Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > insicurezza e gelosia
Segna Forum Come Letti

   

insicurezza e gelosia

Franci76
 

Ciao a tutti,

mi presento. Mi chiamo Francesca, vivo e lavoro in Toscana.
La questione che vorrei porre riguarda il mio rapporto di coppia, ma, poiché si tratta di un problema certamente legato anche al mio carattere, e in particolare alla mia mancanza di autostima, ho pensato che fosse il caso di postarlo qui. Se la sede è sbagliata, mi scuso e chiedo cortesemente di spostare la discussione in sezione più idonea.

Su di me: come già detto, mancanza di autostima, insicurezza, complessi relativi al mio aspetto fisico, timidezza, senso di inadeguatezza.

Il problema è questo: da circa 6 anni ho una storia con un uomo che continua a piacermi molto: oggettivamente bello dal punto di vista fisico, intelligente, e arguto, e con un modo di fare affabile e delicato (non con tutti, e all'occorrenza sa essere duro e severo). Naturalmente, a causa di queste sue caratteristiche, è una persona che attira l'attenzione, e lui, a sua volta, ha una spiccata curiosità nei confronti degli altri.
Tutto questo si manifesta in particolare sui social network, a iniziare da fb, dove gode di un largo seguito.
Inzialmente io ero fra i suoi contatti (sia su fb che su instagram) ma poi, siccome percepivo con fastidio la sua interazione con altre donne (molte delle quali assai belle), ho preferito uscire dalla sua cerchia. Credevo che sarebbe stato meglio per me, e invece è andata peggio. Pur non avendolo tra i contatti, non riesco a fare a meno di "seguirlo", cioè di seguire assiduamente ciò che risulta pubblico, sul suo diario e sui profili delle donne con le quali ha contatti.
Seguendolo, ho notato (soffrendone molto): 1) che le donne con le quali interagisce più spesso sono (e non può essere casualmente) quasi tutte belle (non le classiche belle&basta, belle e, come lui, intelligenti, originali, creative e quindi di conseguenza a loro volta molto seguite) 2) che con alcune di queste donne sicuramente comunica anche in privato, data la confidenza e la complicità che pubblicamente trapelano.
So anche che, per alcune di loro, ha attivato, sul suo cellulare, le notifiche relative alle foto che pubblicano su instagram, in modo da poterle vedere subito.
E così, siccome alcune di queste donne hanno profili pubblici, io vedo, purtroppo, i like che lui mette, ma, soprattutto i commenti. In realtà lui si limita, per lo più, a mettere "mi piace" ma ogni tanto lascia un commento.
Ad es. in questi ultimi tempi sta seguendo una ragazza molto più giovane di lui, stupenda e accattivante, che su instagram pubblica foto di sé. Si capisce che lui è attratto da questa ragazza e, qualche giorno fa, ha commentato un suo primo piano molto ammiccante, con un "meraviglia".
Quando l'ho letto mi sono sentita morire.
A me non rivolge questi complimenti, e il massimo che può dirmi e che mi dice è "come sei carina".
Ora il punto è che io so che mi vuole molto bene, che è legato a me (come io lo sono a lui), ma ho pensato che questo bene non è della specie che gli farebbe dire “bella”, anche se non lo sono, e non come una bugia, ma come una visione generata dal sentimento. Eppure non ci lasciamo. Abbiamo passato molti momenti critici, soprattutto a causa della mia gelosia e della mia invidia. Sono stata spesso, nei suoi confronti, rancorosa e ostile, distruttiva. Tante volte siamo stati sul punto di lasciarci, per l'esasperazione, ma alla fine non l'abbiamo mai fatto e siamo sempre tornati a cercarci.
Io non so cosa fare, da un lato, penso che dovrei trovare il coraggio di porre fine a un rapporto dove non riesco a trovare pace, dall'altro non riesco a rinunciare a lui, alla profondità della conoscenza che abbiamo l'uno dell'altra, con tutta la fatica che ci è costata.

Quale soluzione? E quale peso dare al suo atteggiamento con le altre? Sono io che esagero, o è giusto non tollerare certe cose?

F.

MIGLIOR COMMENTO
co.consoli
Da cosa dipende la tua cattiva autostima? Nell'infanzia sei stata oggetto di critiche da parte dei tuoi genitori??Te lo chiedo perché ho affrontato un percorso di psicoterapia lo scorso anno e buona parte delle mie insicurezze erano legate a questo..

