Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia maxillo-facciale > Malocclusione II classe e altro. Bite? intervento?
Segna Forum Come Letti

   

Malocclusione II classe e altro. Bite? intervento?

&la
 

Ciao a tutti.
Non so se questo è il posto giusto dove postare quest'argomento e se non lo è scusatemi tanto.
Vi racconto un pò di me.Nel 2003 dopo un periodo di giramenti testa, dolori alla cervicale, ronzii alle orecchie e la mandibola che mi schioccava, click in apertura, senza fare alcun movimento esagerato mi si bloccò la bocca(restai con la bocca un pò aperta ma non riuscivo ne ad aprire ne a chiudere). Andai subito in pronto soccorso e riuscirono a sbloccarla con molta fatica. Mi mandarono in un altro ospedale vicino con questa diagnosi: ''lussazione ATM bilaterale con escursione del condilo recidivante'' questo il 04 Aprile 2003. Nell'altro ospedale mi fecero fare parecchie radiografie (scusate il termine generico ma non ricordo più tutto con precisione). La diagnosi iniziale fu: ''sindrome algico disfunzionale con esito di blocco in apertura'' 15 Aprile 2003. Dopo aver controllato le varie ''radiografie'' ed essere stata visitata dal dottore del reparto questa è stata la diagnosi: ''malocclusione di II classe con probabile micrognazia mandibolare e incoordinazione condilo meniscale dx e sx'' 03 Giugno 2003. Mi dissero di andare da un bravo dentista e farmi fare una ''terapia''.
Ho portato per circa 6 anni diversi apparecchi:
prima un apparecchio che era formato da una placchetta che si appoggiava al palato con dei ferri che uscivano dalla bocca e si agganciavano ad un cuscinetto dietro la nuca, giorno e notte tranne quando uscivo di casa. Poi, insieme a questo il fisso prima sopra e poi insieme a questo quello sotto. Tolti questi ne ho avuto uno fisso sotto ma dalla parte interna e poi uno mobile, che serviva a mantenere il lavoro fatto, e lo portavo giorno e notte e poi solo la notte. Devo dire che i denti di sopra sono indietreggiati di parecchio, prima a bocca chiusa tra sopra e sotto ci stava un dito ora nulla. Finito il trattamento nel 2008 non c'erano più ne i vari dolori ne il click. Purtroppo la cosa non è durata molto. E' dallo scorso anno che è ricominciato tutto, tranne il blocco. Sono andata a fare un controllo in reparto maxillo facciale e mi hanno detto di andare da uno gnatologo.
Visto lo gnatologo mi ha fatto fare una stratigrafia che confermava le diagnosi fatte precedentemente. Così mi ha fatto fare su misura un bite da mettere ai denti superiori e da tenere la notte e il giorno quando sto a casa. Ancora lo porto da poco, 2 mesi, ma fortunatamente ha già migliorato i dolori muscolari che mi affliggevano ma purtroppo gli altri disturbi persistono (click in apertura, anche con piccoli movimenti, sensazione di sabbiolina orecchio dx, dolore orecchie soprattutto dx, sensazione pesantezza mandibola e ronzio costante) o meglio si stanno intensificando col passare del tempo, poco tempo. Il dubbio è: secondo voi è possibile risolvere DEFINITIVAMENTE tutto questo col bite? E se invece intervenissi con la chirurgia? Potete consigliarmi altro?
L'unica cosa che vorrei è terminare queste sofferenze.
Grazia 1000 a tutti

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Ruffoni Diego
Lei ha descritto bene la sua storia ma ha omesso la sua età che è un dato importante; Visti i positivi effetti del bite che vanno approfonditi, si potrebbe ipotizzare una probabile nuova riabilitazione occlusale o a una chirurgia ortognatica che riproduca le condizioni del bite, ottenendo un’occlusione ideale stabile.
Dott. Ruffoni Diego
__________________
Dott. Ruffoni Diego
Odontoiatra
Studi:
Mozzo (BG) via Ambrosoli 9
Carnate (MI) Via S. D'Acquisto 14
ruffonidiego@virgilio.it
Tel 3476958181
Leggi altri commenti
Dott. Giuseppe Salvato
 

escluderei la chirurgia ortognatica perche non le da nessuna garanzia in questo senso

__________________
Dr. Giuseppe SALVATO
Milano: Via Pietro Mascagni, 20 tel. 02798072
&la
 

Citazione:
Originariamente Inviato da ruffonidiego Visualizza Messaggio
Lei ha descritto bene la sua storia ma ha omesso la sua età che è un dato importante; Visti i positivi effetti del bite che vanno approfonditi, si potrebbe ipotizzare una probabile nuova riabilitazione occlusale o a una chirurgia ortognatica che riproduca le condizioni del bite, ottenendo un’occlusione ideale stabile.
Dott. Ruffoni Diego
Gentile Dott. Ruffoni
Io ho quasi 23 anni. In cosa consisterebbe la ''nuova riabilitazione occlusale''?
La ringrazio

