Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Problemi sessuali e di coppia > Crisi sessuale o fine di un amore?
Segna Forum Come Letti

   

Crisi sessuale o fine di un amore?

sunsett
 

Ciao a tutti eccomi qua col mio primo post...e mica da poco!!
Sembra il solito, banale argomento ma quando leggerete un po’ della storia, vi accorgerete che non è proprio come le altre!!
Convivo con la mia ragazza da 5 anni, e non mi posso lamentare di lei di nulla, sempre presente, dolce, premurosa, accondiscendente, bella, divertente e tutto sommato il rapporto posso dire sia stato fin qui dei migliori.
Purtroppo quasi da subito la nostra storia è stata "influenzata" da situazioni abbastanza complicate: nel periodo iniziale, parlo di poche settimane nelle quali inziavamo a conoscerci un poco, io affrontavo il dolore per la perdita di mia madre, e successivamente, o meglio 2 mesi dopo, sempre nel pieno della nostra conoscenza, suo padre si ritrovava (e si ritrova purtroppo) in sedia a rotelle in poco tempo per via di un ictus....potete immaginare le conseguenze, per lei di una simile cosa, se considerate anche che i genitori sono separati da tempo e non hanno granchè rapporti!!!
Insomma nei mesi a seguire la sua vita è cambiata completamente, essendo figlia unica doveva GIUSTAMENTE badare a tutto quello che conseguiva ad una così inaspettata e pesantissima situazione: il continuo via vai in ospedale per le cure, le visite, la parte burocratica del tutto, che è poi si era protratto per 8 lunghi mesi...e ripeto, considerando che la madre a tutto questo non ha mai preso parte!
In questo periodo premetto che la convivenza non era ancora iniziata.
Ad ogni modo, tenendo presente quel periodo iniziale che vi ho descritto, pieno di problemi, tensioni, ansie e nervosismo, ecco che già qui potete immaginare com'è proseguito il nostro periodo di approfondimento e conoscenza tipico delle coppie "fresche", dove si dovrebbe creare tutto quel feeling e dove, in genere, scaturisce e si manifesta quella passione (specie fisica) tipica del periodo iniziale: purtroppo solo adesso mi sono reso conto, come pure lei, che questo periodo per noi è mancato! Ed ha minato, col tempo e nel tempo, la nostra INTIMITA’. Succedeva purtroppo da subito che lei non avesse voglia di concedersi sessualmente, vuoi per stanchezza vuoi per testa distratta da ben altro...e purtroppo nel frattempo io subivo queste non attenzioni come dei "rifiuti", certo non dei NO secchi ma erano comunque dei rifiuti.
All’inizio (parlo di mesi/primo anno) non davo peso e certamente capivo il perchè, poi però la cosa è continuata, con alti e bassi, ed io passavo dalla comprensione al nervosismo chiedendomi il perché e come facesse a non volere quelle mie attenzioni, a scansarle, rimandarle sempre ed ovviamente, si intende, lei da parte sua non ha quasi mai preso l’iniziativa. Con questo fare i rapporti divenivano sempre più sporadici!
E vuoi perché a me pesava aggiungere discussioni al suo malessere e al suo stress, vuoi perché c’era la paura di rovinare un bellissimo rapporto alla fin fine, questo non parlarsi, si è rivelato un male, in quanto non si sono affrontate tali discussioni, per far notare che sessualmente stava andando davvero male: purtroppo si è arrivati a questi giorni dove abbiam fatto l'amore, PER QUESTI ULTIMI 2/3 ANNI, sempre meno fino ad arrivare a farlo,come l’ultimo anno, una volta al mese, praticamente al MIO BISOGNO fisiologico, non so se rendo l’idea e vi dico che la cosa poteva solo peggiorare. Peggiorare nel senso che così facendo si può arrivare solo ad una conclusione: tradire! Da questo punto di vista, per fortuna, sono pulito, e ne vado fiero, perché occasioni ne ho avute veramente tante ma non ho mai ceduto in quanto per me il rispetto per lei è sempre stato alla base, specie per tutti i problemi che lei ha avuto in questi anni. Non volevo darle un dispiacere così enorme, mai. Ma ripeto: ci stavo pericolosamente arrivando! Tante sono state le opportunità come ho detto, e solo una cosa mi è capitata: la semplice conoscenza, poche settimane or sono , di una ragazza in palestra che a me piace tanto, e non solo fisicamente, e la cosa è reciproca ma stop, fine! GIURO, mai fatto nulla.
E così, alcune notti fa, per una banale discussione ho deciso di vuotare il sacco ed esporle il problema. Per lei è stato traumatico, lei E’ INNAMORATA di me nonostante abbia riconosciuto che pure per lei il problema ci fosse, ma per motivazioni diverse dalle mie! All’inizio, per 3 giorni l’abbiamo affrontato cercando di stare assieme per risolvere, ma io non ci riuscivo: sono tendenzialmente introverso e tendo ad isolarmi per analizzarmi dentro, capirmi: e infatti la mia proposta è stata la famosa pausa che doveva essere di 7 giorni, per vedere se effettivamente in me era rimasto del sentimento recuperabile, e fosse ancora acceso il desiderio fisico nei suoi confronti.
Morale: anche qui è durata 4 giorni, perché lei già il secondo giorno si ripresentava a casa da me in lacrime e tremolante! Io non sapendo che fare, e parlando con amici, ho deciso di riaffrontare assieme la situazione ma anticipandole che non sarebbe stata una passeggiata e che anzi si trattava di una prova, un tentativo, di non illudersi perché comunque le cose potevano avere esiti negativi.
Vi chiedo di dirmi sinceramente cosa ne pensate, come la vedete e se ci sono margini di recupero. Vi dico sinceramente che mi sento molto influenzato da quella ragazza conosciuta in palestra, con la quale mi sento spesso ma solo per sms. Ho una gran paura di affrontare questo riavvicinamento, ho paura delle mie reazioni a lei e ad eventuali sue avance, ho paura del tempo che dovrò IMPEGNARE e mi spaventa non sapere quanto dovrò passarne con l incertezze che ho adesso! RAGAZZI SONO INCASINATO PERSO, HO PAURA.

