Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > FOSFENI: come vengono percepiti?
Segna Forum Come Letti

   

FOSFENI: come vengono percepiti?

Antonella Lobraico
 

Si tratta di fenomeni ottici che possono comparire sotto forma di scintille o lampi di luce, anche ad occhi chiusi. Ecco cosa sono i fosfeni e quando si manifestano.

Fosfeni o punti luminosi: cosa sono e come riconoscerli.

Può capitare di vedere flash o piccole scintille di luce nel proprio campo visivo e di chiedersi cosa si stia verificando negli occhi. Si chiamano fosfeni e possono essere sintomatici anche di alcune malattie che colpiscono il bulbo oculare.

Da cosa sono causati i fosfeni

L’origine di questi fenomeni è da ricercare all’interno dell’occhio. Sono diverse le cause che portano allo sviluppo dei fosfeni e una di queste è relativa allo strofinamento del bulbo oculare. La pressione esercitata sulla retina stimola i fotorecettori che inviano al cervello un segnale simile a quello luminoso, anche se quest’ultimo non è reale e dunque non proviene dalla realtà circostante.

Oltre che per strofinamento dell’occhio, i fosfeni possono verificarsi anche in seguito all’esposizione visiva - per diversi minuti - di una fonte di luce molto intensa. Anche un semplice mal di testa può portare alla formazione dei fosfeni: per effetto di un aumento dei livelli di pressione nell’occhio, nella fase precedente l’emicrania, possono fare la loro comparsa queste scintille luminose.

Allo stesso modo uno spasmo vascolare della retina, ovvero quando si passa in maniera brusca dalla posizione supina a quella eretta, può generare il manifestarsi dei fosfeni.

Le cause non si esauriscono qui e possono infatti essere legate anche all’avanzare dell’età e in cui si può assistere a un progressivo addensamento del gel vitreale (la sostanza di cui è costituito l’occhio) che può portare alla comparsa di puntini luminosi. In questo caso ci si può trovare di fronte a patologie che colpiscono il corpo vitreo (specie nei soggetti con un’età superiore ai 50 anni), ma i fosfeni sono anche alla base di malattie retiniche, ovvero che interessano la retina.

I fosfeni sono dunque un disturbo che si può verificare saltuariamente e in presenza di determinate condizioni, ma può anche perdurare per molto tempo ed essere sintomo di alcune malattie.

Come comportarsi in questi casi?

È bene consultare uno specialista, che potrà indagare in maniera approfondita e indicare se si tratta o meno di una patologia.

MIGLIOR COMMENTO
melazzurra74
Citazione:
Originariamente Inviato da ari37 Visualizza Messaggio
Buongiorno a tutti,
sarei molto grato se qualcuno è in grado di darmi qualche delucidazione in più riguardo ai fosfeni. Innanzitutto come vengono percepiti dal paziente? è possibile considerare fosfeni delle macchie e punti luminosi che si spostano nel campo visivo tipo quelle che si vedono dopo aver visto una sorgente luminosa, oppure no? Che differenza c'è tra i fosfeni che si vedono da trazione vitreale e quelli causati dalla cosiddetta "aura" emicranica? possono essere percepiti allo stesso modo? Un paziente che soffre anche di emicrania oftalmica come fa a distinguere se i fosfeni provengono da problemi oculari o se sono solo il sintomo dell'aura? E soprattutto quali e quante possono essere le cause della visione di frequenti fosfeni?
Salve,
Le miodesopsie, o scotomi, sono sensazioni visive generate all’interno dell’occhio dalla presenza di addensamenti localizzati del corpo vitreo, i quali, quando colpiti dalla luce, proiettano un’ombra sulla superficie della retina. Sono percepite dal paziente come punti neri, ragnatele, stracci, filamenti ecc. all’interno del loro campo visivo. Pur se benigne, le miodesopsie sono uno dei fastidi più spesso riferiti dai pazienti, in particolare dai soggetti miopi, dove gli addensamenti vitreali possono essere particolarmente grandi, tanto da interferire con la visione.

