Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Medicina legale e previdenziale > Medico di base
Segna Forum Come Letti

   

Medico di base

salvo6888
 

Salve,
non mi recavo dal medico di base da circa un mese e ieri ho constatato dei cambiamenti radicali nella prassi di accettazione dei pazienti.
In poche parole, il mio medico di base, senza avere consultato preventivamente i propri pazienti, ha deciso di sana pianta di concedere le visite in ambulatorio solo su prenotazione.
Unico giorno in cui l'ambulatorio è aperto a tutti è il lunedì, ma solo fino ad esaurimento numeri, ovvero, come dal salumiere, ma a numero chiuso e io infatti, ieri che era lunedì, non ho potuto accedere all'ambulatorio in quanto non c'erano più numeri disponibili.....
Questa mattina, ho telefonato al numero di cellulare atto a ricevere le prenotazioni e mi è stato dato un appuntamento alla prossima settimana.
Questa procedura, a mio avviso è assurda e vorrei sapere da qualcuno competente in materia, se effettivamente un medico di base possa comportarsi in questa maniera e a quale ufficio potrei rivolgermi per segnalare questo disservizio.
Grazie
Salvatore

MIGLIOR COMMENTO
Piera Masuero
Sono d'accordo che potresti rivolgerti alla direzione sanitaria della tua ASL e ti consiglierei anche il tribunale del malato, sanno tutte le leggi, così ti sai regolare in merito. Anche perchè tra tutti quelli che stanno male molti non possono aspettare 10 gg per l'appuntamento di conseguenza vanno al Pronto Soccorso e se lì si lamentano già di accessi impropri chissà con un aumento così considerevole di afflusso cosa direbbero, anzi... cosa farebbero!!! Non penso che sia legale una cosa del genere. Il mio medico invece è molto umano e visita tutti quelli che arrivano entro l'orario stabilito, che siano 5 o 30, spesso finisce l'ambulatorio ad ore insensate e viene a visitare a domicilio a qualsiasi ora, se esce per un'urgenza rientra e finisce le visite, si prende a cuore ogni situazione e segue, consiglia, indirizza nel migliore dei modi, non fa distinzione tra giovani e vecchi, donne e uomini, il suo lavoro lo fa con passione, devo dire che è UNICO!!!
__________________
Leggi altri commenti
Sentiero
 

Mi associo a Salvatore riguardo al suo giudizio di assurdità!
Il mio medico di base fa lo stesso! Se chiamo per dire "Ho mal di gola ma non vorrei prendere medicine sbagliate, può visitarmi?" mi sento rispondere "Si, certo che posso vivitarla, ho posto fra 10 giorni, va bene alle 17:00?".
E' assurdo ma se cambio medico mi ritrovo nelle stesse condizioni!!!

Sentiero

queenelohim
 

anche il mio lavora su prenotazione, però ha dei tempi migliori...2-3 giorni. se si è più gravi (febbre >3 viene a casa. La visita però non dura mai più di 5 minuti, diciamo che non è il massimo della professionalità perchè ha sempre fretta!

daniela78
 

E' assurdo, non so se è illegale, ma sicuramente non è giusto.

Cambiate medico. Il mio non fa così. Vai lì, aspetti, ti visita, ti parla. Se hai bisogno solo di una ricetta lasci lì una busta con la richiesta oggi e domani la vai a ritirare. Ed è disponibile ed umano.

Capirei una visita al massimo il giorno dopo, ma dopo 2-3 giorni, se ho una cistite, una tendinite, il mal di gola, uno sfogo allergico o qualunque altra cosa, non è che devo andare in pronto soccorso! Ho diritto ad avere il mio medico disponibile per un consulto, una visita o quello che serve.
Pensa il caso di una cistite. mi viene fuori la cistite, chiedo un appuntamento, una settimana dopo vedo il medico, il giorno dopo - ammesso che sia lavorativo, porto le urine per le analisi, due giorni dopo, se sono fortunato, ho i risultati, poi torno di nuovo dal mio medico per farmi prescrivere l'antibiotico adatto? Saran passati 10 giorni, sempre che la seconda volta non mi abbia dato appuntamento per una settimana dopo. Ho capito che generalmente uno non è che va dal medico in fin di vita, ma ti ci fanno arrivare loro!

