Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > Congiuntivite - Occhi rossi
Segna Forum Come Letti

   

Congiuntivite - Occhi rossi

Dr. Antonio Pascotto
 

Occhio rosso

L'Occhio Rosso è un sinonimo di congiuntivite.
Ha diverse cause infettive, fisico-chimiche o legate a malattie dell'occhio e dei suoi annessi.


Allergia, occhi rossi

A livello oculare le allergie provocano infiammazione della congiuntiva con conseguente arrossamento. E' possibile suddividere le varie forme in:

- Congiuntivite allergica propriamente detta: è la più frequente, spesso associata a rinite, caratterizzata da forte prurito, gonfiore della congiuntiva e da lacrimazione intensa.

- Congiuntivite primaverile: colpisce generalmente i bambini. I principali sintomi e segni sono: prurito, iperemia marcata, lacrimazione, fotofobia e sensazione di corpo estraneo ("granelli di polvere negli occhi").

- Congiuntivite atopica: è la forma più grave ed è associata ad eczema; può compromettere la vista.

- Congiuntivite giganto-papillare: colpisce soprattutto i portatori di lenti a contatto e di protesi oculari. La terapia consiste nella somministrazione di colliri (antistaminici oppure antinfiammatori) spesso associati a spray nasali se è presente anche la rinite.


Assetto ormonale

Gli squilibri ormonali possono dare problemi anche a livello oculare. Gli anticoncezionali (pillola contraccettiva) ad esempio, durante il periodo di assunzione, alterano il film lacrimale.

Durante la gravidanza si può manifestare la patologia dell'occhio secco poiché i livelli ormonali di estrogeni e progestinici aumentano soprattutto nell'ultimo trimestre.

Nelle donne in menopausa è molto frequente riscontrare alcune alterazioni della funzionalità visiva, in particolare la sindrome da occhio secco o cheratocongiuntivite secca legata ai cambiamenti ormonali.

Il trattamento prevede l'uso di sostituti lacrimali con azione ************, umettante e mucomimetica che eliminano i sintomi della secchezza oculare e ripristinano la qualità e la stabilità del film lacrimale.


Secchezza oculare

La sindrome da occhio secco è una patologia con diverse cause che modificano la superficie oculare e, di conseguenza, la composizione del film lacrimale (il liquido che bagna la parte esterna dell'occhio).

Le cause possono essere malattie autoimmuni (sindrome di Sjogren), l'invecchiamento, cambiamenti ormonali (menopausa, gravidanza), uso di alcuni farmaci (anticoncezionali, diuretici, ansiolitici, ecc.), infiammazioni della parte esterna dell'occhio. La causa più comune è però legata all'inquinamento atmosferico, all'uso di aria condizionata e di videoterminali per troppe ore che riducono l'ammiccamento (battito di ciglia). I sintomi sono: sensazione di corpo estraneo, bruciore, prurito, affaticamento della vista e, nei casi più gravi, dolore che indica infiammazione.


La terapia prevede l'uso di sostituti lacrimali. Esistono diversi prodotti in commercio, ma alcuni contengono sostanze irritanti per la superficie dell'occhio (thimerosal, benzalconio cloruro), mentre altri contengono conservanti ben tollerati (N-IG + EDTA).

L'importante è chiedere sempre consiglio al medico oculista per una soluzione specifica al proprio problema.


Diabete

L'aumento eccessivo del glucosio nel sangue dovuto al diabete, comporta gravi problemi a livello oculare, non solo a carico della retina (retinopatia diabetica), ma anche a livello di altre strutture dell'occhio come il cristallino (cataratta) e la superficie oculare (secchezza oculare). I primi danni passano inosservati e alcuni disturbi non vengono attribuiti al diabete. E' consigliabile, dunque, sottoporsi a regolari visite oculistiche per una terapia mirata. Ad esempio per la secchezza oculare del paziente diabetico, esistono sostituti lacrimali specifici (a base di acido lipoico).


Infezioni dell'Occhio e dei suoi annessi

L'occhio, essendo a contatto con l'ambiente esterno, è un buon bersaglio per diversi microrganismi che sono causa di infiammazioni e quindi di occhio rosso.

Le più comuni infezioni oculari sono:

- Congiuntivite batterica: si riconosce per una secrezione abbondante, densa e giallastra, più evidente al risveglio ("palpebre appiccicose" al mattino), mentre prurito e lacrimazione sono meno frequenti.

- Congiuntivite da Clamidia: è molto diffusa sia nei neonati, contagiati al momento del parto, sia negli adulti che vengono in contatto con questo microrganismo con l'acqua delle piscine .


- Congiuntiviti virali: sono causate da Herpes Simplex, Zoster ed Adenovirus. Causano lesioni gravi alla cornea e si manifestano con intolleranza alla luce. La diagnosi e la terapia è difficile (attenzione ai cortisonici!) e va prescritta esclusivamente dal medico.

- Cheratite batterica e micotica: sono infezioni della cornea caratterizzate da dolore acuto, ulcera corneale e secrezione.

- Cheratite da Acanthamoeba: è una rara forma di infiammazione della cornea che colpisce soprattutto i portatori di lenti a contatto.

