Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Storie di vita, coppia e attualità > Amore e relazioni di coppia > Viagra rosa ed effetti sulle donne
Segna Forum Come Letti

   

Viagra rosa ed effetti sulle donne

Cinzia Iannaccio
 

Funziona il Viagra per le donne? Scopriamo insieme la verità sul Sidenafil al femminile

Il Viagra rosa non solo non funziona ma non è in vendita. Occhio alle truffe

Il viagra nelle donne funziona? E’ una bella domanda che da qualche tempo in molti si pongono, data soprattutto la grande efficacia nel trattamento dei disturbi dell’erezione maschile. Ma le cause che provocano disturbi dell’eccitazione o comunque della sfera sessuale nelle donne, sono ben diverse da quelle degli uomini e quindi di base viene subito da pensare ad un no.

Effettivamente però il Sidenafil, principio attivo del Viagra maschile riesce a stimolare un maggior afflusso di sangue nell’area genitale maschile, tale da facilitare un rapporto sessuale ed in alcune disfunzioni femminili questa caratteristica avrebbe potuto funzionare. E’ per tale motivo che nel tempo sono state fatte alcune ricerche scientifiche (una addirittura durata 8 anni) effettuate anche dalla stessa Pfitzer, casa farmaceutica che ha ideato il Viagra. Gli studi però non hanno mai condotto ad esiti positivi: le pazienti coinvolte nei test erano affette da scarso desiderio, difficoltà a raggiungere l’orgasmo, totale anorgasmia, dispareunia, ovvero dolore durante i rapporti sessuali.

Ebbene tra le signore che hanno assunto placebo e quelle a cui è stato somministrato Sidenafil, non è stato registrato nessun cambiamento sostanziale nella qualità dei rapporti intimi. La sperimentazione della casa farmaceutica si è dunque fermata, essendosi dimostrata l’efficacia presunta, inesistente. Allo stesso modo, il farmaco non ha ricevuto l’autorizzazione al commercio con indicazione per le donne. Nonostante ciò online si trova in vendita di tutto, anche con nomi concreti: Viagra rosa, Femigra, viagra per le donne, Sidenafil al femminile, eccetera. Ebbene in farmacia non troverete mai tutto ciò, segno inequivocabile che c’è qualcosa che non va.

Del resto se avesse funzionato, la Pfitzer non avrebbe promosso lei stessa la vendita del Viagra rosa visto che detiene il brevetto del Viagra blu? Dei farmaci e delle terapie per curare le disfunzioni sessuali femminili esistono, basta rivolgersi ad uno specialista sessuologo, scovare la causa ed attivarsi dunque nella terapia più opportuna. Esistono anche preparati naturali che in alcuni casi possono funzionare, ma il Sidenafil, al momento non è stato autorizzato per le donne né dall’Aifa (Agenzia del farmaco italiana) né dalla FDA (Food and Drug Administration) statunitense, proprio per mancanza di efficacia.

Foto: Johanlb per Flickr

Documenti articolo
Immagini
MIGLIOR COMMENTO
Cindyil
Se le donne fossero educate fin dall'adolescenza a conoscere bene il proprio corpo forse molti problemi non ci sarebbero.
Purtroppo la scuola non lo fa..o almeno non come dovrebbe...la famiglia neanche perchè i genitori sono gelosi della figlia femmina e tendono a proggerla senza parlare con lei dei suoi problemi.
La ragazza adolescente si confida con le amiche, difficilmente lo fa con la mamma ..a meno che con lei abbia molta ma molta confidenza...si informa da sola...e arriva a fare esperienze non sempre positive...La masturbazione nell'adolescenza e pure nell'età adulta credo che sia molto utile per conoscersi bene...
Sarebbe pure consigliabile che in presenza di disfunzioni consultare medici pure sessuologhi..
Il viagra femminile se non è liberamente in commercio vuol dire che non funziona.....quindi inutile comprarlo online....anche perchè quando arriva in Italia se è vietato lo bloccano pure...succede pure con gli integratori..
__________________

Quelli belli come noi fan l'amore in un sorriso lontano ed indeciso che non capiresti mai.