I fosfeni, o fotospie appunto, sono un’altra cosa: vengono indotti da una trazione che il corpo vitreo può esercitare su alcune aree della periferia retinica, determinando la percezione di flash luminosi, il cui nome scientifico è appunto fosfeni. Sia le miodesopsie che i fosfeni richiedono un controllo specialistico del fondo oculare che escluda la presenza di lesioni retiniche predisponenti al distacco della retina. Quando la visita oculistica abbia accertato l’assenza di lesioni predisponenti, le miodesospie non sono assolutamente pericolose, ma rappresentano semplicemente un disagio, più o meno marcato, per il paziente.

Di solito entrambi sono creati dall'emicrania oftalmica, un fenomeno relativamente comune che crea spavento in chi ne è vittima ma che, fortunatamente, non è quasi mai correlabile a malattie gravi, né a carico dell'apparato visivo né a carico dell'organismo in generale. Tende ad essere più frequente in coloro che soffrono di ipotensione arteriosa sistemica (pressione bassa) o in coloro che hanno "disturbi della cervicale".

Ti segnalo un link per "saperne di più" e spero di esserti stata abbastanza di aiuto

Pascotto - Oculistica e Chirurgia Oculare

Greta
Leggi altri commenti
ari37
 

Buongiorno a tutti,
sarei molto grato se qualcuno è in grado di darmi qualche delucidazione in più riguardo ai fosfeni. Innanzitutto come vengono percepiti dal paziente? è possibile considerare fosfeni delle macchie e punti luminosi che si spostano nel campo visivo tipo quelle che si vedono dopo aver visto una sorgente luminosa, oppure no? Che differenza c'è tra i fosfeni che si vedono da trazione vitreale e quelli causati dalla cosiddetta "aura" emicranica? possono essere percepiti allo stesso modo? Un paziente che soffre anche di emicrania oftalmica come fa a distinguere se i fosfeni provengono da problemi oculari o se sono solo il sintomo dell'aura? E soprattutto quali e quante possono essere le cause della visione di frequenti fosfeni?

bottondoro
 

ciao ari37
attendo con ansia una risposta da parte di qualche esperto; ci sono un paio di topic da me aperti sulla stessa tematica. Io soffro di aurea emicranica e di fosfeni (dall'oculista definiti fotopsie). Io sento che i fosfeni che io "vedo" sono diversi dalle auree emicraniche perchè mentre quest'ultima dura circa 30/40 min, i fosfeni li vedo quotidianamente nell'arco della giornata. Io sono stata sottoposta ad una serie di esami tra cui 3 visite oculistiche da 3 diversi oculisti considerati un'autorità nel campo, nella città in cui vivo e i miei occhi sono sani, le retine belle e accollate. Ho anche eseguito una rmn e un'angiormn tutto nella norma. Eppure da circa 1 anno abbondante convico con le mie fotopsie e sono molto preoccupata perchè nessuno riesce a darmi una risposta soddisfacente. appena informo i medici che sono un soggetto aurico ecco che la diagnosi è presto fatta. Ma sento che sono due fenomeni distinti.
a presto.

ari37
 

Ho effettuato delle ricerche sul web, devo dire che non ho trovato nulla di veramente esauriente in merito e soprattutto nessun video che ci possa orientare su come effettivamente i fosfeni vengono percepiti dal paziente. Io soffro di miodesopsie da parecchio tempo ormai, ma solo da poco percepisco queste macchie luminose evanescenti a volte nere a volte colorate della durata di pochi attimi,e che si alternano in entrambi gli occhi, dall'ultima visita oculistica effettuata meno di 3 mesi fa è risultato che la mia retina è sottoposta a massive trazioni da parte dell'umor vitreo, tanto che mi era stata proposta una vitrectomia che poi non ho più voluto fare, perchè soffrendo anche di emicrania con aura ho paura che il disturbo possa avere altre concause e quindi con la vitrectomia non risolverei comunque il problema.
Allego una pagina web e attendo con ansia la risposta del Dottore o di chi ne fa le veci.

