Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Allergologia e Immunologia > Immunologia clinica e di laboratorio > esami del sangue
Segna Forum Come Letti

   

esami del sangue

Sa86
 

Salve, oggi ho ritirato il referto delle analisi del sangue, e Vorrei chiedere se possibile un consulto.
Premetto che gli eosinofili sono molto alti, e questo mi preoccupa un pò.

I.N.R. 1,00

TEMPO DI TROMBOPLASTINA PARZIALE 32

ANTITROMBINA3 93

EMOCROMO COMPLETO
WBC 7,2

RBC 4,61

HGB 13,8

HCT 40.8

MCV 88.0

MCH 29,9

MCHC 33,8

PLT 320

NEUTROFILI% 56,5

LINFOCITI% 28,3

MONOCITI% 4,3

EOSINOFILI% 9,9 [0,0-6.0]

BASOFILI% 1,0

NEUTROFILI 4.0

LINFOCITI 2,0

MONOCITI 0.3

EOSINOFILI 0.7 [0.0-0.6]

BASOFILI 0.1

GGT 33

FOSFATASI ALCALINA 72

AZOTEMIA 20

GLICEMIA 88

CREATININEMIA 0.5 [0,6-1,0]

(AST) 18

(ALT) 27

COLESTEROLO TOTALE 159

TRIGLICERIDI 80
Le uniche anomalie quindi, che ho riscontrato sono: gli eosinofili %, come ho già detto (9,9), gli eosinofili 0,7, e la creatitinemia 0,5.
Quest'ultimi due non penso siano valori per cui valga la pena preoccuparsi; ma per gli eosinofili %?? Come mai un valore cosi elevato? Ho letto che potrebbe essere correlato a delle allergie, ma io due anni fa ho effettuato il test per le allergie, e l'unica cosa che mi era stata riscontrata era l'intolleranza all'istamina.
Devo interpretare questo valore come qualcosa di grave?
Grazie in anticipo

Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Filippo Fassio

Dr. Filippo Fassio
Nome:
Filippo Fassio
Comune:
Firenze, Pistoia e Lucca
Professione:
Medico Chirurgo, Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica
Specializzazione:
Allergologia ed Immunologia Clinica, Dottore di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale
Contatti/Profili social:
sito web facebook twitter linkedin
Domanda al medico
Dott. Fassio, ci dice chiaramente cosa sono le intolleranze alimentari? E cosa le causa?
Le intolleranze alimentari sono delle reazioni avverse correlate all’assunzione di uno o più specifici alimenti. Possono essere di diversi tipi e avere quindi cause differenti. Le più comuni sono le forme enzimatiche, causate dalla mancanza o dalla carenza di specifici enzimi nell’intestino che sono deputati alla digestione di specifiche sostanze; un esempio tipico è l’intolleranza al lattosio causata dalla carenza di enzima lattasi. Oppure possono essere di tipo farmacologico, quando delle sostanze biologicamente attive presenti nell’alimento causano sintomi al soggetto che le assume; in questo caso un esempio è la rinite o l’attacco d’asma nei soggetti intolleranti ai solfiti (che si trovano per esempio nel vino bianco o nello spumante). In altri casi ancora la causa dell’intolleranza non è nota.Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 18:00 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X