MIGLIOR COMMENTO
Centaurus
Ciao sunset.
Il mio non può essere un parere professionale ma solo personale, per quel che posso sbilanciarmi in base al tuo racconto.
Di sicuro non è una situazione facile e non credo di facile risoluzione perchè in ballo ci sono i sentimenti oltre che i bisogni (naturali e comprensibili).
La tua donna è stata soppoposta ed esposta suo malgrado ad una situazione che l'ha davvero sconvolta, e non solo a livello emotivo ma anche presumo organizzativo della sua vita. Quindi ci può anche stare che sia entrata in uno stato depressivo tale dove pur amandoti lei non ha le forze fisiche e psicologiche da destinare all'amore fisico perchè si sente stanca, demotivata e magari non avverte neppure il bisogno di essere amata in quel modo (sessuale).
Forse potresti, con il dovuto tatto (che mi pare di intuire tu hai sempre avuto nei suoi confronti e nei confronti di ciò che state vivendo), provare a chiederle se se la sente di parlare con uno psicologo per cercare di capire se si tratta di depressione e come affrontarla.
Anch'io quando ho sofferto di depressione (e a volte purtroppo ci ricado) ho la mente altrove e le mie forze fisiche si esauriscono velocemente anche se vado avanti come un automa e agli occhi degli altri sembro inesauribile, ma dentro di me...beh, se potessi ci sono giorni in cui mi spegnerei totalmente a tempo indeterminato, mente e corpo in stand-by.
La ragazza della palestra....mi par di capire che tu nonostante tutto ami la tua donna, altrimenti non credo staresti qui a farti troppi problemi su cosa potrebbe accadere.
Quello che so per esperienza personale è che ci vuole impegno e forza per affrontare i problemi di coppia, impegno e forza richiesti ad entrambi altrimenti è una guerra persa in partenza.
Hai investito 5 anni della tua vita in questo rapporto, e seppur comprendo perfettamente che hai le tue esigenze e vorresti sentire che sei desiderato e amato anche sotto quella forma (il sesso è un completamento dell'amore di coppia), magari potresti concederti e concederle del tempo per vedere se lei accetta di farsi aiutare. Magari una terapia di coppia in modo che possiate aprirvi entrambi.
La ragazza della palestra sa che hai una compagna? Cosa sa del vostro rapporto? Te lo chiedo perchè a volte ci sono donne (come anche uomini) che non si fanno problemi a intromettersi in relazioni traballanti senza concedere a quella coppia del tempo per chiarirsi a dovere.
Hai scritto che quando alcune notti fa hai vuotato il sacco, la tua donna ha riconosciuto che c'è un problema ma per motivazioni diverse dalle tue. Quali erano le sue motivazioni (sempre se vuoi dirle)?
In definitiva io penso che prima di tutto devi capire se e quanto ami la tua donna e quanto vuoi impegnarti per risolvere il problema. Valuta come risponde la tua donna alla tua richiesta di aiuto per affrontare seriamente la questione. E soprattutto, anche se ti apparirà un suggerimento crudele, cerca di diluire i contatti con la ragazza della palestra, perchè se vuoi impegnarti nel risanamento della tua relazione, devi tenere lontane facili tentazioni. Per come la vedo io ora sei tu che devi prendere in mano la situazione sia per il tuo benessere che per quello della tua donna. Se poi le cose non cambiano...beh, ognuno per la sua strada, ma almeno non avrai rimpianti perchè ci avrai provato.
Non so se ti sono stata utile in qualche modo. In ogni caso in bocca al lupo ad entrambi.
Leggi altri commenti
pantofolaia
 

Ti darò una risposta da uomo....anche se da donna, non vorrei mai che un uomo si comportasse così con me.
Parla chiaro alla tua ragazza, parlale della tua crisi e chiedile di fare uno sforzo e di non cercarti, anche se per lei significa sofferenza.
Tu nel frattempo cerca di uscire con la ragazza della palestra.
Perchè ti sto dando questo consiglio? perchè in un momento di crisi di coppia, è normalissimo che tu possa idealizzare una donna che non è la tua donna, ma finchè non la conoscerai potrai solo fantasticare, e non riuscirai a capire se ti piace veramente, o se è solo una infatuazione dovuta alle mancanze che hai in questo momento.
Fare così ti espone al rischio di perdere per sempre la tua attuale ragazza, ma devi essere sincero. Se vi amate veramente il rapporto si può recuperare, ma solo se sei sincero, non se per esempio le dicessi che vuoi stare solo, e uscissi con un'altra....ma da quanto ho letto non mi sembri il tipo.