scorpioncina36
 

Anche a me interessa molto questo argomento, se gentilmente un esperto è in grado di darci informazioni più dettagliate gliene sarei molto grata.
Soffro anch'io di questo stesso disturbo, bottondoro conosce bene la mia storia, ho fatto anch'io una serie infinita di esami tra cui svariate visite oculistiche con esplorazione del fondo oculare e apparte i corpi mobili vitreali, la mia retina sembra essere perfetta, pev visivi, campimetria computerizzata, rmn encefalo senza mdc, ben 3 visite neurologiche, mi è stata consigliata di fare un'angio rmn con mezzo di contrasto che effettuerò a breve,tutto con esito nella norma, fin'ora la diagnosi sembra essere quella dell'emicrania con aura, ma anch'io posso dire che secondo me questi "scotomi" o "fosfeni" o "fotopsie" che percepisco quotidianamente e tantissime volte in un giorno non hanno nulla a che vedere con l'aura....ma i medici sembrano non voler capire.... o forse si tratta di qualche malattia ancora sconosciuta che si manifesta in questo modo???? Non so più cosa pensare, solo una cosa è certa, io continuo a star male e ad essere molto preoccupata!

ari37
 

SCUSATE, MA NESSUN ESPERTO O NON CI SA DIRE NULLA RIGUARDO AI FOSFENI???

ari37
 

NON CI POSSO CREDERE CHE IN TUTTO IL FORUM NESSUNO COMPRESO IL DOTTORE SA DIRE NULLA SU COME VENGONO VISTI I FOSFENI....EPPURE MI SEMBRAVA DI AVER FATTO UNA DOMANDA ELEMENTARE...INVECE NESSUNO SA NIENTE..BAH! SCUSATE FORSE HO SBAGLIATO A SCRIVERLO IN OCULISTICA, DOVEVO PORRE LA DOMANDA IN ORTOPEDIA!!

sergior
 

ragazzi/e anch'io soffro di fosfeni associati ai corpi mobili vitreali, credo che la causa sia da ricercare esclusivamente negli occhi.... non credo possano servire risonanze magnetiche e tac varie, basta solo una bella visita oculistica da un bravo medico meglio ancora se specialista in vitreo-retina per controllare periodicamente lo stato d'integrità della retina stessa. Io soffro di corpi mobili ormai da diversi anni e inzialmente per circa un annetto buono non vedevo scintille, ma da diversi mesi purtroppo ho cominciato a vederle, a volte sono linee luminose tipo saette, altre volte sono come piccoli abbagliamenti, proprio come quando si fissa per qualche secondo una fonte di luce, il mio oculista mi ha detto che si tratta di fosfeni....e che quando il vitreo si sarà completamente staccato dalla retina, evento del tutto naturale, queste scintille FINIRANNO!!! Io aspetto speranzoso.
ciao

