Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia maxillo-facciale > Avanzamento bimascellare per Osas severa
Segna Forum Come Letti

   

Avanzamento bimascellare per Osas severa

laiosc
 

Ciao a tutti,
sono stato dimesso dall'ospedale di Forlì con diagnosi di OSAS grave.
Alla luce dehli accertamenti effettuati mi propongono oltre alla CPAP in alternativa l'Avanzamento bimascellare.
Sarei intenzionato a fare l'operazione e vorrei sapere se qualcuno di voi recentemente ha effettuato l'intervento e mi può descrivere in concreto il decorso post-operatorio. Ritengo molto importante poter condividere questa esperienza con qualcuno che ha o ha avuto i miei stessi problemi di salute.
ringrazio anticipatamente

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Giuseppe Salvato
è l'unica valida alternativa per permetterle di non usare la cpap
il decorso è sovrapponibile a quello di unintervento di chirurgia ortognatica, l'avanzamento deve essere almeno di 1 cm
__________________
Dr. Giuseppe SALVATO
Milano: Via Pietro Mascagni, 20 tel. 02798072
Continua a leggere...
PJJS
 

Ciao,
ho sofferto anch'io di forte problema di apnee notturne, ho fatto un'anno di CPAP che è una autentica SCHAIVITU', se i dottori ti garantiscono la riuscita dell'intervento VAI e alla svelta. Avviso, ci vuole alemno un'anno per tornare a posto e non avere fretta. Allego un paio di miei post dell'anno scorso:

20/11/2009
Ciao a tutti, vorrei lasciare la mia testimonianza:
Intervento di avanzamento bi-mascellare per problema di apenee notture, intervento effettuato il 10/11/2009 presso l'ospedale di Novara, gruppo Prof. Benech.
L'intervento è durato quasi tre ore e mi hanno svegliato la mattina seguente, poi nel pomeriggio mi hanno portato dalla rianimazione in reprato. Sapevo che diventavo un mostro i primi giorni è così è stato, una via di mezzo tra un criceto e un panda, in più ho fatto una stupidaggine io, mi sono soffiato il naso due giorni dopo e l'aria invece di uscire si è infilato sotto i punti causando un bel gonfiore sotto agli occhi. Ad oggi sono ancora un pochino gonfio e c'è ancora quanche ematoma ancora ben visibile. L'unica cosa che mi fa dannare sono le viti esterni per agganciare gli elastici, le teste delle viti sono belle affilate e tagliano ogni tanto le parti interne del labbro superiore ed inferiore causando dolore e sanguinamento, ne ho cinque sopra e tre sotto, forse prima di Natale riescono a tirarmi via le viti. Invece le placche distanziatrici non danno fastidio, forse perchè il dolore delle viti è maggiore. Per adesso mangio ancora pappine e roba frullata ed il labbro inferiore non ha acquistato tutta sensibilità e questo mi causa problemi quando mangio e bevo, spero per Natale di masticare meglio. In Ospedale mi sono trovato bene, l'equipe mi sembra valido e preparato, c'è sempre da considerare un'aspetto a mio avviso molto importante, quando si affrontano certe operazioni bisogna prepararsi bene psicologicamente e fisicamente e non lanciarsi nelle braccia dei dottori come fossero i salvatori della patria, il compito del paziente è quello di rispondere alle terapie ma questo accade sopratutto quando i dottori ti fanno capire cosa TI vogliono fare. Grazie anche al Forum ho preso tante info utili che mi sono servite per discutere con i dottori. Vi terrò aggiornati del decorso.
03/12/2009
Intervento di avanzamento mascellare di 11mm fatto il 10/11, mi hanno tenuto in rianimazione per circa 18 ore dopo l'intervento, non appena mi hanno portato in reparto e tolto il catetere (sigh!!) ho messo subito i piedi a terra. Dopo quattro giorni dall'interevnto mi sono coperto ben bene e mi sono fatto un giro a piedi nel parco dell'ospedale. Fisicamente sto bene, ovviamente la faccia fa male.. Ad oggi sono 23 giorni dall'intervento sono molto meno gonfio ma non ho ancora la sensibilità al labbro inferiore e ai denti, ma ogni tanto sento qualche scossa come se inizia a risvegliarsi il tutto. Riesco a mangiare riso, pasta, carne tagliato a piccoli pezzettini, patate lesse e verdure cotte, ovviamente per adesso mi devo scordare consisetenze semi dure tipo biscotti, pane casareccio, etc. Non avendo ancora la sensibilità ai denti mi riesce difficile masticare, devi controllare sempre con la lingua la dove è il boccone come è messo (non se mi speigo). Ovviamente bisogna stare molto attenti ai colpi di freddo, o ai sbalzi di temperatura, una paresi facciale in questo momento non è proprio il massimo.....