Bibi66
 

Effettivamente la vostra storia all'inizio è stata influenzata da episodi drammatici che vi hanno colpito e questo vi ha tolto tutta l'allegria e l'eccitazione con cui si inizia una storia di solito. Ma non è che sia una regola fissa che il primo anno si fa l'amore tutti i giorni, il secondo la metà, il terzo la metà della metà e così via, quindi tu sei saltato direttamente al terzo anno e ti devi rassegnare ad una passione appena appena tiepida. In tutte le coppie capita che ci siano periodi brutti, lutti, malattie, ricoveri in ospedale, gravidanze e parti problematici che portano il livello dell'eros in picchiata oppure proprio a zero. Capita, anche per lunghi mesi (leggi le discussioni di gravidanza e parto) ma poi, passato il momento brutto o tragico (per esempio la malattia di un figlio) piano piano ritorna il sereno, la tranquillità e l'intesa sessuale che c'era prima. Ecco nel tuo caso quello che mi ha colpito è che le cose sono andate sempre peggio. E' vero che purtroppo il padre non credo che abbia recuperato l'autonomia, ma si saranno sicuramente organizzati e anche rassegnati (dopo 5 anni lo shock si è metabolizzato) e sicuramente un giorno avrete ricominciato a sorridere, a viaggiare, a fare progetti e ad abbandonarvi alla passione che c'era prima, con tutto quello che dovevate recuperare. Ma questo non è successo, quindi il problema non era la depressione per il padre. Adesso ti faccio una domanda di cui penso tu sappia la risposta (in caso contrario indaga): ma a lei (prima di conoscere te, intendo) quanto piaceva fare l'amore? Quanto era interessata al sesso? Una passione sopita si può risvegliare, ma se è inesistente.....
Potrebbe essere che a lei non piaccia il tuo modo di proporti: preliminari inesistenti, il tuo atteggiamento di necessità di fare l'amore e non voglia di farlo con lei, magari un approccio troppo violento (non a tutte piace) ecc. Non mi fraintendere non ti sto accusando di essere tu la causa e non devi giustificarti con me, eh.
Passiamo al secondo problema, la ragazza in palestra che ti intriga parecchio. E' vero che provi molta attrazione sessuale per lei che se fossi soddisfatto a casa tua sarebbe una semplice curiosità nei suoi confronti, come hanno tutti gli uomini quando vedono una bella ragazza. Ma tu hai parlato anche di attrazione verso la sua persona, di chiacchiere di scambio di messaggini e di una tua confusione. Quello che ti ha detto Pantofolaia è brutale ma purtroppo ha ragione. Certo io non le direi mai : stiamo lontani una settimana che voglio conoscere un'altra. Non si può fare, ci ha provato un mio amico infatuato di una girl, la moglie gli ha detto: non ti dò una settimana, ti do 15 minuti per fare le valige e andartene. E hanno chiuso così un matrimonio decennale. Boh, troppa sincerità non è pensabile. Però tu le hai chiesto una settimana di pausa e lei, temendo di perderti, si è ripresentata dopo due giorni tutta tremante che mi sa tanto di sceneggiata! Dovresti staccarti veramente per capire chi vuoi, prima però rispondi alla domanda che ti ho fatto sopra, perchè un aiuto psicologico come ti ha giustamente suggerito Centauro, è inutile se non c'è nessuna passione da recuperare.

sunsett
 

Citazione:
Originariamente Inviato da centauro75 Visualizza Messaggio
Ciao sunset.
La ragazza della palestra sa che hai una compagna? Cosa sa del vostro rapporto? Te lo chiedo perchè a volte ci sono donne (come anche uomini) che non si fanno problemi a intromettersi in relazioni traballanti senza concedere a quella coppia del tempo per chiarirsi a dovere.
Hai scritto che quando alcune notti fa hai vuotato il sacco, la tua donna ha riconosciuto che c'è un problema ma per motivazioni diverse dalle tue. Quali erano le sue motivazioni (sempre se vuoi dirle)?
In definitiva io penso che prima di tutto devi capire se e quanto ami la tua donna e quanto vuoi impegnarti per risolvere il problema. Valuta come risponde la tua donna alla tua richiesta di aiuto per
Grazie per la risposta Centauro75. Ti rispondo alle domande che mi hai fatto: si la ragazza della palestra sa che sono fidanzato, ma non ha mai fatto pressioni, lì riconosco di essermi lasciato prendere io dalla sua conoscenza, perchè a me lei piace. Sono io ad aver velocizzato il tutto! Sbagliando forse, ma mi sono lasciato trasportare: sono arrivato esausto a questo punto, purtroppo, mi rendo conto.
Le motivazioni della mia lei sono state:" si mi sono resa conto anche io che c'era il problema, avevo paura di parlarne, non volevo fare del sesso in quei momenti e/o non ti cercavo perchè non mi sentivo all'altezza!!" Questa è stata in sintesi la risposta! Boh...... Se la amo???? Il problema è che sento un "difetto" nel desiderarla fisicamente adesso!!!!