bottondoro
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da sergior

ragazzi/e anch'io soffro di fosfeni associati ai corpi mobili vitreali, credo che la causa sia da ricercare esclusivamente negli occhi.... non credo possano servire risonanze magnetiche e tac varie, basta solo una bella visita oculistica da un bravo medico meglio ancora se specialista in vitreo-retina per controllare periodicamente lo stato d'integrità della retina stessa. Io soffro di corpi mobili ormai da diversi anni e inzialmente per circa un annetto buono non vedevo scintille, ma da diversi mesi purtroppo ho cominciato a vederle, a volte sono linee luminose tipo saette, altre volte sono come piccoli abbagliamenti, proprio come quando si fissa per qualche secondo una fonte di luce, il mio oculista mi ha detto che si tratta di fosfeni....e che quando il vitreo si sarà completamente staccato dalla retina, evento del tutto naturale, queste scintille FINIRANNO!!! Io aspetto speranzoso.
ciao
Se fossi in te non aspetterei speranzoso il distacco di retina; non sono un olculista ma il distacco non è un evento naturale ma patologico che richiede un intervento chirurgico immediato con eventuali rischi.
Anch'io soffro di fosfeni (uno dei tanti oculisti da me inerpellati li ha definiti FOTOPSIE); è COME QUANDO TI SCATTANO UNA FOTO COL FLASH, TI RIMANE LA MACCHIA ABBAGLIANTE DAVANTI AGLI OCCHI PER UNA FRAZ DI SECONDO O QUALCHE SECONDO POI sparisce (scusa per la maiuscola). io ho eseguito tutti gli esami oculstico-oftalmologici possibili e immaginabili e sono negativi. Ecco, per questi oculisti da me interpellati si tratta invece di un problema legato al cervello.
Mah... Intanto posso dirti che siamo in molti ad avere questo problema. Se navighi in internet ne trovi a frotte ma diagnosi, spiegazioni.... nessuna
ciao

sergior
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da bottondoro

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da sergior

ragazzi/e anch'io soffro di fosfeni associati ai corpi mobili vitreali, credo che la causa sia da ricercare esclusivamente negli occhi.... non credo possano servire risonanze magnetiche e tac varie, basta solo una bella visita oculistica da un bravo medico meglio ancora se specialista in vitreo-retina per controllare periodicamente lo stato d'integrità della retina stessa. Io soffro di corpi mobili ormai da diversi anni e inzialmente per circa un annetto buono non vedevo scintille, ma da diversi mesi purtroppo ho cominciato a vederle, a volte sono linee luminose tipo saette, altre volte sono come piccoli abbagliamenti, proprio come quando si fissa per qualche secondo una fonte di luce, il mio oculista mi ha detto che si tratta di fosfeni....e che quando il vitreo si sarà completamente staccato dalla retina, evento del tutto naturale, queste scintille FINIRANNO!!! Io aspetto speranzoso.
ciao
Se fossi in te non aspetterei speranzoso il distacco di retina; non sono un olculista ma il distacco non è un evento naturale ma patologico che richiede un intervento chirurgico immediato con eventuali rischi.
Anch'io soffro di fosfeni (uno dei tanti oculisti da me inerpellati li ha definiti FOTOPSIE); è COME QUANDO TI SCATTANO UNA FOTO COL FLASH, TI RIMANE LA MACCHIA ABBAGLIANTE DAVANTI AGLI OCCHI PER UNA FRAZ DI SECONDO O QUALCHE SECONDO POI sparisce (scusa per la maiuscola). io ho eseguito tutti gli esami oculstico-oftalmologici possibili e immaginabili e sono negativi. Ecco, per questi oculisti da me interpellati si tratta invece di un problema legato al cervello.
Mah... Intanto posso dirti che siamo in molti ad avere questo problema. Se navighi in internet ne trovi a frotte ma diagnosi, spiegazioni.... nessuna
ciao


Io aspetto speranzoso che il mio VITREO si distacca dalla retina.. ovvio che prego Dio che mentre si stacca non la strappa... il distacco posteriore del vitreo è un evento del tutto naturale, nella maggior parte dei casi il vitreo si stacca dolcemente senza rompere la retina, alcune volte invece la strappa, ecco perchè se si soffre di corpi mobili e fosfeni bisogna controllare spesso il fondo dell'occhio per vedere che non ci siano rotture anche piccole che possano evolvere in un distacco. Io non so che genere di oculisti tu abbia consultato, e non so neppure se i tuoi fosfeni sono associati ai corpi mobili vitreali, ma come fanno questi oculisti a dire che il problema viene dal cervello se TUTTI gli oculisti anche quelli alle prime armi sanno che i fosfeni sono causati da trazioni vitreo retiniche? e allora secondo i tuoi oculisti quali problemi cerebrali dovresti avere??? mahhh!! roba da matti!! La tua retina può anche essere indenne,come lo è la mia, ma ciò non toglie che ogni volta che viene stimolata da trazioni vitreali tu non debba vedere i flash!! Se poi c'è qualcuno più esperto di me in grado di smentire ciò che ho detto accetto volentieri il parere di chi ne sa più di me!
ciao