flavio86
 

Ciao PJJS, mi ricordo che scrivevi..come va allora? Hai risolto?

In bocca al lupo laiosc, come ti ha scritto il dottore è lo stesso intervento che fanno molti di noi per correggere l'occlusione dentale, ma con spostamenti diversi..alla fine sono difficili solo pochi giorni dopo l'intervento, 2-3 settimane di convalescenza vera e propria, comunque nulla di tremendo, e poi pian piano torna tutto come prima!

Ti può interessare anche...
Cistite e candida? Fai il test e segui i consigli per il tuo benessere intimo!

Senso di pesantezza nella parte bassa dell'addome? Impellente bisogno di urinare? Prurito intimo?

Potrebbe trattarsi di cistite o candida, oppure delle due cose insieme.


SCOPRI QUI SE NE SOFFRI, ricevi i consigli utili per combatterle e le indicazioni sui rimedi a tua disposizione perché non diventino presenze ricorrenti nella tua vita.

flavio86
 

Ciao PJJS, mi ricordo che scrivevi..come va allora? Hai risolto?

In bocca al lupo laiosc, come ti ha scritto il dottore è lo stesso intervento che fanno molti di noi per correggere l'occlusione dentale, ma con spostamenti diversi..alla fine sono difficili solo pochi giorni dopo l'intervento, 2-3 settimane di convalescenza vera e propria, comunque nulla di tremendo, e poi pian piano torna tutto come prima!

PJJS
 

Ciao Flavio, ho ripreso la mia vita normale, prima non riuscivo a dormire con tante altre conseguenze, adesso è il contrario la mattina faccio difficoltà a svegliarmi. La CPAP era una tortura, era tarato a 12Kpa, in sostanza ero quasi diventato una mongolfiera con quel compressore attaccato. A parte gli scherzi intervento effettuato il 10/11/09 mentre il 24/06/10 mi hanno tirato via le staffe interne con le viti, ormai si sono formate i calli ossei alle mandibole. Al momento del secondo intervento ho riperso la sensibilità alle labbra e alle gengive e adesso pian piano sta tornando tutto alla normalità, i medici mi avevano detto che ci voleva almeno un anno e credo che ci vogliono tutti e 12 mesi. Personalmente consiglio di fare l’intervento, però ci vuole coraggio, determinazione e pazienza, tanta pazienza. Devi tribolare per un anno, forse non riavrai tutta la sensibilità al labbro inferiore ma credo che ne valga la pena, lo preferisco alla schiavitù per tutta la via della CPAP e sei LIBERO!!!

flavio86
 

Scusa la curiosità, ma volevo chiederti anche che impatto estetico ha avuto un avanzamento di 11 mm...di solito negli interventi ortognatici l'estetica cambia! L'occlusione dentale ti è stata lasciata invariata no?