Credo che la cosa possa essere segnalata in ASL, io personalmente avendo visto come funziona qui a Mestre, andrei direttamente dove so che si trovano gli uffici della asl di competenza, e non mi accontenterei della segretaria di turno, andrei a bussare direttamente all'ufficio di un dirigente. Quando ho avuto un altro tipo di problema con la ASL veneziana l'ho fatto, ed effettivamente ho avuto dei risultati - a livello di ottenere subito quello a cui avevo diritto io e senza storie, e un cambio di procedure negli sportelli nel periodo successivo, che non è poco.
Se sei molto fortunato la ASL potrebbe avere un Ufficio Relazioni con il Pubblico, in tal caso potrebbe essere una buona idea comunicare con loro, almeno per farsi dire con chi parlare, ma spesso fanno da intermediari direttamente.

Dan

stefanomnn
 

brava Dany....

sarablack
 

La penunltima volta che sono andata dal medico era a inizio gennaio, l'altro giorno entro, tutti zitti perchè nessuno ti dice, guardi che deve prendere il numero, mi sono seduta e ho iniziato a leggere, nessun cartello nulla, non mi sono accorta che gli altri avevano il numero che oltretutto è un cartoncino piccolissimo messo su una mensola che nemmeno si vede...beh risultato? ho aspettato circa il doppio..se uno sta male ora che aspetta di essere ricevuto altro che aiuto, si ti aiutano a stare peggio.

marysol
 

il mio medico di base dal lune al vene riceve solo su appuntamento ma se vai che stai male ti riceve lo stesso!

Piera Masuero
 

anche il mio medico ha i numeri come alla banca e al supermercato (il salvacode) e l'orario per esempio al lunedì è dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Lui arriva alle 10 e alle 17 e mette fuori i numeri e li ritira alle 12 e alle 19.Tutte le persone che hanno preso il numero saranno visitate in ordine di numero così se uno vuole può anche andare a farsi un giro o la spesa o altro nel frattempo che aspetta. Alcuni gg alle 14 è ancora in ambulatorio e a volte alle 22 perchè fin che non ha finito di visitare tutti non se ne va. Inoltre quando esce a volte ha ancora le visite domiciliari e durante l'ambulatorio esce per visite urgenti (rare volte ma capita). Inoltre se una persona ha problemi di orari la riceve su appuntamento o a fine ambulatorio. Non si limita a prescrivere ricette e inviare a specialisti, visita quasi sempre, si prende cura delle persone con empatia. E te lo posso confermare non per sentito dire ma per averne avuto bisogno in persona per difficili e lunghi momenti di malattia. Chissà come mai se ci riesce lui la maggior parte però non è in grado di svolgere umanamente la propria professione?? C'è un film che certamente molti avranno visto che è molto significativo per i medici e gli operatori sanitari in genere (un medico, un uomo) e io ho avuto a che fare anche con un medico che si è ammalato molto gravemente e solo allora ha capito cosa volesse essere dall'altra parte, aspettare per far esami, terapie etc etc. Quindi è una bella cosa ricevere su appuntamento senza però eliminare la possibilità di andarci in caso di necessità anche perchè chi può dire quando starà male per prendere un appuntamento?? Puoi prenderlo per far vedere esami o per fare una chiacchierata o una visita programmata o se hai un problema non acuto.

salvo6888
 

Infatti se fosse così, sarei più che d'accordo, ma non è il caso di cui ho parlato.
In poche parole, l'unico giorno in cui riceve senza appuntamento, bisogna andare a prendere il numero alla mattina per essere in fila al pomeriggio, non so se mi spiego, c'e' fuori tanto di cartello, a numeri esauriti non si ricevono ulteriori pazienti.....
Riguardo agli altri giorni in cui si deve prenotare, il tempo di apertura dell'ambulatorio è di massimo 2 ore e sempre e solo per chi ha l'appuntamento che deve essere preso telefonicamente chiamando ad un numero di cellulare.
Mi informerò meglio, ma ritengo che ci sia qualcosa che non và....

sarablack
 

anche il mio dottore visita tutti quelli che ci sono e prendono il numero, però quando sono le 19 (orario di chiusura) chiude la porta e visita solo quelli che sono entrati fino a quel momento e gli altri non entrano più.
cmq la cosa più spiacevole è trovarsi (come mi è successo l'altro giorno) davanti a un sostituto (perchè il mio dott. era a un corso d'aggiornam) appena troppo incompetente, gli chiedi consigli non ti sa dire nulla, gli chiedi spiegazioni per le analisi ti dice che inserisce i dati a pc e non sa darti una spiegazione!
una domanda: MA CHI è CHE DECIDE CHE SOSTITUTO MANDARE AL POSTO DEL DOTTORE?

monica.psi
 


...il tuo dottore...E' lui che si sceglie il sostituto!!!

