Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Problemi sessuali e di coppia > lui non vuole fare l amore con me
Segna Forum Come Letti

   

lui non vuole fare l amore con me

nanalove
 

ciao, ho una relazione da 4 mesi con un uomo fantastico, ma un tantinello particolare.
la nostra è cominciata come una relazione bellissima ed aperta, lui tutt ora sostiene di non voler una relazione stabile, in quanto non pronto alla monogamia (ma non per avere rapporti sessuali con altre persone, ma per essere libero di amare chiunque nella maniera che lo aggrada di più, io condivido questo pensiero e gli ho detto che lo stare con me non gli deve pregiudicare di amare chiunque si trovi di fronte, ma io voglio una storia!) a questo punto io non sono la sua ragazza, ma la sua compagna....
detto questo, da un mese circa non abbiamo una buona vita sessuale, da una recente discussione è emerso che non gli sono mai piaciuta completamente, e che con gli piace fare l amore con me. ho cercato di saperne di più ma niente.
in risposta gli posso solo dire che se non facciamo l amore non potremo mai capire cosa ci piace e cosa no.
ora, quando lo accarezzo, lo cerco mi scansa con battute e mi dice che io sono ossessionata dal sesso. ma credo sia normale avere voglia almeno ogni tanto. quando dormiamo assieme si limita ad abbracciarmi, si avvicina con i genitali ma non fa mai la prima mossa, e io mi sono anche un po sentita a disagio dopo quello che mi ha detto. e non ho più voglia di prendere io l iniziativa.
questo ovviamente crea in me dei pensieri poco belli.
succede spesso e volentieri che lui cerchi in tutti i modi di trovare lo spunto per discutere per poi accusarmi di non trasmettergli serenità, mi accusa di non sapere cosa voglio e cosa penso realmente.
io so che sta attraversando un periodo difficilissimo e che è stato scottato da storie precedenti, che lo hanno portato ad avere una visione un po atipica del rapporto di coppia, e quindi mando giù tantissime cose che in passato avrei lasciato a marcire nel loro brodo; ma quando arrivo allo sfinimento, forse per paura cerco di chiudere questa relazione e lui ogni volta, da freddo e indifferente sulle prime, trova ogni scusa e ogni mezzo per posticipare questo mio allontanamento. è una persona con un grande bisogno dei suoi spazi e io faccio di tutto per lasciarglieli.
quando poi esagera io mi chiudo e non parlo per evitare ulteriori discussioni, ma rimango comunque serena nell' atteggiamento. a quel punto, lui che ama il silenzio, non è capace di tacere e cerca la mia attenzione in mille modi.
io gli voglio davvero bene, altrimenti non sarei in grado di accettare nulla di tutto ciò.
sono una persona estremamente solare e impulsiva e cerco in tutti i modi di attenuare il mio istinto al mandarlo a quel paese, perchè ripeto ci tengo davvero e non sto con lui per paura di rimanere sola, cosa che non mi tocca essendo caratterialmente molto forte e dominante. ma queste mie caratteristiche con lui non le metto in atto, e lascio predominare la mia sensibilità-
lui è estremamente sensibile, intelligente e tendenzialmente depresso o comunque poco positivo, e oppresso dai suoi problemi, nei quali io non voglio entrare se non su sua richiesta.
io sto accettando milioni di richieste da parte sua ma trovo anche difficile e a volte sbagliato che questo avvenga a senso unico.
come posso trovare una soluzione a questo? non voglio smettere di vederlo, e credo che neanche lui lo voglia, anche se in momenti particolari suoi mi viene detto che sta con me perchè io ho bisogno di aiuto, o comunque per non stare da soli, allora ci facciamo compagnia assieme.
sono sicura che se una persona non volesse continuare una relazione, e che questa non gli dia nessun beneficio, sia masochismo continuarla, e rispetto al fatto che temporeggia quando io voglio riprendermi le mie cose mi fa pensare che non sia questo un suo desiderio.
mi chiede spesso di rimanere da lui perchè la cosa gli fa piacere, ma la mancanza di sesso, e dialogo solo da questo punto di vista, mi spiazza, come mi spiazzano le sue affermazioni, e il suo continuare a contraddirsi.
aiuto!