scorpioncina36
 

Anche a me hanno detto che probabilmente sia i fosfeni o fotopsie che le macchie nere possono dipendere dall'emicrania, ma io so che l'aura è un effetto visivo che dura minimo 15/20 minuti,pewrchè l'ho avuta, invece i miei fosfeni e le mie macchie nere appaiono e scompaiono in pochi secondi.. Io non sono a conoscenza di malattie cerebrali che si manifestano con i fosfeni. Bottondoro ci dici per favore quali sono queste malattie cerebrali che si manifestano con la visione di fotopsie? A me sia gli oculisti che i neurologi hanno detto che le cause possono essere vascolari oppure oculistiche, non ce ne sono altre. Ma siccome siamo qui per confrontarci ed aiutarci ci farebbe piacere se potresti darci qualche delucidazione in più visto che a te hanno detto che dipendono dal cervello!! Ciao a tutti.

bottondoro
 

ciao scorpioncina,
come hai scritto i fosfeni potrebbero anche essere legati a problemi della microcircolazione dovuti ad un processo anomalo di vacostrizione e vasodilatazione dei vasi sanguigni cerebrali che in forma piu' importante determina l'aura emicranica altrimenti si limita a fosfeni e fotopsie.
Comunque, i fosfeni in realtà possono essere ANCHE (attenzione scrivo "anche" e non "solo") il sintomo di gravi patologie cerebrali quali neoplasie o siringomielie cosi' come possono essere ricondotti a fenomeni allucinatori dovuti a forme di epilessia che colpiscono la corteccia occipitale che è la parte del cervello imputata alla vista (perchè l'epilessia non è solo quella che conosciamo noi definita grande male con convulsioni e perdita di coscienza).
Per quel che mi riguarda, io soffro di miodesopsie da 24 anni (sì, avete letto bene, proprio 24 anni) e di fosfeni da parecchi anni ma mi capitava di vedere una macchia ogni tot mesi; ora, è da 2 anni che i fosfeni si sono intensificati notevolmente e parlo di visione di fotopsie ormai quotidiane e praticamente ogni ora. Soffro di auree anche da 2 anni e dato che i miei occhi sono stati definiti sani e i 3 oculisti consultati non hanno evidenziato nessuna trazione della retina sul vitreo (anche perchè se il mio problema fosse questo dopo due anni di fosfeni intensi e con questa frequenza la retina si sarebbe gia' bella che staccata) sono propensa anch'io a pensare ad una questione cerebrale di tipo benigno, si intende, dato che ho fatto un sacco di esami tra cui rmn e angiormn e sono negative.
Inoltre, ho notato che se sono sotto stress queste macchie aumentano; ultimamente, dopo aver superato brillantemente un avvenimento capitato in ambito lavorativo ed essermi quindi rilassata, i fosfeni sono quasi scomparsi. E credo che questo rientri piu' in una dimensione emotiva che oculistica.
Naturalmente parlo per me. Magari non pecepiamo neppure lo stesso tipo di fosfeni.
ciao a tutti

