Cheescake al cioccolato e caffè: un dessert energetico e squisito

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cheescake al cioccolato e caffè: un dessert energetico e squisito

16-10-2013 - scritto da Paola Perria

La cheescake è un dolce di tradizione americana fatto con il formaggio fresco, eccone una golosa variante con ricotta

Cioccolato e caffè sono gli ingredienti principali di questa deliziosa cheescake tutta da provare

Cheescake al cioccolato e caffè: un dessert energetico e squisito Ormai siamo tutti pazzi per la cheescake, la golosa torta semifreddo di tradizione americana fatta con il formaggio cremoso e i biscotti secchi. Si tratta, a ben vedere, di un dessert "di recupero", nel senso che per farlo non è necessario munirsi di farina e lievito, ma sono sufficienti una scatola di biscotti della colazione aperta, una confezione di crema di formaggio o di ricotta in frigo, qualche avanzo di cioccolato e poco più. Con questi semplici ingredienti possiamo creare un dessert assolutamente strepitoso, da leccarsi i baffi. La ricetta che vi proponiamo oggi, infatti, prevede la sostituzione del formaggio con la ricotta, e soprattutto l'introduzione di cioccolato e caffè come ingredienti cardine del dolce, che diventerà quindi più energico e meno calorico, soprattutto se useremo il cioccolato extra dark.

Inoltre, questa versione rivisitata della cheescake potrà essere servita anche in pieno inverno, essendo più adeguata, rispetto alla ricetta originale che è molto fresca, a soddisfare il naturale desiderio di sapori "corroboranti" del periodo freddo. Insomma, davvero un golosissimo dessert buono per tutte le stagioni, facilissimo da fare, che vi permetterà di fare una bella figura con i vostri amici anche per una festa o un invito a pranzo. Vediamo quali ingredienti ci servono per preparare la nostra cheescake caffè-cioccolato:


  • 150 g di biscotti secchi
  • 60 g di burro
  • 500 g di ricotta fresca, meglio se di pecora (anche scremata per una versione light)
  • 80 g di zucchero
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di latte
  • 6 fogli di cioccolato fondente
  • 1 tazzina di caffè forte

Preparazione:

Fate ammorbidire il burro tirandolo fuori dal frigorifero. Intanto, spezzettate i biscotti secchi e sbriciolateli con il batticarne dopo averli avvolti in un panno asciutto e pulito da cucina. Versate i frammenti in una ciotola, aggiungete il burro e lavorate il tutto fino a creare un composto omogeneo usando il cucchiaio di legno. Prendete una teglia da crostata e create il fondo della cheescake versando l'impasto di burro e biscotti e facendolo aderire per bene alla teglia. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria dopo averlo spezzettato in un pentolino, mescolando ogni tanto per evitare che si attacchi.

In una ciotola lavorate la ricotta fino a renderla bella morbida e incorporate lo zucchero e le uova intere, mescolando per creare un composto spumoso. Completate il ripieno della cheescake aggiungendo il cioccolato fuso, il latte e il caffè. Mescolate per rendere il tutto perfettamente vellutato e omogeneo e versate il composto sul fondo biscottato della torta livellando la superficie con la spatola di legno per dolci.

Infornate a 170° per circa un'ora, quindi sfornate, fate raffreddare e infine riponete la cheescake in frigo per almeno 4 ore. A questo punto, potete servire il vostro meraviglioso dolce guarnendo, a piacere, con qualche foglia di cioccolato, con ciuffi di panna montata o semplicemente con una spolverata di cacao amaro. Una vera bontà!

Foto| via Pinterest
Categorie correlate:

Ricette




A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X