MIGLIOR COMMENTO
Gregorio.Loverso
Citazione:
Originariamente Inviato da nanalove Visualizza Messaggio
ciao, ho una relazione da 4 mesi con un uomo fantastico, ma un tantinello particolare.
la nostra è cominciata come una relazione bellissima ed aperta, lui tutt ora sostiene di non voler una relazione stabile, in quanto non pronto alla monogamia (ma non per avere rapporti sessuali con altre persone, ma per essere libero di amare chiunque nella maniera che lo aggrada di più, io condivido questo pensiero e gli ho detto che lo stare con me non gli deve pregiudicare di amare chiunque si trovi di fronte, ma io voglio una storia!) a questo punto io non sono la sua ragazza, ma la sua compagna....
detto questo, da un mese circa non abbiamo una buona vita sessuale, da una recente discussione è emerso che non gli sono mai piaciuta completamente, e che con gli piace fare l amore con me. ho cercato di saperne di più ma niente.
in risposta gli posso solo dire che se non facciamo l amore non potremo mai capire cosa ci piace e cosa no.
ora, quando lo accarezzo, lo cerco mi scansa con battute e mi dice che io sono ossessionata dal sesso. ma credo sia normale avere voglia almeno ogni tanto. quando dormiamo assieme si limita ad abbracciarmi, si avvicina con i genitali ma non fa mai la prima mossa, e io mi sono anche un po sentita a disagio dopo quello che mi ha detto. e non ho più voglia di prendere io l iniziativa.
questo ovviamente crea in me dei pensieri poco belli.
succede spesso e volentieri che lui cerchi in tutti i modi di trovare lo spunto per discutere per poi accusarmi di non trasmettergli serenità, mi accusa di non sapere cosa voglio e cosa penso realmente.
io so che sta attraversando un periodo difficilissimo e che è stato scottato da storie precedenti, che lo hanno portato ad avere una visione un po atipica del rapporto di coppia, e quindi mando giù tantissime cose che in passato avrei lasciato a marcire nel loro brodo; ma quando arrivo allo sfinimento, forse per paura cerco di chiudere questa relazione e lui ogni volta, da freddo e indifferente sulle prime, trova ogni scusa e ogni mezzo per posticipare questo mio allontanamento. è una persona con un grande bisogno dei suoi spazi e io faccio di tutto per lasciarglieli.
quando poi esagera io mi chiudo e non parlo per evitare ulteriori discussioni, ma rimango comunque serena nell' atteggiamento. a quel punto, lui che ama il silenzio, non è capace di tacere e cerca la mia attenzione in mille modi.
io gli voglio davvero bene, altrimenti non sarei in grado di accettare nulla di tutto ciò.
sono una persona estremamente solare e impulsiva e cerco in tutti i modi di attenuare il mio istinto al mandarlo a quel paese, perchè ripeto ci tengo davvero e non sto con lui per paura di rimanere sola, cosa che non mi tocca essendo caratterialmente molto forte e dominante. ma queste mie caratteristiche con lui non le metto in atto, e lascio predominare la mia sensibilità-
lui è estremamente sensibile, intelligente e tendenzialmente depresso o comunque poco positivo, e oppresso dai suoi problemi, nei quali io non voglio entrare se non su sua richiesta.
io sto accettando milioni di richieste da parte sua ma trovo anche difficile e a volte sbagliato che questo avvenga a senso unico.
come posso trovare una soluzione a questo? non voglio smettere di vederlo, e credo che neanche lui lo voglia, anche se in momenti particolari suoi mi viene detto che sta con me perchè io ho bisogno di aiuto, o comunque per non stare da soli, allora ci facciamo compagnia assieme.
sono sicura che se una persona non volesse continuare una relazione, e che questa non gli dia nessun beneficio, sia masochismo continuarla, e rispetto al fatto che temporeggia quando io voglio riprendermi le mie cose mi fa pensare che non sia questo un suo desiderio.
mi chiede spesso di rimanere da lui perchè la cosa gli fa piacere, ma la mancanza di sesso, e dialogo solo da questo punto di vista, mi spiazza, come mi spiazzano le sue affermazioni, e il suo continuare a contraddirsi.
aiuto!
Dalle cose che dice, mi sembra che il suo compagno vorrebbe avere lei come "luogo" che da sicurezza, ma poi non riesce a desiderarla sessualmente. Forse il suo compagno dovrebbe chiarirsi su questo punto. Ma anche lei dovrebbe interrogarsi su molti punti. Che cosa la spinge a dormire accanto a un uomo che le dice esplicitamente che non prova nessuna attrazione sessuale per lei?
__________________
Prof. Gregorio Loverso
Medico-Psicoterapeuta
Autore del libro Narciso e i due volti di Eros
Cell. 3776989993
email: gregorio.loverso@gmail.com
Leggi altri commenti
sirio75
 

