Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia ed ecografia diagnostica-interventistica > PRESCRIZIONE TAC E RM
Segna Forum Come Letti

   

PRESCRIZIONE TAC E RM

MarcoK
 

Salve vorrei porvi questa domanda.
Dal mio medico ho letto risonanza magnetica e tac non possono essere prescritte dal medico di base.poi con lui non ne ho mai parlato.ora la mia domanda è:se io volessi fare una tac o una rm annualmente a scopo preventivo come dovrei muovermi x la prescrizione? O sarei costretto a farla privatamente sempre che ci sia qualche centro che la faccia?

MIGLIOR COMMENTO
Dott.ssa Annarita Soldo
Gentili signori, scusate se mi permetto, ma la medicina non è fatta da numerosi e sofisticati esami ed un bravo medico e' colui che Sa Fare la diagnosi con pochi esami
Fare tac RMN ecografie ecc non risolve certo un problema diagnostico se un bravo medico non Sa Riconoscere i sintomi visitare il paziente ed orientare la diagnosi!
Questa non e' medicina ! Invece di fare mille esami affidatevi ad un bravo medico!
__________________
Dott.ssa Annarita Soldo
Specialista in medicina interna
Diplomata siumb in Ecografia internistica
Diploma in medicina estetica
Asl rme servizio di ecografia internistica

Studio Ars Medicee
Via Basento 86 - Roma
Tel. 0684240881 - 3397650030
Leggi altri commenti
Haruka
 

Citazione:
Originariamente Inviato da MarcoK Visualizza Messaggio
Salve vorrei porvi questa domanda.
Dal mio medico ho letto risonanza magnetica e tac non possono essere prescritte dal medico di base.poi con lui non ne ho mai parlato.ora la mia domanda è:se io volessi fare una tac o una rm annualmente a scopo preventivo come dovrei muovermi x la prescrizione? O sarei costretto a farla privatamente sempre che ci sia qualche centro che la faccia?
Scusatemi se mi intrometto. Ma perché vorresti fare TAC o RMN annualmente?
Questa non è prevenzione, perché vai ad esporti a delle radiazioni senza motivo. E le radiazioni hanno un effetto sommatorio. Sono indagini che vanno prescritte da un medico quando ci sia veramente un motivo che giustifichi l'esposizione. Così rischi davvero di fare più danni che prevenzione!

Per la prevenzione esistono tipi di indagine differenti, suddivise poi per età, sesso, fattori di rischio.

Il consiglio che posso darti è di parlarne con il tuo medico di famiglia, che conosce la tua storia clinica e quella della tua famiglia e farti spiegare quali siano le indagini più utili al tuo caso.

MarcoK
 

Si lo so diciamo che sono un Po fifone e vorrei avere sempre tutta la situazione del mio corpo sotto controllo

tikaek
 

Io ho fatto una risonanza magnetica nel 2008 prescritta da medico di base (non so se nel frattempo le cose siano cambiate) e quest'anno una tac cerebrale ma prescritta da un neurologo dell'ULSS. Alcuni esami anche se svolti privatamente necessitano ugualmente di prescrizione medica, ad esempio io ora devo fare una radiografia e la farò come privato per accorciare i tempi ma ugualmente mi han detto che serve l'impegnativa medica. Alcuni esami oculistici posso dirti che non te li fanno senza una prescrizione di un oculista (quindi solo l'impegnativa del medico di base non basta). Puoi provare a chiamare l'ULSS della tua provincia e chiedere quali esami puoi svolgere privatamente.

tikaek
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Dott.ssa Annarita Soldo Visualizza Messaggio
Gentili signori, scusate se mi permetto, ma la medicina non è fatta da numerosi e sofisticati esami ed un bravo medico e' colui che Sa Fare la diagnosi con pochi esami
Fare tac RMN ecografie ecc non risolve certo un problema diagnostico se un bravo medico non Sa Riconoscere i sintomi visitare il paziente ed orientare la diagnosi!
Questa non e' medicina ! Invece di fare mille esami affidatevi ad un bravo medico!
Bellissime parole, ma un cittadino qualsiasi come fa a sapere qual è il medico bravo? A partire dal medico di base tutto si basa solo nel passaparola, io ho chiesto in giro nel mio paese ad esempio e vedo tanti sguardi allibiti, è difficile orientarsi. Se guardi in rete che sarebbe uno strumento utile quasi nessuno lascia testimonianze, si trovano solo indirizzi, nel sito del Fnomceo neppure su tutti sono indicate le specializzazioni. Se vai all'ULSS più di una lista di nomi non ti danno, percui come si fa a capire chi è competente e chi esercita la professione senza passione, solo perché ormai ci ha studiato dietro un sacco di anni?

Dott.ssa Annarita Soldo
 

Cara signora ma una volta come si faceva?.........le rispondo quello che si è perso e ' il rapporto medico paziente una questione di fiducia
Un bravo medico si riconosce dal fatto che ascolta il paziente, lo visita e crea con lui un rapporto non dal numero di esami che chiede

tikaek
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Dott.ssa Annarita Soldo Visualizza Messaggio
Cara signora ma una volta come si faceva?.........le rispondo quello che si è perso e ' il rapporto medico paziente una questione di fiducia
Un bravo medico si riconosce dal fatto che ascolta il paziente, lo visita e crea con lui un rapporto non dal numero di esami che chiede
Bè una volta quando? Una volta francamente si moriva anche, seppure non sia certo da imputare all'incuranza di un singolo medico, ma alle conoscenze limitate, alla limitata diffusione di informazioni, ect. la storia della pellagra potrebbe essere un esempio tra i tanti, non so quanto parlare di storia vada a sostegno della moderna medicina, almeno nel rapporto medico paziente. E' vero che l'unica cosa che può fare un paziente è avere fiducia nel medico a cui si rivolge ma per citare il nostro papa Wojtyła "La fiducia non si acquista per mezzo della forza. Neppure si ottiene con le sole dichiarazioni. La fiducia bisogna meritarla con gesti e fatti concreti." Io ci provo a creare un rapporto con i medici con cui mi trovo a relazionarmi, so che i medici di base hanno molti pazienti da seguire, magari sono stanchi e hanno i loro casini come ogni essere umano... penso ci sarebbero tante cose da migliorare ancora volendo, anche se non tutto dipende dai medici ma dalle strutture, dallo stato, ect.