Non posso darti la risposta sul se sia giusto o meno lasciare una persona ma posso dirti che se affronti il problema a monte comincerai a vedere non solo i tuoi difetti ma anche quelli della persona che hai affianco. Ti accorgerai che non devi essere tu ad essere fortunata ad avere lui al tuo fianco ma è il contrario..
Poi.. i social non sono la vita reale.. sono tutte brave e belle su fb..
Ti sei mai arrabbiata con il tuo fidanzato per i mi piace e i commenti? lo sa che sono una mancanza di rispetto..??
Comuque ti consiglio la psicoterapia.. il tuo cambiamento vi porterà alla separazione o al matrimonio (com nel mio caso)
__________________
Leggi altri commenti
Franci76
 

Grazie per la risposta, Co.Consoli. Per quanto riguarda la mia mancanza di autostima, non so esattamente da cosa derivi: forse un padre troppo severo, e una madre altrettanto insicura. Certamente dovrei affrontare la questione con qualcuno, per riuscire a vivere meglio.

I difetti del mio compagno, in realtà li vedo ma non credo che sia giusto dire che è lui il fortunato ad avere me e non il contrario, perché, come ho detto, spesso mi sono comportata male nei suoi confronti, esasperandolo.
La mia rabbia per questo suo atteggiamento nei confronti delle altre l'ho manifestata tante volte, ma quello che non riesco a capire e che mi tormenta è se esagero oppure no, se davvero il fatto che lui manifesti apprezzamento per la bellezza oggettiva di un'altra donna sia da considerare un torto fatto a me o no.

co.consoli
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Franci76 Visualizza Messaggio
La mia rabbia per questo suo atteggiamento nei confronti delle altre l'ho manifestata tante volte, ma quello che non riesco a capire e che mi tormenta è se esagero oppure no, se davvero il fatto che lui manifesti apprezzamento per la bellezza oggettiva di un'altra donna sia da considerare un torto fatto a me o no.
Dipende dal modo in cui fa il complimento.. se si limita al stai bene in questa foto, ancora ancora ci sta..
se scrive sei bellissima, ringrazia la mamma è sicuramente una mancanza di rispetto verso la propria compagna

Unatratanti
 

Ciao,
a mio parere nessuno può dirti se è giusto o meno il tuo arrabbiarti per i commenti del tuo compagno sulle altre donne: solo tu puoi determinare se è giusto, in base al tuo sentire. Se tu ne soffri fai bene a farlo presente e lui se ti vuole bene deve evitare. Quando si sta con qualcuno a mio parere i suoi sentimenti vanno compresi risoettati e tutelati.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Prof. Sergio De Filippis

Prof. Sergio De Filippis
Nome:
Sergio De Filippis
Comune:
Roma
Provincia:
RM
Azienda:
Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal
Professione:
Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore Sanitario della Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal di Genzano di Roma, Docente di Psichiatria delle Dipendenze all'Università La Sapienza di Roma
Specializzazione:
Psichiatria
Contatti/Profili social:
email sito web
Domanda al medico
Prof. De Filippis, è vero che è possibile ottenere il benessere mentale a tavola? E in particolare, cosa mangiare contro lo stress, l’ansia e la depressione?
La risposta fisiologica e psicologica allo stress è spesso benefica, aiutando un organismo a far fronte alle sfide ambientali che altrimenti potrebbe non riuscire a superare. Tuttavia, la risposta allo stress può anche essere dannosa, in particolare quando lo stress è cronico o ricorrente. Eventi di vita stressanti aumentano la probabilità di soffrire di disturbi mentali come la depressione. Depressione e stili alimentari sono due importanti fattori correlati associati all'assunzione di cibo. Tuttavia, non è chiaro se la depressione e gli stili alimentari siano associati indipendentemente all'assunzione di cibo e se le associazioni tra depressione e assunzione alimentare siano mediate dagli stili alimentari. In numerosi studi si è visto che la gravità della depressione è stata anche associata a una bassa dieta mediterranea e ad una maggiore assunzione di cibi dolci e snack/fast-food. Le persone con più alta gravità di depressione hanno dimostrato di avere un regime alimentare meno salutare, con basse assunzioni di frutta, verdura, cereali integrali, pollame, pesce e latticini a ridotto contenuto di grassi ed una assunzione elevata di grassi saturi e zuccheri. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 09:33 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X