- Orzaiolo e Calazio: sono infiammazioni delle ghiandole che producono il film lacrimale.

- Blefarite: infiammazione delle palpebre molto frequente caratterizzata da bruciore prurito e irritazione.


Danni da agenti fisici e chimici

I nostri occhi possono venire a contatto ogni giorno con molte sostanze chimiche in grado di provocare danni alla superficie oculare. Si tratta soprattutto di prodotti di uso domestico come antitarme (naftalina, canfora), candeggianti (ipoclorito di sodio), detergenti per WC (acido fosforico), detersivi (soda caustica) ecc. che possono finire accidentalmente negli occhi o sviluppare fumi fortemente irritanti. Bisogna lavare immediatamente l'occhio danneggiato con abbondante soluzione salina.

Nei casi gravi si deve ricorrere all'ospedalizzazione. E' opportuno comunque sottoporsi sempre a visita oculistica.

Diversi sono anche i danni oculari causati da agenti fisici, in particolare le radiazioni solari blu-violetto ed ultravioletto che possono determinare secchezza oculare, congiuntivite, cheratite, cataratta e nelle forme gravi, danni alla retina (Degenerazione Maculare legata all'Eta').

E' importante dunque proteggere la vista dai raggi solari evitando di esporsi nelle ore centrali della giornata, utilizzando occhiali da sole e integrando la dieta con sostanze ad azione antiossidante e protettiva (luteina).




Pediatria


Le piu' frequenti cause di iperemia congiuntivale (occhio rosso) nei bambini sono:
  • Congiuntiviti: infiammazioni della congiuntiva dovute al contatto con microrganismi durante il parto.
  • Cheratocongiuntiviti: infiammazioni di varia natura, le piu' comuni sono quelle allergiche, caratterizzate da iperemia e lacrimazione.
  • Ustioni termiche: sono spesso causate da contatto con sigarette o liquidi bollenti. In questi casi è importante un buon lavaggio dell'occhio e successivamente il bambino deve essere portato al pronto soccorso.
  • Traumi contusivi o perforanti: sono spesso provocati da oggetti apparentemente innocui. Nei casi piu' seri, rivolgersi il piu' presto possibile ad un oculista.


L'importanza di una corretta igiene oculare

La prima efficace barriera difensiva dell'occhio è formata da palpebre, ciglia e lacrime che" lavano" la gran parte delle sostanze o dei batteri che cercano di aggredire la superficie oculare.

Tuttavia è necessario adottare diverse norme igieniche per ridurre il rischio di infezione.

  • L'igiene oculare quotidiana: lavare accuratamente le mani e utilizzare garze sterili medicate preconfezionate.
  • L'igiene oculare nei bambini ed in particolare nei neonati: pulire quotidianamente con garze medicate gli occhi dei neonati, per ridurre il rischio di infezioni, in quanto non dotati di difese immunitarie completamente sviluppate.
  • L'igiene oculare in utilizzatori di VDT (videoterminale): pulire la zona palpebrale, lubrificare l'occhio ripetutamente con lacrime artificiali e, al termine della giornata lavorativa, effettuare un impacco con garze medicate decongestionanti.
  • L'igiene oculare terapeutica: in caso di patologie infiammatorie o irritative palpebrali, notevole ed immediato sollievo si otterra' dall'uso di garze sterili riscaldate. In caso di trauma oculare utilizzare, invece, garze sterili raffreddate in frigorifero.

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Antonio Pascotto
Cara alduspm,

[img=right]http://forumsalute.it/public/data/pascotto/200852254731_p-istock_000000234172_l2.jpg[/img=right]I sintomi che tu descrivi potrebbero essere legati ad una relativa secchezza oculare, che si accentua quando ci si trova in ambienti condizionati artificialmente.

La cosa più semplice da fare, per cominciare, è instillare alcune gocce di sostituti lacrimali più volte al giorno.

In bocca al lupo,
Antonio Pascotto
__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
Leggi altri commenti
franzino
 

Salve Dottore,
vorrei sottoporle il mio problema, visto che il mio medico non mi è stato molto d'aiuto.

Da più di un mese alla mattina mi ritrovo gli occhi molto secchi (anche il naso è secco) e, spesso, diventano molto rossi (a volte il destro, altre il sinistro).

Preciso che gli occhi non mi prudono e non prendo medicinali.
Porto circa 5 giorni alla settimana lenti a contatto giornaliere (max 8 ore/gg)
Il problema mi capita solo alla mattina quando mi sveglio.

Grazie mille per ogni consiglio che possa darmi.

Snake79
 

Mi intrometto come sempre è evidente ke il post è per il Dt. Pascotto, ma datosi ke ero qui e non ho da fare nulla....
Non prendere per buono quello ke ti dico, devi necessariamente andare da un oculista, cmq potresti soffrire di secchezza oculare, il fatto ke anke il naso al risveglio è secco mi lascia un po perplesso.
Hai per caso gonfiori al canto interno, sulla parte alta del naso??
Cmq quando vai a fare il controllo, verifica ke le vie lacrimali non siano ostruite, ciaoooo
Attendi anke la risposta di uno specialista come il dottore però, non prendere per oro colato quel ke ho detto perke non lo è

franzino
 

Ciao Snake, grazie dell'interesamento. No, non ho gonfiori di nessun tipo. Leggendo altri messaggi sul forum, mi sono fatta una mezza idea di avere una congiuntivite.. ho preso un appuntamento per una visita, vedremo. Un saluto, grazie e buona giornata!!