MarcoK
 

Io dottoressa x essere molto chiaro la voglio fare almeno ogni 2 3 anni x 2 motivi. Uno è che dopo aver visto dei documentari in tv ho paura della cosiddetta cisticercosi: a casa è capitato di mangiare carne di maiale non cottissima. L altro é che mia nonna purtroppo è morta di meningioma è da allora sono sempre stato un po fifone.

Dott.ssa Annarita Soldo
 

Per Marko le rispondo che fare tac ogni 2-3 anni senza motivo le procurerebbe solo radiazioni alle quali baderei bene ad espormi in quanto possono anche slatentizzare tumori,
Per risponde alla signora invece posso capire la delusione di certi comportamenti di medici poco attenti ma le garantisco che curarsi da soli porta a più rischi che benefici d'altra parte se la medicina fosse così semplice non si studierebbe x circa 12 anni (tra laurea e specializzazione) aggiornandosi continuamente! Ed in ogni caso come lei giustamente sottolinea con le parole di papà woitila con la forza non si ottiene niente e sicuramente contano più i fatti che le parole, ma è proprio di questo che parlo io: il rapporto medico paziente non è un atto di fede ma un rapporto di collaborazione nessuno impone la sua scienza e la cura ed il curare sono una scelta reciproca non un atto dovuto .
Comunque ovviamente anche per lo scopo proprio del forum i miei sono solo consigli. A voi come sempre la scelta se seguirli o no!

MarcoK
 

E ci sono altri modi x essere certi di non avere la malattia che le ho citato Dottoressa? Perché a quanto sentivo può rimanere latente molto a luogo senza dare alcun sintomo e quando inizia a darli può essere troppo tardi.

Dr. Fausto Sansovini
 

La cisticercosi è una infestazione causata da un tipo di tenia,cioè da un verme parassita.Quando c'è infestazione ci sono sintomi anche gravi ad esempio, visto che fra le sedi più colpite ci sono l'occhio o il cervello,possono comparire sintomi visivi fino alla cecità o encefaliti e crisi epilettiche.
La malattia è molto rara quindi è inutile e dannoso fare esami costosi e invasivi.In alcuni laboratori si fa la ricerca delle igG sieriche (anticorpi) per tenia solium,esame non tanto costoso che necessita di circa 30 giorni per una risposta
Per il resto sono perfettamente in accordo con la collega,la prevenzione è fatta da comportamenti corretti e tac e risonanza sono esami da prescrivere in pochi e selezionati casi sempre valutati da un medico e mai in autoprescrizione.
Saluti

MarcoK
 

Secondo lei dottore ce un reale rischio se è capitato spesso a casa di mangiare carne di maiale non cottissima? E comunque é che avevo sentito che può restare asintomatica. Anche x anni

tikaek
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Dott.ssa Annarita Soldo Visualizza Messaggio
Per risponde alla signora invece posso capire la delusione di certi comportamenti di medici poco attenti ma le garantisco che curarsi da soli porta a più rischi che benefici d'altra parte se la medicina fosse così semplice non si studierebbe x circa 12 anni (tra laurea e specializzazione) aggiornandosi continuamente! Ed in ogni caso come lei giustamente sottolinea con le parole di papà woitila con la forza non si ottiene niente e sicuramente contano più i fatti che le parole, ma è proprio di questo che parlo io: il rapporto medico paziente non è un atto di fede ma un rapporto di collaborazione nessuno impone la sua scienza e la cura ed il curare sono una scelta reciproca non un atto dovuto .
Comunque ovviamente anche per lo scopo proprio del forum i miei sono solo consigli. A voi come sempre la scelta se seguirli o no!
Convengo con le sue parole, io non ho scritto da nessuna parte di curarsi da soli.

Dr. Fausto Sansovini
 

La malattia è rara.In Italia dove i controlli ai macelli sono capillari(per trovare il parassita in caso di infestazione,basta una semplice ispezione della carcassa)il tasso di animali con infestazione è fra lo 0,2 e lo 0,4%.Il congelamento delle carni e la cottura con temperatura interna di almeno 60°C eliminano il rischio.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, non riuscire ad andare di corpo più di una volta a settimana è grave? Alla lunga la stitichezza cosa può comportare?
Se andiamo in bagno una volta alla settimana perché abbiamo sempre fatto cosi stiamo sbagliando qualcosa da sempre. Perché nel frattempo, mentre non evacuiamo, continuiamo a mangiare almeno tre volte al giorno… Alla lunga la stitichezza può essere una concausa dei bruciori di stomaco, di addominalgie diffuse, di reflusso gastroesofageo, litiasi colecistica, ernia transiatale, scarso appetito, insonnia, alitosi, sonnolenza, nervosismo, ecc. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 14:46 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X