Denise78
 

Secondo me è assolutamente illegale, ora mi informo meglio.
Il medico di base ha un orario in cui i pazienti si presentano e DEVONO essere visitati, non esiste che ti rimanda a 10 giorni, e che significa se a me serve il certificato di malattia per l'ufficio dico all'inps no fra 10 giorni perchè il mio medico non ha posto ! Io sto male adesso e voglio essere visitata adesso. Il mio medico a Milano si era organizzato con gli appuntamenti per una migliore organizzazione, ma tu potevi andare li e aspettavi, una volta terminati gli appuntamenti ti visitava.

RobyJk
 

mamma che brutte cose!!!
la mia dottoressa (a parte che è un amica di famiglia) riceve ogni giorno, dedica 2 ore agli appuntamenti (ma se non ne ha entra chi arriva prima) e poi il resto del tempo a chi non ha appuntamento! così è comodo!
e tra l'altro se le chiedi di uscire esce sempre, senza problemi!

illic
 

Non è illegale. Anzi, secondo i sindacati dei medici di base (soprattutto la FIMMG) e secondo gli assessorati regionali alla sanità (quasi tutti), questa è l'evoluzione, il futuro della medicina di base. In altre parole, i medici che non ricevono su appuntamento sono per il momento "tollerati", ma vengono considerati una specie in estinzione. I motivi di questo stato di cose sono molti e complessi e non posso spiegarli tutti qui. Da una parte una ragione ci sarebbe: il medico di base è sì l'erede storico del medico condotto, che era (fino a trent'anni fa, quando i medici erano pochi) l'unico "presidio sanitario" sul territorio, e quindi l'erede di una figura professionale che faceva tanto da "specialista" quanto da "pronto soccorso"; ma oggi le cose non stanno più così. Ci sono quasi più medici che pazienti, e soprattutto le urgenze (quelle vere, non quelle che ci siamo create noi dimenticandoci che la ricetta era scaduta) sono di competenza del 118. Per il resto, si può aspettare. Anzi, si "deve" aspettare, dato che un medico può visitare bene un paziente e prendersi veramente cura di lui/lei dedicando tutto il tempo necessario alla visita solo se NON ha una sala d'attesa piena di venti persone vocianti che pretendono di essere ricevute in fretta perché devono andare a prendere il bambino a scuola, perché hanno la minestra sul fuoco, perché hanno l'appuntamento dal dentista piuttosto che dal parrucchiere, e così via. Dove il ragionamento cade rovinosamente però, e quindi ha ragione chi si lamenta del sistema delle prenotazioni, è nel fatto che oggi il medico di base è gravato di così tanti impegni burocratici (tipo appunto la ricetta da rifare perchè scaduta o addirittura perché formalmente "sbagliata", l'impegnativa per il corso pre-parto, l'impegnativa per la visita di controllo dal chirurgo, l'impegnativa per il diavolo-se-lo-porti), che in realtà poi gli appuntamenti li prende non per fare una bella visita, ma per fare proprio quelle ricette e quelle impegnative assurde. E allora poi uno giustamente si chiede che motivo ci sia di attendere due giorni per farsi fare alle 15,25 del giovedì la ricetta della medicina per il mal di testa. La realtà nuda e cruda è che la medicina di base è un dinosauro inutile, che viene mantenuto in piedi solo perché non si possono mandare a spasso 40.000 e più medici, che tra l'altro hanno un bel peso politico, e così vengono ogni giorno inventati per loro compiti idioti, dei quali non si lamentano solo i pazienti ma gli stessi medici che, di facciata, fanno finta di essere offesi per il fatto che sono stati trasformati in burocrati. Ma è proprio perché fanno i burocrati che possono ancora riscuotere dei compensi. Come medici sono sostanzialmente inutili. Oggi la medici, che ci piaccia o no, è fatta di specilizzazioni, e la gente non è più quella di trent'anni fa che non conosceva la differenza fra un oculista e un ginecologo. Oggi la gente sa a chi rivolgersi per i disturbi che ha, e gli specialisti d'altra parte (essendo anche loro "medici" prima di tutto) sanno e devono sapere come trattare un paziente anche tenendo conto non solo della specialità ma anche della generalità. Il guaio è che, "dato che c'è il medico di base", in realtà oggi la maggior parte degli specialisti vede soltanto il suo piccolo ambito, se ne frega della "persona", fornisce quindi prestazioni che potrebbe fornire meglio un qualsiasi programma casalingo per computer, e rimanda il paziente al medico di base, giustificandone l'esistenza e chiudendo il cerchio. Uno schifo.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 12:01 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X