Citazione:
Originariamente Inviato da pantofolaia Visualizza Messaggio
Parla chiaro alla tua ragazza, parlale della tua crisi e chiedile di fare uno sforzo e di non cercarti, anche se per lei significa sofferenza.
Tu nel frattempo cerca di uscire con la ragazza della palestra.
Perchè ti sto dando questo consiglio? perchè in un momento di crisi di coppia, è normalissimo che tu possa idealizzare una donna che non è la tua donna, ma finchè non la conoscerai potrai solo fantasticare, e non riuscirai a capire se ti piace veramente, o se è solo una infatuazione dovuta alle mancanze che hai in questo momento.
Fare così ti espone al rischio di perdere per sempre la tua attuale ragazza, ma devi essere sincero. Se vi amate veramente il rapporto si può recuperare, ma solo se sei sincero, non se per esempio le dicessi che vuoi stare solo, e uscissi con un'altra....ma da quanto ho letto non mi sembri il tipo.
Grazie Pantofolaia, anche a te. Ho pensato più o meno di far questo: un distacco netto e totale! Ma non necessariamente per poi uscire con l'altra (che poi alla fine ci finirei, ovvio)....vorrei proprio staccare la spina, e provare a ridesiderarla, semmai ci fossero i margini, a stò punto!!

Citazione:
Originariamente Inviato da Bibi66 Visualizza Messaggio
Adesso ti faccio una domanda di cui penso tu sappia la risposta (in caso contrario indaga): ma a lei (prima di conoscere te, intendo) quanto piaceva fare l'amore? Quanto era interessata al sesso? Una passione sopita si può risvegliare, ma se è inesistente.....
Potrebbe essere che a lei non piaccia il tuo modo di proporti: preliminari inesistenti, il tuo atteggiamento di necessità di fare l'amore e non voglia di farlo con lei, magari un approccio troppo violento (non a tutte piace) ecc. Non mi fraintendere non ti sto accusando di essere tu la causa e non devi giustificarti con me, eh.
Passiamo al secondo problema, la ragazza in palestra che ti intriga parecchio. E' vero che provi molta attrazione sessuale per lei che se fossi soddisfatto a casa tua sarebbe una semplice curiosità nei suoi confronti, come hanno tutti gli uomini quando vedono una bella ragazza. Ma tu hai parlato anche di attrazione verso la sua persona, di chiacchiere di scambio di messaggini e di una tua confusione. Quello che ti ha detto Pantofolaia è brutale ma purtroppo ha ragione. Però tu le hai chiesto una settimana di pausa e lei, temendo di perderti, si è ripresentata dopo due giorni tutta tremante che mi sa tanto di sceneggiata! Dovresti staccarti veramente per capire chi vuoi, prima però rispondi alla domanda che ti ho fatto sopra, perchè un aiuto psicologico come ti ha giustamente suggerito Centauro, è inutile se non c'è nessuna passione da recuperare.
GRazie anche a te Bibi66: ma sai che non lo sò sinceramente! Certo ti dico che lei non ha mai preso particolari iniziative, anzi col tempo quasi mai, o mai!!!! Io ho sempre avuto un approccio classico devo dire, preliminari classici e mai "irruenza", quindi non sò! Perchè parli del suo ripresentarsi che a te sembra una "sceneggiata"? Te lo chiedo perchè mi incuriosisci in quanto pure mia sorella l'ha messa così!!!! Ma cos'è, scopro magari che non le piaccio o che la sua non è una forma d'amore???Parlamene....

Bibi66
 

ovviamente è una mia idea, non la conosco personalmente. Però avete deciso di prendervi una pausa di riflessione di una settimana ed è stata una decisione di entrambi e dovevate rispettarla se siete persone adulte e mature. Il fatto che dopo due giorni (non un mese) lei ti arriva in quelle condizioni in lacrime tremante è eccessivo, dopo una settimana rischiava il collasso? Se fosse vera questa sua reazione (ti ripeto non la conosco) allora è il tipo che all'ora di pranzo ti chiama in crisi perchè sono 4 ore che non ti vede e gli manchi e ti stressa tutto il pomeriggio con messaggini "quando torni?" "sbrigati a tornare che sto da sola" ecc. Cioè è credibile a 14 anni, ma se sono già 5 anni che convivete forse avete superato i trenta da un po'. Se mi dici che lei è una così "appiccicosa" sempre, allora le credo.
Mi ha colpito la tua frase che senti un difetto (nel senso di mancanza) nel desiderarla adesso. E' un brutto segno....lo sai da solo, si capisce di non amare più o di non essere più amati proprio quando manca il desiderio verso l'altro (non il desiderio in genere). In questo momento i tuoi pensieri e i tuoi desideri sono tutti verso questa ragazza della palestra ma io non credo che la molla sia stato il poco sesso, probabilmente ti sei raffreddato nei suoi confronti anche per qualche altro motivo. Sarebbe troppo riduttivo dire che ti stai innamorando di un'altra per qualche rifiuto a letto.