Snake79
 

Hai fatto bene!!!!
Una bella visita oculistica è quello ke ci vuole in questi casi!!
Vedrai ke il dottore ti darà la soluzione e nel giro di una settimana sarai come nuova!!!

Raffy76
 

Ciao a tutti! E' da inizio anno che ho dovuto sospendere le mie lenti morbide a causa di forte arrossamento e di neovascolarizzazione.
Ora gli occhi si arrossano soo ogni tanto (vicino all'iride) e mi sono rimaste alcune venature nel lato interno dell'occhio che ogni tanto solo molto arrossate e, miracolosamente, nel week end svaniscono.
Non me la sento ancora di rimettere le lenti tutto il giorno e vorrei un consiglio.
Se metto le lenti solo il week end nelle ore serali meglio le Focus Daylies e meglio mettere lenti silicone-hydrogel tipo O2 Optix (visto che la mia intolleranza eè stata causata da uso eccessivo e quindi ipossia (mancanza di ossigeno)?
E' meglio che mi faccia delle lenti semi-rigide, che però mi lasciano un po' perplessa vista la maggiore difficoltà a tollerarle?
E ancora, mettere le lenti ogni tanto piò rallentare la mia guarigione e quindi meglio non metterle affatto?

CIAO A TUTTI E GRAZIE GRAZIE

Dr. Antonio Pascotto
 

... e nel frattempo sarebbe prudente sospendere l'uso delle lenti a contatto!

Ciao!

claudio81
 

So che è difficile descriverlo...
ma quando uso il pc portatile a lungo mi vengono gli occhi rossi sulla parte bianca.
Cosa può essere? come risolvere?
cla

Arual
 

Occhi rossi sulla parte bianca?
Sembra il titolo di un film dell'orrore.
Immagino che tu intenda arrossamento della sclera (parte bianca dell'occhio).
Nel qual caso: stanchezza!!! Staccati dal PC e vai in discoteca che l'è mei[)]

Dr. Antonio Pascotto
 

Quando siamo davanti ad un monitor può ridursi la frequenza dell'ammiccamento: gli occhi si seccano e possono arrossarsi. In questi casi può essere utile la somministrazione di lacrime artificiali, che fungono da ************.

Anche in discoteca possono venire gli occhi rossi... il vantaggio è che si notano meno!

Ciao!

Nickelbac
 

Dott. Pascotto, ma l' Hydrabak funge da lacrime artificiali, o no?

Dr. Antonio Pascotto
 

E' un prodotto idratante leggero. Della stessa azienda meglio utilissare l'HYABAK, che contiene anche acido ialuronico.

Ciao!

sali
 

Gentile Dottore,
sono una ragazza di 23 anni e per motivi di lavoro passo diverse ore davanti al computer.
Da un pò di mesi ho notato di avere sempre gli occhi rossi che inoltre mi provocano anche bruciore, così il 9 giugno ho fatto una visita oculistica.
L'oculista mi ha detto che il mio problema è quello di una scarsa lubrificazione così mi ha dato un ************ ( systane); mi ha inoltre detto che i miei occhi sono sanissimei e che per il momento non mi consiglia di correggere il problema con gli occhiali.
Sto utilizzando queste gocce, ma non ho notato alcun miglioramento; soprattutto l'occhio sinistro continua ad essere sempre rosso nell'angolo interno ed inoltre ho molti capillari visibili. Lei cosa mi consiglia? cosa posso fare o usare per alleviare questo rossore che, oltre a provocarmi fastidio, mi provoca anche imbarazzo?
in attesa di un Suo parere, La saluto cordialmente.

Agny
 

interessante questo post!!
è giusto il mio problema...
ho sbagliato perchè c'era una lente a contatto che probabilmente era stata infettata da qualcosa, la mettevo una volta a settimana ed il giorno dopo mi svegliavo con un occhio in cui avevo due diramazioni molto rosse sotto la palpebra...ho chiesto al mio ottico e mi ha detto che quella lente andava buttata via subito, anche se era nuova, compresi i suoi contenitori...così ho fatto...però è da due settimana che l'occhio mi rimane sempre arrossato sotto la palpebra, non fa nessun miglioramento e dire che non ho più messo le lenti da allora...cosa potrebbe essere??

PADANO1968
 

Anche qui' ti trovo.
Che stress...

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Giacomo Sanfelici

Dr. Giacomo Sanfelici
Nome:
Giacomo Sanfelici
Comune:
Pietra Ligure
Provincia:
SV
Azienda:
Ambulatorio Medico Chirurgico Vìsus
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dr. Sanfelici, cos'è la cataratta secondaria e perché insorge?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:29 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X