ForumSalute

Raffreddore: 7 sorprendenti cibi per combatterlo

Raffreddore: 7 sorprendenti cibi per combatterlo

20-11-2017 - scritto da Paola P.

Non solo arance, scopriamo quali alimenti aiutano a difenderci dal comune raffreddore.

Il raffreddore si cura e si previene anche a tavola.

 

Alzi la mano chi non si ammala almeno una volta a stagione di raffreddore. I sintomi sono noti: tutto comincia con un fastidioso prurito alla gola che si trasforma in bruciore nel giro di poche ore. Ma quando siamo ormai certi di esserci beccati il classico mal di gola, ecco che l’infezione “risale” verso il naso e cambia faccia. Congestione nasale con rinorrea (muco che cola in continuazione), starnuti a raffica, cerchio alla testa, tosse e occhi che lacrimano. Un bel fastidio!

 

Il raffreddore è una malattia molto contagiosa, infatti si trasmette attraverso le goccioline di saliva che facilmente vengono proiettate all’esterno dal soggetto infetto con gli starnuti o i colpi di tosse. Per ammalarsi, però, basta anche un contatto non eccessivamente intimo, come una stretta di mano, ad esempio, la stessa mano usata qualche minuto prima per soffiarsi il  naso con un fazzoletto di carta, senza far seguire l’operazione da un accurato lavaggio con il sapone.

 

I virus del raffreddore sono molto attivi proprio tra l’autunno  e l’inverno, quando le temperature si abbassano e favoriscono la proliferazione dei microrganismi patogeni. Spesso si contraggono più raffreddori nel giro di pochi mesi, e ci si domanda:

 

Ma se ne sono appena uscito fuori, perché ora mi ammalo di nuovo?

 

La risposta sta proprio nel fatto che la famiglia dei germi del raffreddore è davvero numerosa, pertanto la momentanea immunizzazione può, semmai, valere solo per un tipo. Ma saremo comunque esposti agli altri.

 

Va subito detta una cosa importante: la probabilità maggior o minore di raffreddarsi dipende anche da quanto sono efficienti le nostre difese immunitarie. Se i nostri anticorpi  sono poco reattivi, allora la nostra vulnerabilità aumenta. Inoltre più deboli saremo, più tempo impiegheremo a guarire, dal momento che non esistono farmaci specifici contro il raffreddore. Ce la dobbiamo un po’ cavare da noi, rinforzandoci dall’interno.

 

Come? Anche con la dieta giusta. Non esistono super cibi che abbattano i virus prima che ci possano colpire, sarebbe davvero utopistico. Esistono però alimenti ricchi di vitamine e antiossidanti che combinati insieme potenziano in modo naturale il nostro sistema immunitario. Vediamo 7 cibi insospettabili che consumati regolarmente tra la fine dell’estate e tutto il periodo del freddo, possono aiutarci a prevenire il comune raffreddore e comunque guarire prima se ne veniamo contagiati.

 

SARDINE

Sì, questo umile pesce azzurro, tra i più economici sul mercato ittico e delizioso anche sott’olio, è una miniera di acidi grassi omega 3, sostanze con alto potere antiossidante  e immunostimolante. Le sardine contengono più omega 3 degli integratori (o meglio, li assorbiamo molto meglio), del salmone e di altri pesci “grassi”, e pertanto sono un alimento tutto da riscoprire.

 

PEPERONI GIALLI

Oltre ad essere squisiti, contengo più vitamina C delle arance, se consumati crudi, mentre cotti apportano tanto betacarotene, un pigmento antiossidante che nel corpo si trasforma in vitamina A, una delle vitamine più importanti per il nostro sistema immunitario.

 

FUNGHI

Tipico alimento d’autunno, i funghi sono una fonte preziosa di minerali come il ferro e il selenio e di vitamina D, che protegge le ossa, ma anche di vitamine del gruppo B, che sono cruciali nella difesa dell’organismo dai germi patogeni. Cerchiamo, naturalmente, di consumare funghi freschi di buona qualità e soprattutto sicuri.

 

BRODO DI POLLO

I nostri nonni avevano capito tutto: un buon brodo di pollo fresco (con carne proveniente da  allevamenti a terra e non di batteria), con tante verdure ha un effetto antiossidante che fa bene anche se siamo già ammalati perché dà una mano agli anticorpi nella loro azione antivirale. Inoltre il brodo di pollo scalda, sazia, idrata e nutre in modo leggero, senza appesantire.

 

BUCCIA DI AGRUMI

Se si ha la possibilità di procurarsi degli agrumi biologici, si può usare la buccia grattugiata o affettata sottilissima (ottima nell’insalata), da aggiungere ai piatti. Proprio nella buccia è presente un olio essenziale, il limonene, che ha un fortissimo potere antiossidante e aiuta a combattere forme particolarmente virulente di raffreddore.

 

ZENZERO

Una radice dal gusto piccante e fresco, perfetta da aggiungere un po’ su tutto, sia piatti dolci che salati, ma anche in una bella macedonia, perché ha davvero innumerevoli proprietà. E’soprattutto un ottimo antinfiammatorio. Lenisce la gola arrossata e sblocca le vie nasali congestionate (specie se usato per infusi caldi), ed è un efficace anti nausea.

 

FRUTTA SECCA

Datteri, uva passa, prugne e fichi secchi sono una meravigliosa fonte di acido acetilsalicilico, un antinfiammatorio naturale (lo stesso principio attivo dell’aspirina) e vitamine del gruppo B. Per tale ragione consumarne una piccola porzione ogni giorno, ad esempio da aggiungere allo yogurt  per la prima colazione o come snack spezza fame a metà mattina o merenda, è una buona strategia di prevenzione anti raffreddore.

 

Fonte | livestrong.com 

Foto | via Pinterest




A cura di Paola P.
ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X