sunsett
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Bibi66 Visualizza Messaggio
ovviamente è una mia idea, non la conosco personalmente. Però avete deciso di prendervi una pausa di riflessione di una settimana ed è stata una decisione di entrambi e dovevate rispettarla se siete persone adulte e mature. Il fatto che dopo due giorni (non un mese) lei ti arriva in quelle condizioni in lacrime tremante è eccessivo, dopo una settimana rischiava il collasso? Se fosse vera questa sua reazione (ti ripeto non la conosco) allora è il tipo che all'ora di pranzo ti chiama in crisi perchè sono 4 ore che non ti vede e gli manchi e ti stressa tutto il pomeriggio con messaggini "quando torni?" "sbrigati a tornare che sto da sola" ecc. Cioè è credibile a 14 anni, ma se sono già 5 anni che convivete forse avete superato i trenta da un po'. Se mi dici che lei è una così "appiccicosa" sempre, allora le credo.
Mi ha colpito la tua frase che senti un difetto (nel senso di mancanza) nel desiderarla adesso. E' un brutto segno....lo sai da solo, si capisce di non amare più o di non essere più amati proprio quando manca il desiderio verso l'altro (non il desiderio in genere). In questo momento i tuoi pensieri e i tuoi desideri sono tutti verso questa ragazza della palestra ma io non credo che la molla sia stato il poco sesso, probabilmente ti sei raffreddato nei suoi confronti anche per qualche altro motivo. Sarebbe troppo riduttivo dire che ti stai innamorando di un'altra per qualche rifiuto a letto.
In effetti lei è una così: nonostante la convivenza mi chiama due volte al giorno, una la mattina e una la sera, giusto per 1 minuto di parole! Vuole il mio sms quando stò per tornare dalla palestra, o da chissà dove, e lo vuole per tanti altri momenti, le manco se capita che per pranzo, per motivi di lavoro miei e suoi, non ci si vede: tipo la sera mi dice "oggi non ci siam visti nulla......uffff" insomma lei è così!!! Sò che quello dello scarso desiderio è un brutto segno, lo sò da me, come dici tu, non riesco a fare diversamente ora, ci provo a non pensare e a farmi entrare in testa il contrario ma non mi viene: allora farei bene secondo te ad esigere questo distacco netto una volta per tutte, e del quale io effettivamente sento il bisogno?? credi sia l'unica cosa o quella più sensata adesso? Io ho solo una paura al riguardo: il non sapere poi dopo come stà lei, il sapere di farla stare male per una scelta così, ma d'altronde io pure così non stò bene e ho un perenne "conflitto" interiore!
Forse hai ragione tu: non è stato solo il poco sesso a generare tutto questo, e non sono andato a ricercare altro, ma di sicuro è stata la causa principale, ne sono certo! L'altra ragazza?? Be dai è esagerato dire che mi stò innamorando.....mi piace tanto, semplicemente!!!

Bibi66
 

uso una classica frase fatta: quando le acque sono agitate devi fermarti ad aspettare che ritornino limpide per vedere il fondo. Se rimanete nella stessa casa con te con la testa da un'altra parte, finisce che litigate e magari vi dite qualche cosa di irreparabile. Forse è meglio che stai un po' da solo e segui il tuo istinto: chi ti manca? chi hai voglia di vedere o sentire? E' inutile che cerchi di farti entrare (o uscire) in testa qualcosa, non sei un computer che lo imposti come vuoi. Al cuore e ai desideri non si comanda.
Stai un po' da solo, senza sensi di colpa, e vedi la tua testa dove va. Se cerchi la presenza della tua compagna o se la mente vola alla ragazza della palestra. Qualcuno starà male, anzi starete male tutti qualunque cosa decidi: tu, lei, l'altra....non esistono storie indolori, qualcuno che soffre c'è sempre. E se dovessi capire che il tuo futuro è con quell'altra, è inutile che fai il martire che rimani con chi non ami più....che vita sarebbe per tutti?