sergior
 

Accipicchia bottondoro!!
leggendo questo messaggio mi sono venuti i brividi in testa!.. non sapevo e immaginavo che i fosfeni potessero addirittura essere la spia di un tumore al cervello o di epilessia, anch'io vedo lampi tutti i giorni anche più volte al giorno... sarà forse il caso di farmi una bella tac al cervello? nessun oculista mi ha mai prescritto una tac o una rm se avessero avuto il benchè minimo sospetto, nemmeno una visita neurologica o angiologica, niente, mi hanno sempre detto che anche se la retina all'esame del fondo risulta indenne, non è detto che io ogni volta che il vitreo la stimola non debba vedere i flash, i fosfeni sono il sintomo di una stimolazione retinica, ma se ha una retina forte e robusta non si rompe anche se viene stimolata, allora ecco che tu vedi il flash, ma fortunatamente la retina resta sana e quindi ecco che con la visita non si vede nulla. Ci credo che vedi flash ogni ora, dopo 24 anni di degenerazione vitreale vuoi che il processo non vada avanti? Anch'io i primi tempi che avevo i corpi mobili non vedevo flash, ma poi sono comparsi in maniera sporadica ed ora li vedo tutti i giorni. Purtroppo bisogna conviverci finchè non c'è un totale distacco posteriore del vitreo, allora almeno quelli finiranno!!
ciao

bottondoro
 

Naturalmente se vedi i fosfeni non significa che hai gia' un piede nella fossa ma una diagnosi differenziata è importante. Il mio oculista, ad es, molto tranquillamente, mi ha consigliato per scrupolo un consulto da un neurologo il quale a sua volta mi ha prescritto una serie di esami che ho eseguito proprio per scongiurare patologie piu' serie:
rmn e angiormn, ecodoppler tronchi sovraortici, ecg ed ecocardio. Fine.
Risultato? so che non si tratta di una malattia cerebrale, i miei occhi sono sani, nessuna trazione solo qualche addensamento del vitro = miodesopsie. Cosi' ho deciso di convivere coi miei flash (ma qual è la causa?).
Per scorpioncina: tutti gli esami a cui anche tu ti sei sottoposta sono serviti per scongiurare patologie di ogni tipo. Altrimenti se il tuo medico fosse stato sicuro del fatto che i "tuoi" lampi sono forieri del distacco di vitreo non avresti fatto pev, eeg, rmn e quant'altro. Ti chiedo scusa ma ho letto solo oggi il tuo mp. Mi sono assentata a lungo dal forum per mancanza di tempo!

scorpioncina36
 

Si anch'io ho effettuato tutta una serie di esami per questo problema, ma devo dire che più che dall'oculista la richiesta è partita dal mio medico di famiglia e non tanto per i fosfeni ma per le auree e i malditesta, e poi anche per una mia tranquillità personale, visto che sono una tipa un pò ansiosetta.. L'oculista, anzi gli oculisti perchè mi hanno visitata in tanti, non mi hanno mai richiesto nessun esame più approfondito all'infuori del fondus oculi, pensate che ho fatto un campo visivo di mia iniziativa! Ho fatto una tac senza mdc, rmn cerebrale senza mdc, pev, eeg, ecg ed ecocardio,ecocolordoppler dei vasi epiaortici, tutta una serie di esami del sangue per vedere se sono a rischio ictus o infarto, misurazione della pressione arteriosa una volta al mese, esame del campo visivo e per finire ben 3 visite neurologiche.. mi è rimasta da fare solo un angiorm con mezzo di contrasto, ma la prof neurologa che mi ha visitata mi ha detto che non è affatto urgente e che se decido di farla serve solo a togliermi ogni miminmissimo dubbio...conclusioni di questo iter diagnostico?? nessuno, nessuna diagnosi certa sulla causa dei miei fosfeni solo tanta ansia e se dovessi tornare indietro non farei nulla, mi terrei i miei fosfeni punto e basta, nella speranza che rientrino spontaneamente. Ciao a tutti.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Giacomo Sanfelici

Dr. Giacomo Sanfelici
Nome:
Giacomo Sanfelici
Comune:
Pietra Ligure
Provincia:
SV
Azienda:
Ambulatorio Medico Chirurgico Vìsus
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dr. Sanfelici, ci parla delle cause, fattori di rischio e intervento chirurgico per cataratta negli over 40?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 22:23 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X