&la
 

Citazione:
Originariamente Inviato da maxillogaleazzi Visualizza Messaggio
escluderei la chirurgia ortognatica perche non le da nessuna garanzia in questo senso
Gentile Dott.
In che senso l'operazione non mi darebbe garanzie?
La ringrazio

flavio86
 

Ciao! Io se fossi in te punterei sicuramente sull'ottimizzare i risultati ottenuti con lo gnatologo..secondo me hanno sbagliato a farti un'ortodonzia così pesante con la disfuzione che avevi, poi spesso la mandibola per stare meglio in chi ha una disfunzione come la tua deve avanzare un pochino, mentre ti hanno prevalentemente arretrato i denti superiori (non è che ti voglia fare la diagnosi, semplicemente di solito è raccomandato togliere i sintomi prima di modificare la bocca)...cmq la chirurgia serve se vuoi correggere una malocclusione scheletrica senza compensare troppo ortodonticamente, ma di per sé non è affatto detto che aiuti i sintomi a migliorare, quelli vanno prima risolti appunto col bite e/o la fisioterapia mandibolare..

Dott. Ruffoni Diego
 

Citazione:
Gentile Dott. Ruffoni
Io ho quasi 23 anni. In cosa consisterebbe la ''nuova riabilitazione occlusale''?
La ringrazio

Una riabilitazione occlusale può simulare la stessa funzione del bite in modo permanente, può essere ottenuta con modalità conservative o protesiche.
È chiaro che occorre uno studio approfondito del caso, che deve essere approfondito dall'attuale bite diagnostico e da altri esami strumentali adeguati al caso.
Citazione:
escluderei la chirurgia ortognatica perche non le da nessuna garanzia in questo senso
Purtroppo non abbiamo una conoscenza del caso, darebbe molte complicanze riposizionare e stabilizzare chirurgicamente le basi ossee mantenendo le relazioni ottenute dal bite? Certo, tra il dire e il fare qui c'è di mezzo il mare.
Dr. Ruffoni.

Dott. Giuseppe Salvato
 

la chirurgia ortogantica difficilemte puo ricolverle con cretezza la disfunzione articolare

__________________
Dr. Giuseppe SALVATO
Milano: Via Pietro Mascagni, 20 tel. 02798072
&la
 

Grazie 1000 a tutti per la cortesia e la disponibilità.

Dott. Ruffoni Diego
 

Citazione:
salve sono nuova del forum
ho 37 anni con una malocclusione II classe devo fare un intervento mascellare +avanzamento mandibola + estetica.

Anche io ho sofferto per tanti anni di dolori muscolari, cervicali e di ogni genere.

verrò operata a brevissimo a verona (clinica veramente eccellente per chirurgia, studio del caso pre intervento, ortodonzia pre e post chirurgica) dopo tanti anni di insuccessi ortodontici presso altri professionisti di un'altra struttura in un'altra regione, un intervento maxillo facciale finito male che mi ha trascinato in un vero e proprio inferno, anni di bite che non hanno dato alcun beneficio perché il bite deve essere realizzato da medici esperti che tengono conto dell'equilibrio globale del paziente nonsolo della sua occlusione dentale.
Scappata nel vero senso della parola da quella struttura ho fatto 4 consulti 2 anni fa con 4 dei primari più stimati in italia per la mia problematica.
Tra queste ho scelto Verona che si è resa disponibile a seguire un caso come il mio, un caso non facile visti i trattamenti precedenti disastrosi.
Contemporaneamente sto facendo da due anni fisioterapia per il rilassamento muscolare facciale e per il rachide cervicale.

Dopo 2 anni di preparazione a Verona eccomi pronta all'intervento, io che da anni non posso più masticare grazie a chi mi ha """""CURATO PRIMA"""""" di verona.

Il mio consiglio dato dalla mia lunghissima esperienza di paziente è che prima di affidarsi a professionisti (chirurgi e ortodontisti), bisogna fare più consulti e non affidarsi come feci io in passato, al passaparola tra amici, perchè spesso le conseguenze di trattamenti fatti molto male aggravano ancor di più problema di partenza.

Saluti
Le sue parole fanno riflettere, perchè a volte rispecchiano la realtà, ma esistono casi molto complessi e mal approcciati che non sempre raggiungono dei soddisfacenti risultati, operare contro natura non è semplice, specialmente quando si scelgono strade lunghe e complesse con più professionisti.
Spero che lei abbia ora trovato i corretti professionisti, la scuola di Verona è tra le più apprezzate dal mondo odontoiatrico.
Dott. Ruffoni Diego

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 01:39 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X