sunsett
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Bibi66 Visualizza Messaggio
uso una classica frase fatta: quando le acque sono agitate devi fermarti ad aspettare che ritornino limpide per vedere il fondo. Se rimanete nella stessa casa con te con la testa da un'altra parte, finisce che litigate e magari vi dite qualche cosa di irreparabile. Forse è meglio che stai un po' da solo e segui il tuo istinto: chi ti manca? chi hai voglia di vedere o sentire? E' inutile che cerchi di farti entrare (o uscire) in testa qualcosa, non sei un computer che lo imposti come vuoi. Al cuore e ai desideri non si comanda.
Stai un po' da solo, senza sensi di colpa, e vedi la tua testa dove va. Se cerchi la presenza della tua compagna o se la mente vola alla ragazza della palestra. Qualcuno starà male, anzi starete male tutti qualunque cosa decidi: tu, lei, l'altra....non esistono storie indolori, qualcuno che soffre c'è sempre. E se dovessi capire che il tuo futuro è con quell'altra, è inutile che fai il martire che rimani con chi non ami più....che vita sarebbe per tutti?
Ciao Bibi...ho deciso, ho intrapreso quello che una settimana fà mi era stato in qualche modo impedito di fare! Ricordi? dopo 2 giorni lei era tornata in lacrime, poi da lì non ero riuscito ad essere duro e farle capire di tornare indietro! Ma allo stesso tempo mi sentivo soffocare quell'istinto che mi diceva di staccare la spina del tutto, per un pò, per capire cosa era rimasto dentro di me per lei, e per capire cosa veramente volevo, e voglio. Abbiamo fatto quasi 6 giorni assieme: uscivamo a cena, tutti i giorni al mare, passeggiate la notte, ma si capiva quanto fossi io insofferente e non mi faceva nemmeno star bene trattare lei così e vederla non proprio felice!! E soprattutto, come dicevi pure tu, continuando così non volevo si innescasse quel processo per il quale dovendo arrivare la rottura, non volevo fosse con litigi o lancio di piatti, anzi tutt'altro!!! Perciò ieri è stato ripreso il discorso, lei molto più tranquilla di prima ha capito, è una tosta, moooolto più di me, che non crolla mai e se crolla, si risolleva quasi subito. Ho cercato anche di farle capire che questo distacco poteva far bene pure a lei, in qualche modo penso. Ci siamo dati non meno di un mese da oggi: ci si risentirà per telefono, magari ci vedremo per due passi, non sò...lo immagino così! Io a lei tengo tantissimo e non voglio che stia male: questo glielo ho detto anche stamattina prima che andasse! Ed è la pura verità: poi magari starò più male io....chi lo sà... Mi chiedo come sarà per me ora, secondo ho fatto bene? Come dovrei muovermi? Mi serviva più tempo, o meno, secondo te? Cosa dovrei e non dovrei fare?? E SOPRATTUTTO CON L'A'LTRA COME MI COMPORTO? Non mi sento di prendere ed uscire subito con lei, nemmeno ne ho tanta voglia! Dammi dei consigli spassionati, per favore...

Centaurus
 

Citazione:
Originariamente Inviato da sunsett Visualizza Messaggio
Ciao Bibi...ho deciso, ho intrapreso quello che una settimana fà mi era stato in qualche modo impedito di fare! Ricordi? dopo 2 giorni lei era tornata in lacrime, poi da lì non ero riuscito ad essere duro e farle capire di tornare indietro! Ma allo stesso tempo mi sentivo soffocare quell'istinto che mi diceva di staccare la spina del tutto, per un pò, per capire cosa era rimasto dentro di me per lei, e per capire cosa veramente volevo, e voglio. Abbiamo fatto quasi 6 giorni assieme: uscivamo a cena, tutti i giorni al mare, passeggiate la notte, ma si capiva quanto fossi io insofferente e non mi faceva nemmeno star bene trattare lei così e vederla non proprio felice!! E soprattutto, come dicevi pure tu, continuando così non volevo si innescasse quel processo per il quale dovendo arrivare la rottura, non volevo fosse con litigi o lancio di piatti, anzi tutt'altro!!! Perciò ieri è stato ripreso il discorso, lei molto più tranquilla di prima ha capito, è una tosta, moooolto più di me, che non crolla mai e se crolla, si risolleva quasi subito. Ho cercato anche di farle capire che questo distacco poteva far bene pure a lei, in qualche modo penso. Ci siamo dati non meno di un mese da oggi: ci si risentirà per telefono, magari ci vedremo per due passi, non sò...lo immagino così! Io a lei tengo tantissimo e non voglio che stia male: questo glielo ho detto anche stamattina prima che andasse! Ed è la pura verità: poi magari starò più male io....chi lo sà... Mi chiedo come sarà per me ora, secondo ho fatto bene? Come dovrei muovermi? Mi serviva più tempo, o meno, secondo te? Cosa dovrei e non dovrei fare?? E SOPRATTUTTO CON L'A'LTRA COME MI COMPORTO? Non mi sento di prendere ed uscire subito con lei, nemmeno ne ho tanta voglia! Dammi dei consigli spassionati, per favore...
Ciao sunsett.
Secondo me stai agendo bene, sia per te stesso che verso di lei e penso che lei lo abbia capito, almeno per ora.
Quello che secondo me devi fare, nell'eventualità tra qualche giorno lei dovesse tornare, è di tenere duro (a meno che anche te non ti accorgi nel frattempo che la rivuoi al tuo fianco).
Sulla quantità di tempo...beh, solo tu puoi sapere e valutare, anche perchè noi non siano nel tuo cuore e nel tuo cervello. Potrebbe essere che avrai bisogno di più tempo, ma anche di meno, tutto dipenderà da come e quando in te si farà chiarezza.
Se vuoi ti dico come forse mi comporterei io se fossi nella tua situazone. Non essendovi lasciati del tutto (siete come in stad-by, come in sospensione, del resto vi siete presi una pausa di riflessione giusto? mica vi siete lasciati) io eviterei appuntamenti particolari con l'altra ragazza ma manterrei un minimo di contatto amichevole. Del resto mi pare di capire che tutto sommato quella ragazza si è sempre comportata in modo rispettoso e amichevole senza secondi fini.
Poi sunsett, la vita è imprevedibile e per quanto ci sforziamo di essere sempre corretti e leali, a volte veniamo sorpresi e travolti nonostante tutto.
Vivi quanto più serenamente questa pausa di riflessione. A volte basta solo riprendere a respirare aria pura e a riprendere contatto con noi stessi e dubbi, paure, indecisioni piano piano spariscono.
Ti faccio tanti in bocca al lupo, anzi li faccio a tutti e due.