Leggi altri commenti
TrevorRosben
 

Nonostante ciò trovo poco probabile che, senza andare a disturbare studi scientifici, non ci sia qualche donna che, incuriosita, non abbia assunto un farmaco di quella categoria per valutarne gli effetti.

Per il resto, in riferimento a ciò che scrive Condyle, in effetti è sempre cosa buona e giusta rivolgersi ad un medico per farsi prescivere i propri medicinali acquistandoli poi in una farmacia "reale", ma anche i più sprovveduti sanno che il mondo gira diversamente.
Acquistare Viagra tramite farmacia "reale" vuol dire spendere 60 euro per per una confezione da 4 pasticche e se si considera la vita sessuale un importante componente della vita di coppia, aver ritrovato la possibilità di compiere normalmente sesso con il/la partner ma essere costretti a programmare la quantità delle proprie effusioni in funzione della disponibilità economica per l'acquisto del Viagra, beh... questo io lo trovo quantomeno deprimente. E' quindi ben normale che molte persone si rivolgano ai mercati paralleli per acquistare quei beni visto che con quella cifra se ne possono acquistare più di 50 pasticche dai mercati dove per il Viagra già esiste la vendita della versione generica (quindi comunque prodotta da una casa farmaceutica).
Per inciso, lo stesso Viagra Pfizer se acquistato in stati con tenore di vita (per ora) più basso di quello italiano costa infinitamente meno che il nostro... evidentemente tali osti sono imputabili unicamente alla volontà di lucro delle case farmaceutiche più che da ogni altra valutazione.

Centaurus
 

Citazione:
Originariamente Inviato da TrevorRosben Visualizza Messaggio
Nonostante ciò trovo poco probabile che, senza andare a disturbare studi scientifici, non ci sia qualche donna che, incuriosita, non abbia assunto un farmaco di quella categoria per valutarne gli effetti.

Per il resto, in riferimento a ciò che scrive Condyle, in effetti è sempre cosa buona e giusta rivolgersi ad un medico per farsi prescivere i propri medicinali acquistandoli poi in una farmacia "reale", ma anche i più sprovveduti sanno che il mondo gira diversamente.
Acquistare Viagra tramite farmacia "reale" vuol dire spendere 60 euro per per una confezione da 4 pasticche e se si considera la vita sessuale un importante componente della vita di coppia, aver ritrovato la possibilità di compiere normalmente sesso con il/la partner ma essere costretti a programmare la quantità delle proprie effusioni in funzione della disponibilità economica per l'acquisto del Viagra, beh... questo io lo trovo quantomeno deprimente. E' quindi ben normale che molte persone si rivolgano ai mercati paralleli per acquistare quei beni visto che con quella cifra se ne possono acquistare più di 50 pasticche dai mercati dove per il Viagra già esiste la vendita della versione generica (quindi comunque prodotta da una casa farmaceutica).
Per inciso, lo stesso Viagra Pfizer se acquistato in stati con tenore di vita (per ora) più basso di quello italiano costa infinitamente meno che il nostro... evidentemente tali osti sono imputabili unicamente alla volontà di lucro delle case farmaceutiche più che da ogni altra valutazione.
Se una persona decide di acquistare un farmaco dal "mercato parallelo" lo fa a suo rischio e pericolo e ben consapevole che i farmaci commercializzati legalmente nel nostro paese sono stati autorizzati dall'AIFA, organo che si preoccupa di controllare che tal farmaco è stato prodotto in rispetto dei requisiti di conformità richiesti per ottenere l'autorizzazione al commercio.
Se poi uno vuole rischiare acquistando un farmaco da un mercato straniero dove nessun organo di vigilanza garantisce....bhè, la salute è la loro. Per non parlare poi del fatto che in Italia acquistare farmaci vendibili solo dietro prescrizione medica tramite internet è illegale oltre che molto rischioso.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 14:36 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X