Come ridurre il meteorismo senza rinunciare alle insalate

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come ridurre il meteorismo senza rinunciare alle insalate

09-09-2015 - scritto da Paola Perria

Consigli dietetici per chi soffre di meteorismo e gonfiore addominale.

Quali vegetali sono adatti anche a chi soffre di meteorismo?

Stando ai consigli che si trovano un po’ ovunque e quelli “somministrati” da amici e parenti, uno dei primi alimenti da eliminare in caso di meteorismo ostinato è la verdura, in particolare cruda sotto forma di insalate. La stessa cosa vale per la frutta. Per chi non ama particolarmente i vegetali di qualunque tipo, questa rinuncia non rappresenta un gran sacrifico (più arduo, magari, dover fare a meno di dolci, bibite gassate o latticini). Ma per chi invece ha posto proprio ortaggi&co al centro della sua dieta quotidiana, coerentemente con quanto suggerito dai nutrizionisti o semplicemente per gusto personale, questa omissione rappresenta molto più di un “aggiustamento” dell'alimentazione: rappresenta un vero e proprio trauma. Le verdure sono infatti cibi sani, che apportano tantissime sostanze nutritive all'organismo, come vitamine, fibre e tanti antiossidanti anti-age, senza contare l’apporto in acqua e minerali. Insomma, poche calorie ma quanta bontà!

Gli ortaggi che consumiamo più di frequente sono in genere abbastanza meteorici, nel senso che in condizioni predisponenti - ad esempio in associazione con altri cibi meteorici come i formaggi o alcuni cereali integrali - o in caso di intestino irritabile o periodi di particolare stress, sono in grado di provocare gonfiore e spasmi addominali. La digestione delle fibre di vegetali crudi come la lattuga, i carciofi  o le cipolle, tanto per citarne alcuni, può rappresentare un problema per un intestino un po’ impigrito o rallentato, con la conseguente formazione di bolle di gas fermentativo che premono sui visceri generando il classico effetto mongolfiera che tanto ci imbarazza e infastidisce.

Come anticipato, quindi, per molti la soluzione ideale del problema sembrerebbe quella di eliminare dal piatto l’alimento incriminato, con buona pace dei fautori della dieta mediterranea e delle “famose” 5 porzioni di verdura quotidiana. Ma è davvero così? Davvero dobbiamo rinunciare alle nostre amate insalate per sfoggiare un ventre perfettamente piatto? Assolutamente no!

 


 

Pancia gonfia e meteorismo addio! Bastano 90 giorni

Hai la pancia sempre gonfia e dolente, dopo i pasti e per tutto il giorno? Se il gonfiore e il meteorismo ti stanno condizionando la vita, è ora di reagire.

Il programma Ciao Pancia Gonfia può aiutarti a liberarti del problema dell'aria nella pancia insegnandoti a rivedere la tua alimentazione e il tuo stile di vita, insieme all'utilizzo di soluzioni naturali efficaci come Endofit Gas Control.

Acquista Endofit Gas Control in farmacia, accedi al programma grazie al codice indicato nella confezione, segui il tuo percorso di apprendimento e verifica i miglioramenti del tuo livello di benessere.


Approfitta subito di questa opportunità!

 

 


 

Ecco, di seguito, alcuni semplici consigli dietetici per chi soffre di meteorismo ma non intende fare a meno degli ortaggi che tanto bene fanno alla salute e… alla linea!

  • Porzioni piccole. Nei periodi in cui ci sentiamo particolarmente gonfi e “irritabili” a livello intestinale, evitiamo di consumare insalate maxi, enormi quantità di verdure miste crude, perché potremmo effettivamente accentuare il nostro problema. Inseriamo nei nostri pasti solo piccole porzioni di verdure miste crude e cotte: ad esempio una ciotolina con bietole lesse e carote grattugiate
  • Occhio ai condimenti. Per ridurre gli effetti meteorici delle fibre delle verdure e accelerare la digestione, condiamo la nostre insalate in modo light, con poco olio extravergine d’oliva delicato, aceto di mele o succo di limone. Aggiungiamo poi dello zenzero in polvere o un pizzico di peperoncino rosso che sono delle ottime spezie anti meteoriche e in più migliorano le performance dello stomaco. Da evitare come la peste dressing a base di panna e maionese
  • Zucchine. Sia cotti che crudi, questi vegetali sono decisamente anti-meteorici. Capitolo finocchi: è vero che aiutano a digerire e stimolano la regolarità intestinale e il rilassamento dei muscoli addominali in caso di crampi o spasmi, funzione importante nelle coliti o irritazioni intestinali, ma contengono una moderata quantità di carboidrati FODMAP (in particolare fruttani) facilmente fermentabili dai batteri intestinali. Pertanto, in soggetti più sensibili a questo gruppo di FODMAP, potrebbero dare origine a sintomi meteorici. Il consiglio è di testare i reali effetti del finocchio (crudo o cotto) sul proprio intestino e verificare quanto poterne poi consumare
  • Lesse o al vapore, le verdure diventano digeribili. Se ci accorgiamo che proprio la verdura cruda, di qualunque tipo, non la tolleriamo, allora per un periodo cuociamo tutto, lattuga inclusa, scottandolo in acqua o (meglio), lessandolo al vapore. Con un filo di olio evo e poco limone saranno deliziose e non ci creeranno problemi di gonfiore
  • Centrifugati a go go. Il centrifugato è un buon sostituto della classica insalata. Possiamo centrifugare pressoché tutte le verdure classiche assumendone i principi nutritivi ma eliminando il “disturbo” di dover digerire le parti fibrose più meteoriche. I centrifugati sono perfetti sia a pasto che come spuntino spezza fame di metà mattina o metà sera

  • Insalata a merenda. Perché no? Una ciotolina di insalata cruda mista va benissimo per uno spuntino di metà pomeriggio, e il nostro apparato digerente, non affaticato dal dover assimilare anche altri cibi in contemporanea, non ne risentirà. Pertanto ai pasti principali potremo concentrarci su altre pietanze, ad esempio pasta o carne, ma eliminando il contorno di verdure, oppure riducendolo ad una piccola porzione di ortaggi al vapore o grigliati diversi dall’insalata della merenda
  • Ortaggi a rotazione. Non tutte le verdure sono ugualmente meteoriche per tutti. Se per alcuni i peperoni sono del tutto out, per altri lo stesso effetto irritante lo producono i cetrioli o le cipolle. Pertanto il consiglio è quello di provare ad eliminare un solo tipo di verdure alla volta e osservare gli effetti sull’intestino. Talvolta basta evitare per un certo periodo solo pochi tipi di vegetali per eliminare il fastidioso meteorismo. Tentar non nuoce!

 


 

Avevi già tutte queste informazioni? No? Allora iscriviti subito a Ciao Pancia Gonfia, il nuovo programma personalizzato che ti insegna a liberarti del meteorismo in 90 giorni. Pratico, coinvolgente e GRATUITO: provalo subito e segui i consigli degli esperti!



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X