Bibi66
 

ciao Sunsett, ti sei reso conto da solo che rimanendo insieme (nella stessa casa) rischiavate di rovinare anche quel po' di amore che è rimasto. E' doloroso separarsi, perdere il contatto giornaliero, ma tu non dovevi rimanere con lei per abitudine, meglio aprire gli occhi subito. Mi sei sembrato stupito della sua reazione pacata, che volevi che si buttava per terra a supplicarti? Non era proprio il caso... Adesso che succederà? E' la paura che attanaglia tutti, lasciare la strada vecchia per la nuova. Non è che domani esci con l'altra, perchè seppur ti piaccia...è sempre un'estranea (cioè una persona che non conosci), però penso che la vedrai in palestra, messaggini, chiacchiere....lascia andare gli eventi, segui il tuo istinto. Ecco magari non dirle che è lei che ha messo in crisi la tua storia, non darle una responsabilità che la farebbe fuggire! Se e come frequentarsi deve essere una scelta e un desiderio di entrambi. Tanto capirà che ti è successo qualcosa, non è che adesso che sei solo fai i salti di gioia. Se te lo chiede dì solo che c'è un periodo di crisi, una pausa di riflessione, quello che ti senti di dire.
Per quanto riguarda il tempo, se potrebbe essere poco o troppo per prendere una decisione, chi può dirlo? In genere quando c'è di mezzo il cuore tutto succede all'improvviso e si viene travolti, è come mettere una pallina su un piano inclinato....ad un certo punto incomincia a rotolare velocissima. Non credo che rimarrai nell'incertezza a lungo, un giorno sentirai terribilmente la mancanza della tua compagna oppure la ragazza della palestra ti mancherà come l'aria e tutto il resto perderà interesse.
Come ti ha detto già Centauro, in bocca al lupo e se vuoi parlare...noi siamo qua.

sunsett
 

Citazione:
Originariamente Inviato da centauro75 Visualizza Messaggio
Ciao sunsett.
Secondo me stai agendo bene, sia per te stesso che verso di lei e penso che lei lo abbia capito, almeno per ora.
Quello che secondo me devi fare, nell'eventualità tra qualche giorno lei dovesse tornare, è di tenere duro (a meno che anche te non ti accorgi nel frattempo che la rivuoi al tuo fianco).
Sulla quantità di tempo...beh, solo tu puoi sapere e valutare, anche perchè noi non siano nel tuo cuore e nel tuo cervello. Potrebbe essere che avrai bisogno di più tempo, ma anche di meno, tutto dipenderà da come e quando in te si farà chiarezza.
Se vuoi ti dico come forse mi comporterei io se fossi nella tua situazone. Non essendovi lasciati del tutto (siete come in stad-by, come in sospensione, del resto vi siete presi una pausa di riflessione giusto? mica vi siete lasciati) io eviterei appuntamenti particolari con l'altra ragazza ma manterrei un minimo di contatto amichevole. Del resto mi pare di capire che tutto sommato quella ragazza si è sempre comportata in modo rispettoso e amichevole senza secondi fini.
Poi sunsett, la vita è imprevedibile e per quanto ci sforziamo di essere sempre corretti e leali, a volte veniamo sorpresi e travolti nonostante tutto.
Vivi quanto più serenamente questa pausa di riflessione. A volte basta solo riprendere a respirare aria pura e a riprendere contatto con noi stessi e dubbi, paure, indecisioni piano piano spariscono.
Ti faccio tanti in bocca al lupo, anzi li faccio a tutti e due.
Grazie Centauro..ho seguito l'istinto perchè era quello che volevo! E spero mi darà ragione... Lei stavolta non tornerà, ne sono sicuro! Sono sicuro che il distacco farà capire delle cose anche a lei...non sò perchè ma per alcune cose (che vabbè tu non sai...e sarebbe troppo lungo dirti) che mi ha detto da quando tutto è nato fino ad oggi mi lasciano il dubbio sulla sua "forma" sentimentale per me: non sò, qualcosa di differente da ciò che forse credeva e crede lei...per questo dico, spero servirà anche a lei questo mese!
L'altra ragazza ti confermo ha accettato il mio "accantonamento" per lei, senza problemi: anzi per prima lei mi suggerì questo...e questi giorni mai sentita ne vista ne segnali o altro da parte sua! Come già dissi, ho voluto io forzarne la sua conoscenza fin dall'inizio, per poco lei si tirava indietro sapendo il mio "status" di fidanzato, ma io non la mollai; qui mi assumo io le responsabilità per averla in un certo senso "trascinata" dentro!! Perciò il minimo per me saranno sicuramente i contatti amichevoli che tu suggerisci, ci mancherebbe.. Ad ogni modo, spero veramente che di qui a un mese tutto possa schiarirsi nella mia, e nella sua, testa ..per buona pace di tutti (forse)!!!! Vi terrò aggiornati, comunque..... Grazie ancora Centauro e tutti voi!