PJJS
 

Allora, eseticamente si vene ben poco, c'è qualcuno che si accorge della leggera differenza e chi no, in compenso ho anche stirato qualche ruga.....per la gioia di mia moglie.
Per l'occlusione dentale è al 95% uguale a prima, mi hanno dovuto "limare" qualche dente che non chiudeva perfettamente ma in sotanza non ho problemi. Attenzione che la mancanza sensibilità dei denti ti porta ogni tanto a stringere le mandibole, è un problema che con il tempo diminuisce. Ho avuto un poco di difficoltà a parlare i primi tempi, da tener presente che ti spostano tutto e devi farci l'abitudine con il nuovo "assetto". I primi tempi quando bevevo o mi alimentavo con i liquidi spesso mi bollavo la maglietta, per il semplice motivo della mancata sensibilità al labbro inferiore non riuscivo a calibrare il bicchiere o il cucchiaio. Come vedi ci sono tante piccole cose che messe insieme danno fastidio, per questo motivo dico che ci vuole pazienza.

flavio86
 

Bene dai, quindi è andato tutto alla perfezione mi pare di aver capito che il livello di successo dell'avanzamento bimascellare nelle osas, leggendo qui e lì, si avvicini molto al 100%..quindi ti hanno fatto qualche molaggino ai denti, beh in fondo t'è già andata bene, noi ci dobbiamo sorbire l'apparecchio!

laiosc
 

Ciao
Ringrazio molto delle vostre risposte .
Non avevo considerato nella giusta misura l’importanza di internet e del forum che ci ospita . E’ senza dubbio una rara e importante occasione di condivisione di momenti felici e/o meno felici di vita .
Vorrei chiedere a PJJS molte cose …. e sono molto contento per lui che finalmente ha risolto il problema.
Io sono quasi tre anni che uso la CPAP , pensavo di farcela per almeno qualche anno ancora ma da qualche mese ho l’impressione di non tollerarla più .
Mi sveglio all’improvviso la notte con un forte senso di panico ( claustrofobia da maschera ?) e questo fatto oltre a non farmi riposare correttamente mi condiziona. Pensare che qualche anno fa mi sentivo come una roccia !
Ho pensato : forse devo trovare sul mercato una maschera meno invasiva? forse vado ancora in apnea e devo alzare la pressione? devo buttare via tutto e operarmi?
Al momento ho deciso di acquistare una nuova CPAP che riesca a monitorare anche gli eventi - costo circa euro 800 - e poi vedrò. Cosa ne pensi?
Scusami PJJS ma volevo chiederti alcune cose circa il post intervento per me importanti .
La prima è sapere quanti giorni devono passare dall’ intervento prima di poter riprendere a lavorare o almeno essere presentabili e attivi . Lavorando in proprio ( non pesante ) ho necessità di programmare bene l’eventuale assenza .
La seconda è sapere se ti fanno anche la tracheotomia e quale è la cosa che più ti ha dato fastidio .
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno partecipare alla discussione lasciando la loro testimonianza in particolare ringrazio PJJS.

flavio86
 

Laiosc, io non soffro di osas (mi sa che PJJS è l'unico qui), ma ho comunque fatto un bimascellare a scopi di ortognatica. La tracheotomia credo non si faccia in questo intervento, il principio è basato sul fatto che avanzando entrambi i mascellari si "liberano" le vie aeree da una eventuale compressione. Per quanto riguarda il post ti parlo per me: dopo due settimane mi è stato rimosso il blocco intramascellare, che non è detto che venga fatto ed ero già più che presentabile e stavo bene, a parte il fatto che a causa della dieta forzata ero dimagrito e mi stancavo facilmente. Il mio chirurgo mi aveva detto di prendermi 3 settimane prima di tornare in università, io ne ho attese 4 perchè sono fuori sede. Diciamo che poi per un tot di tempo mi sono stancato facilmente, però il periodo in cui si è veramente fuori gioco non è lunghissimo, almeno per esperienza mia.
Sinceramente ti consiglio di non pensarci su troppo a lungo, a rifletterci troppo sembra un intervento pauroso, ma non è così terribile e soprattutto secondo me ne vale la pena; ti consiglio almeno di farti fare subito uno studio del caso, perchè ad esempio se non hai una buona occlusione forse vorranno fare una terapia ortodontica prima e questo allungherebbe non poco i tempi..