prima di volere bene a lui devi volere bene a te stessa e stando con uno cosi' nn ci riuscirai mai fino in fondo..un uomo cosi' snerva, stanca, deprime per nn avere niente in cambio...e per di piu' ti fa perdere solarita'...fai un atto di forza e stacca la storia..magari se ce la fai restate amici, ma compagni io sinceramente la cosa nn la vedo..in bocca al lupo perche' sol ke ci vuole tanto coraggio...

sunray
 

Citazione:
Originariamente Inviato da nanalove Visualizza Messaggio
ciao, ho una relazione da 4 mesi con un uomo fantastico, ma un tantinello particolare.
la nostra è cominciata come una relazione bellissima ed aperta, lui tutt ora sostiene di non voler una relazione stabile, in quanto non pronto alla monogamia (ma non per avere rapporti sessuali con altre persone, ma per essere libero di amare chiunque nella maniera che lo aggrada di più, io condivido questo pensiero e gli ho detto che lo stare con me non gli deve pregiudicare di amare chiunque si trovi di fronte, ma io voglio una storia!) a questo punto io non sono la sua ragazza, ma la sua compagna....
detto questo, da un mese circa non abbiamo una buona vita sessuale, da una recente discussione in risposta gli posso solo dire che se non facciamo l amore non potremo mai capire cosa ci piace e cosa no.
ora, quando lo accarezzo, lo cerco mi scansa con battute e mi dice che io sono ossessionata dal sesso. ma credo sia normale avere voglia almeno ogni tanto. quando dormiamo assieme si limita ad abbracciarmi, si avvicina con i genitali ma non fa mai la prima mossa, e io mi sono anche un po sentita a disagio dopo quello che mi ha detto. e non ho più voglia di prendere io l iniziativa.
questo ovviamente crea in me dei pensieri poco belli.
succede spesso e volentieri che lui cerchi in tutti i modi di trovare lo spunto per discutere per poi accusarmi di non trasmettergli serenità, mi accusa di non sapere cosa voglio e cosa penso realmente.
io so che sta attraversando un periodo difficilissimo e che è stato scottato da storie precedenti, che lo hanno portato ad avere una visione un po atipica del rapporto di coppia, e quindi mando giù tantissime cose che in passato avrei lasciato a marcire nel loro brodo; ma quando arrivo allo sfinimento, forse per paura cerco di chiudere questa relazione e lui ogni volta, da freddo e indifferente sulle prime, trova ogni scusa e ogni mezzo per posticipare questo mio allontanamento. è una persona con un grande bisogno dei suoi spazi e io faccio di tutto per lasciarglieli.
quando poi esagera io mi chiudo e non parlo per evitare ulteriori discussioni, ma rimango comunque serena nell' atteggiamento. a quel punto, lui che ama il silenzio, non è capace di tacere e cerca la mia attenzione in mille modi.
io gli voglio davvero bene, altrimenti non sarei in grado di accettare nulla di tutto ciò.
sono una persona estremamente solare e impulsiva e cerco in tutti i modi di attenuare il mio istinto al mandarlo a quel paese, perchè ripeto ci tengo davvero e non sto con lui per paura di rimanere sola, cosa che non mi tocca essendo caratterialmente molto forte e dominante. ma queste mie caratteristiche con lui non le metto in atto, e lascio predominare la mia sensibilità-
lui è estremamente sensibile, intelligente e tendenzialmente depresso o comunque poco positivo, e oppresso dai suoi problemi, nei quali io non voglio entrare se non su sua richiesta.
io sto accettando milioni di richieste da parte sua ma trovo anche difficile e a volte sbagliato che questo avvenga a senso unico.
come posso trovare una soluzione a questo? non voglio smettere di vederlo, e credo che neanche lui lo voglia, anche se in momenti particolari suoi mi viene detto che sta con me perchè io ho bisogno di aiuto, o comunque per non stare da soli, allora ci facciamo compagnia assieme.
sono sicura che se una persona non volesse continuare una relazione, e che questa non gli dia nessun beneficio, sia masochismo continuarla, e rispetto al fatto che temporeggia quando io voglio riprendermi le mie cose mi fa pensare che non sia questo un suo desiderio.
mi chiede spesso di rimanere da lui perchè la cosa gli fa piacere, ma la mancanza di sesso, e dialogo solo da questo punto di vista, mi spiazza, come mi spiazzano le sue affermazioni, e il suo continuare a contraddirsi.
aiuto!
stavo riflettendo su queste espressioni che hai usato...

