo a guadagnare la corretta posizione del parto, ovvero quella cefalica.


L’agopuntura non è indicata solo nel corso preparto, ma può essere di supporto alla mamma anche nel periodo postparto, attraverso una stimolazione che consenta di stimolare la produzione del latte materno, contribuendo così a risolvere molti problemi della lattazione.


Queste tecniche vanno praticate sempre da persone esperte e qualificate, che utilizzano aghi sterili e sottili per stimolare i punti del corpo considerati responsabili del blocco di energia vitale: gli aghi vengono inseriti secondo tempi variabili a seconda del disturbo o dei disturbi trattati, monitorando il flusso di energia e riconoscendo il momento in cui il “qi” ha raggiunto il suo equilibrio.
Per ottenere informazioni sul corso preparto più vicino a te e più adatto alle tue esigenze, trovalo sul motore di ricerca dedicato ai corsi preparto e postparto, Ok Corso Preparto!



Profilo del medico - Ok Corso Preparto

Nome:
Ok Corso Preparto
Contatti/Profili social:
email sito web facebook twitter google plus


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X