PJJS
 

Ciao laiosc, buttare altri soldi per la CPAP è inutile, una volta che la macchina riesce a monitorare cosa ti cambia, lo sai già qual'è il tuo problema è inutile girarci intorno, almeno questo è il ragionamento che ho fatto io. LA CPAP è una schiavitù, ti aiuta ma non risolve. Prima di coricarti la sera ti devi mettere la maschera che è collegato ad un tubo e poi ad un compressore, ti manca solo una tuta anti G e un F14 e sei pronto per la prossima missione. Poi onestamente non è proprio bello farsi vedere dalla propria donna conciato in quel modo, in tenuta rianimazione, sopratutto quando si è giovani........crolla qualsiasi libidine da entrambi le parti.... Più di quanche volta mi è scappato il tubo e/o la maschera e sono andato immediatamente in apnea con una strizza della Madonna per poi non chiudere occhio. I miei medici mi hanno consigliato di fare alemnto un'anno con la CPAP, dopo 10 mesi li ho tempestato di telefonate per fissare la data dell'intervento.
Anch'io sono sempre stato una roccia, per 20 anni ho fatto un lavoro molto fisico e stressante in giro per campi e piattaforme petroliferi in tutto il medio oriente, al massimo ho preso qualche aspirina o qualcosa per lo stomaco, ma sono stato sempre lontano dai medici e ospedali, quando poi mi sono reso conto che il problema peggiorava ho dovuto affronatre la realtà e farmi "spaccare la faccia". Se i tuoi medici ti hanno detto che l'inetrevnto avrà successo vai avanti, prendi qualche altro consulto ma vai avanti e non dipendere da un compressore a vita. Sono tosti i primi 40giorni, finchè non ti tolgono le viti esterni con gli elastici ma poi è tutta discesa. Per quanto riguarda il lavoro avrai difficoltà a parlare per almeno 15gg, suggerisco almeno 4 settimane di stop, devi stare molto attento ai copli di freddo.
Se hai stomaco ti giro un filmato dell'intervento:
YouTube - Cirugía Ortognática Bimaxilar
Fammi sapere se hai biosgno di altre info. Ciao

PJJS
 

Dimenticavo.....mi hanno intubato per il via del coma farmacologico di quasi 20 ore, rimosso il tubo ho avuto solo un pò di bruciore in gola, ma quello che ha dato più fastidio è stato il catetere, sigh!!! Quando lo hanno tirato via ho visto Plutone a occhio nudo..... e poi il fastidio per qualche giorno.

flavio86
 

Coma farmacologico??? Scusa ti posso chiedere dove ti sei operato? Io un'ora dopo l'intervento ero in camera sveglio....forse sono stati un po' troppo prudenti
Senti ritieniti fortunato...siccome il mio intervento era durato meno di 4 ore, il catetere a me non l'hanno messo, solo che dopo non riuscivo a fare pipì...beh me l'hanno messo ore e ore dopo che ero già sveglio. Ti dico solo che nello sfilarlo al confronto non ho sentito NIENTE

Dott. Giuseppe Salvato
 

Citazione:
Originariamente Inviato da flavio86 Visualizza Messaggio
Coma farmacologico??? Scusa ti posso chiedere dove ti sei operato? Io un'ora dopo l'intervento ero in camera sveglio....forse sono stati un po' troppo prudenti
Senti ritieniti fortunato...siccome il mio intervento era durato meno di 4 ore, il catetere a me non l'hanno messo, solo che dopo non riuscivo a fare pipì...beh me l'hanno messo ore e ore dopo che ero già sveglio. Ti dico solo che nello sfilarlo al confronto non ho sentito NIENTE
nei pazienti con osas severe è normale aspettare e svegliarli in rianimazione in tuta sicurezza l'edema dell'intervento potenzialmente puo determinare difficolta respiratorie

__________________
Dr. Giuseppe SALVATO
Milano: Via Pietro Mascagni, 20 tel. 02798072
Carica altri commenti...
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 14:37 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X