dici di essere la compagna ma non la ragazza
dove sta la differenza?

cosa vuol dire per te avere una "storia"?


altra domanda:
tu dici:
è emerso che non gli sono mai piaciuta completamente, e che con gli piace fare l amore con me. ho cercato di saperne di più ma niente.
cos'altro vorresti sapere in merito a questo argomento? quali dubbi ti sono rimasti?

nanalove
 

ciao, lo so che non vi è nessuna differenza tra ragazza e compagna, anzi forse compagna è qualche cosa di più, giuro che io non riesco ad interpretare il suo pensiero.
io voglio benissimo a me stessa e non mi faccio abbattere da tutto questo, ma non nego che mi da da pensare.
i miei dubbi fondamentalmente riguardano il fatto che non capisco per quale motivo non si stacchi da me, perchè continuare.
è ovvio che sono innamorata e quindi questo mi fa solo piacere, io vorrei sapere come eliminare i suoi blocchi relativi al sesso

Vincenza58
 

Ciao,ti chiedi come mai non si stacca da te,ma per me è semplice,gli fai comodo,uno con tanti problemi se la tiene stretta una persona che lo ami,e poi,come ci si può sentire dire ....non mi sei mai piaciuta,non mi piace fare l'amore con te,ma no nanalove,lascialo subito,non vedo nessun presupposto per continuare una storia con un tipo del genere,pensaci bene.....

cristiano75
 

Ma mandalo a quel paeseeeeeeeeeeeeeeee!!!

Ah no, lo farei quando l'amore sarà scemato... e magari lui inizierà a prendersi per te...

sunray
 

Citazione:
Originariamente Inviato da nanalove Visualizza Messaggio
ciao, lo so che non vi è nessuna differenza tra ragazza e compagna, anzi forse compagna è qualche cosa di più, giuro che io non riesco ad interpretare il suo pensiero.
io voglio benissimo a me stessa e non mi faccio abbattere da tutto questo, ma non nego che mi da da pensare.
i miei dubbi fondamentalmente riguardano il fatto che non capisco per quale motivo non si stacchi da me, perchè continuare.
perchè pretendi che sia lui a farlo?
se come racconti lui con te ha il tipo di rapporto che desidera?

Citazione:
è ovvio che sono innamorata e quindi questo mi fa solo piacere, io vorrei sapere come eliminare i suoi blocchi relativi al sesso
perchè dici che si tratta di blocco quando lui ti ha detto che non gli piaci?

Damia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da sunray Visualizza Messaggio
stavo riflettendo su queste espressioni che hai usato...

dici di essere la compagna ma non la ragazza
dove sta la differenza?
Prendendo spunto da quel che dice Sunray...
Ti posso dire che per me essere la ragazza o la compagna di qualcuno è dipeso solo dall'età. A 30 anni mi faceva ridicolo essere la ragazza di...perchè non mi ci sentivo ragazza ma donna. Tutto qua. Ma la sostanza non cambiava...
Insomma...a 20 avevo un ragazzo, a 30 un compagno o moroso. Ma quel che pretendevo dal mio ragazzo e dal mio compagno (pur essendo persone diverse) erano le stesse. Nel mio caso monogamia, fiducia, stima, rispetto, amore. Ovviamente ricambiati...