sunsett
 

Siamo a 6 giorni, il distacco và avanti per tutti e due, nel silenzio...e ho bisogno di chiedervi solo due cose, classiche classiche proprio, a cui peraltro forse risposte vere e proprie non ce ne sono o sono difficili da trovare: MA DITEMI, IN GENERALE COME SI FA' A DISTINGUERE L'ABITUDINE E L'AFFETTO DALL'ESSERE INNAMORATI? DA COSA SI CAPISCONO E DIFFERENZIANO DUE STATI D'ANIMO DEL GENERE? Il dubbio mi attanaglia fin dall'inizio della crisi, ma ora che sono quasi una settimana da solo proprio non mi viene da scindere bene le cose (lo sò che lo pensate...che sono davvero strano!!!) nonostante col passare dei giorni io mi sia sentito un pò meglio, in fatto di umore!
Abbiate pazienza...e scusatemi ancora...ma sono ancora nella fase di perenne ricerca di risposte.....
Ciao a tutti!!

Centaurus
 

Citazione:
Originariamente Inviato da sunsett Visualizza Messaggio
Siamo a 6 giorni, il distacco và avanti per tutti e due, nel silenzio...e ho bisogno di chiedervi solo due cose, classiche classiche proprio, a cui peraltro forse risposte vere e proprie non ce ne sono o sono difficili da trovare: MA DITEMI, IN GENERALE COME SI FA' A DISTINGUERE L'ABITUDINE E L'AFFETTO DALL'ESSERE INNAMORATI? DA COSA SI CAPISCONO E DIFFERENZIANO DUE STATI D'ANIMO DEL GENERE? Il dubbio mi attanaglia fin dall'inizio della crisi, ma ora che sono quasi una settimana da solo proprio non mi viene da scindere bene le cose (lo sò che lo pensate...che sono davvero strano!!!) nonostante col passare dei giorni io mi sia sentito un pò meglio, in fatto di umore!
Abbiate pazienza...e scusatemi ancora...ma sono ancora nella fase di perenne ricerca di risposte.....
Ciao a tutti!!
Eh, belle domande, ma le risposte....credo che una risposta unica e definitiva non esista perchè per ognuno di noi l'amore viene idealizzato, pensato, ragionato, vissuto in modo soggettivo anche se poi alcuni punti di contatto generali e universali (per così dire) ci sono, bene o male.
L'amore è fatto di tante cose, di tanti sentimenti mescolati e aggrovigliati insieme, a volte anche in conflitto. Quando si sta insieme per tanto tempo con la persona amata è inevitabile che in qualche modo ci si abitui a lei, alla sua presenza, al suo odore, al suo disordine, al suo modo di ragionare e di calmarci o farci incazzare....a volte lo vorremmo lontano, distante, vorremmo di più i nostri spazi, non dover condividere tutto o quasi con quell'estraneo che ci ha rubato il cuore e l'anima, quell'estraneo nei cui occhi siamo annegati abbracciati dal paradiso e dall'inferno mescolati ad arte. Ed è inevitabile che quando poi quella persona non è più al nostro fianco ci manchi e non è escluso che si debba resistere alla tentazione di chiamarla, di sentirla in qualche modo ancora vicino a noi per non perdere quella parte di noi che è andata via con lei. Alla fine, nel bene e nel male, con quella persona si è camminato insieme e si è cresciuti, in qualche modo.
Posso solo dirti che quando non si è più innamorati lo si sente nel profondo di noi stessi. Forse all'inizio si giustamente confusi e il senso di delusione e di sconfitta è mescolato alla rabbia per l'insuccesso o per le speranze mal riposte sia in noi stessi che nell'altra persona.
Poi molto dipende anche da cosa è successo all'interno del rapporto e da come ci si è lentamente allontanati da quel progetto d'amore comune che ci aveva spinti a camminare insieme.
Molto probabilmente la mia risposta non ti servirà a molto, mi spiace.

sunsett
 

Grazie Centauro...lo sò, non è mai facile dare una risposta a questo tipo di domande, proprio perchè trattandosi di sentimenti si parla sempre di cose soggettive e di come uno le vive. E la risposta stà solo dentro se stessi. Ma allora ti pongo alcuni perchè, e vediamo se così si capisce meglio ciò che intendo:

Perchè a letto, il più delle volte immagino affianco a me l'altra ragazza?
Perchè la desidero tantissimo fisicamente ed immagino di far l'amore con lei, e non con la mia ragazza?
Perchè il pensiero di perdere lei mi preoccupa di più che non perdere la mia ragazza?
Perchè immagino di vedermela dappertutto mentre non cerco la mia ragazza?
Perchè è più lei il pensiero fisso?

Ce ne sarebbero anche degli altri ma questi sono quelli che mi "spaventano" di più....
E mi spaventa a morte la possibilità di una scelta sbagliata, di un pentimento successivo a questa scelta.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 09:39 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X