Citazione:
Originariamente Inviato da sunray Visualizza Messaggio
tu dici:
è emerso che non gli sono mai piaciuta completamente, e che con gli piace fare l amore con me. ho cercato di saperne di più ma niente.
cos'altro vorresti sapere in merito a questo argomento? quali dubbi ti sono rimasti?
A me bastava per cambiare lido....
Qui non si parla di un uomo poco attivo sessualmente (e ce ne sono), ma di uno che mi dice in faccia che non gli sta bene farlo con me.
Ora...seppure non considero il sesso il fondamento di una storia...non starei con una persona che mi dice che non gli piaccio.
Saluti e baci...e ne cerco una a cui io piaccio (e che mi piace ovviamente)

Unatratanti
 

Scusa ma non vedo nulla di bello nel tuo racconto.
Nulla.
Insomma quest'uomo è depresso, cupo, ma sensibile (sicura?) e comunque non emana nulla di positivo.
Inoltre non ti desidera sessualmente.
Infine, non desidera un legame e senz'altro non con te.
Ho riassunto bene? C'è tutto?
Forse sono un pò dura, ma rileggi quello che hai scritto.
Questa non è una storia, non è niente, è la condivisione di due solitudini.
E fa un pò tristezza, non trovi?
Lascia perdere. Apri la mano, e lascia cadere questo sasso che hai raccolto.
C'è mooooolto di meglio al mondo in cui sperare.

nanalove
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Gregorio.Loverso Visualizza Messaggio
Dalle cose che dice, mi sembra che il suo compagno vorrebbe avere lei come "luogo" che da sicurezza, ma poi non riesce a desiderarla sessualmente. Forse il suo compagno dovrebbe chiarirsi su questo punto. Ma anche lei dovrebbe interrogarsi su molti punti. Che cosa la spinge a dormire accanto a un uomo che le dice esplicitamente che non prova nessuna attrazione sessuale per lei?
Buongiorno Professore, giusto in questi giorni la nostra storia è tornata al momento iniziale, lui sembra essere di nuovo sereno nei miei confronti.
io ho sicuramente fatto un po la dura, per quel che riguarda l esprimere i miei sentimenti e le mie esigenze, tanto che è stato lui a cercare un contatto fisico, e anche alla confidenza. Ma alla mia domanda sei stato bene ieri notte? la risposta non è arrivata. Così gli ho chiesto, essendo entrambi cultori di una filosofia di vita più spirituale di fare del sesso tantrico. Sarà sicuramente una sfida enorme per entrambi ma la sua risposta è stata più che positiva.
in questo momento della mia vita, e dopo l incontro con questa persona mi sento davvero spinta e propensa alla mia crescita personale come non avevo mai fatto prima, ecco perchè ho deciso di lasciare del tempo a questa persona e di non soffermarmi troppo su quello che dice o fa in momenti nei quali non è sereno.
non so se sarà la via migliore per elevare il nostro rapporto, ma sicuro eleva me personalmente e dal profondo.

passepartout
 

Ciao nanalove ho letto la tua storia. é similare a una mia storia passata. Se state ancora insieme, ti invidio perchè io non ho avuto la pazienza di aspettare e ne pago le conseguenze

cips
 

Nana quest'uomo è solo un grandissimo stro....

lascialo. lo so che è difficile, ma cosa ti da questa relazione??????

non fate sesso, lui non vuole una relazione, ha bisogno dei suoi spazi (tradotto non ti vuole in giro), dice che non gli piaci poi così tanto, gli sforzi sono a senso unico.....

dai prova a guardarla un attimo con occhi obiettivi!!! ti sei impelagata in una storia senza futuro.

coccolina88
 

Io mi trovo dalla parte opposta, nel senso che io non volevo fare l'amore perchè non provavo attrazione; infatti l'ho lasciato anche perchè ci tengo e lo rispetto.

passepartout
 

Io, non l'ho mai capito se voleva stare insieme a me...non è mai stato chiaro. Però quelle poche volte che stavamo insieme anche lui stava bene, lo capivo dagli sguardi e poi però tornava alla sua instabilità di coppia. A volte penso di non essere stata paziente e rigida presa dai miei schemi, di non averlo capito abbastanza...

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 23:00 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X